STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
TUNNELdue per unokatia, che puttana...!In trasferta con colleghiin pullmanTelefonata eroticaUna vedova da consolareLa Notte Del Poker
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

sono stata presuntuosa...
Ciao a tutti, mi presento. Vi racconto una storia vera a me successa. Sono Ylenia ho 25 anni e sono di sangue misto, papà veneto e mamma eritrea, quindi ho la carnagione dorata, occhi celesti, labbra carnose su una bocca grande, porto la quarta di reggiseno e sono alta 1,78. Sono bella e quando cammino con le mie minigonne non passo inosservata. Sono sempre stata bella e mio padre è sempre stato geloso tanto da costringermi ha completare i miei studi in collegi femminili gestiti da suore, anche se il in uno di questi, con l’aiuto di una ragazza più grande, ho perso la verginità (con un enorme zucchina). Da un anno circa lavoro in banca e sono riuscita ad andare ad abitare da sola, ma nel mio intimo ho sempre avuto voglia di sesso, di uomini, tanti e dotati. Mi sono ad un certo punto stancata delle mie dita e di tutto ciò che in casa può essere adattato a cazzo. Pensate che mi sono talmente masturbata che nella mia fighetta riesco a fare entrare senza dolore un contenitore di lacca, di quelli grandi, fino in fondo, e nel mio culetto un intero tubetto di dentifricio. Ma uomini nulla, fino al l’anno scorso. Pensavo infatti di essere abbastanza dilatata per accogliere uomini cazzutti, più di uno alla volta e quindi sono andata in una casa dove, tramite internet, ho preso appuntamento con 5 uomini, che avevo richiesto particolarmente dotati. Appena entrata in villa ho subito notato 5 splendidi e muscolosi ragazzi di cui 3 di colore, quindi, ho pensato, se è vera la leggenda degli enormi falli neri finalmente stasera realizzerò i miei sogni. Hanno cominciato a palparmi rimanendo loro sempre vestiti. Eravamo in penombra quindi io non riuscivo a vedere i loro pacchi. Sentivo queste 10 mani che mi palpavano dentro e fuori, tanto che ad un certo punto non riuscivo più a capire quante dita avevo in totale dentro i miei buchi. Dopo una mezzoretta si sono spogliati ed io, che ero a faccia in giù a carponi ho alzato gli occhi e ho visto 5 bestie enormi e lucide puntate su di me. Lo ammetto ho avuto momenti di paura ma fiduciosa dei mie squarci ho cominciato a spompinarli. Non ce la faceva la mia bocca a contenerne uno ma loro me ne mettevano 2 alla volta provocandomi conati di vomito. Uno di loro prese un olio e cominciò a spalmarselo sul suo enorme cazzo ma io, sempre fiduciosa e ormai arrapatissima, l’ho fermato dicendogli che volevo tutto al naturale senza oli e creme. Mi chiese se ero sicura, perché avrei sentito dolore e tanto, e questo mi fece quasi venire. Risposi di si. Al momento non capii perche si allontanarono tutti dalla mia bocca nel momento in cui uno di loro puntò la verga al mia figa … bam entrò tutto con un colpo solo facendomi gridare e lacrimare dal dolore. Incurante del mio divincolarmi mi immobilizzò dai fianchi e cominciò a stantuffare sempre più veloce facendomi all’inizio un male impossibile ma poi facendomi ululare dal piacere. Si sdraio per terra alzandomi le gambe e sempre dentro di me invitò un secondo uomo ad entrare nel mio culo. Io gli dissi di mettersi l’olio e lui mi disse di no. Avevo perso il treno ormai. Sputò nel mio buchetto e, mentre altri due mi allargavano le chiappe lui, come il primo, entrò sfondandomi il retto. Penso di aver perso conoscenza per qualche secondo. Urlavo e tanto, che per zittirmi un terzo mi prese dai capelli e cominciò a scoparmi la bocca mentre gli altri due mi presero le mani e cominciarono a farmi fare 2 seghe. Non capivo più niente perché al dolore si aggiungeva il piacere e la voglia di essere sfondata. Abbiamo continuato così come una bestia mitologica non so per quanto tempo provocandomi tanti orgasmi da perdere il conto, fino a che si sono tolti tutti e mi hanno messo in ginocchio a faccia in giù. Entrò uno nel mio culo ormai sfondato ed un altro mi disse che visto che io avevo presto smesso di soffrire volevano darmi una punizione. Tremavo di paura e di desiderio quando ad un certo punto sentìì una seconda verga violare il mio ano già occupato. Non potete capire il dolore squarciante che ho sentito, non lo riesco neanche a descrivere. Dopo vari stantuffi, pompini e seghe inventarono una posizione con 2 di lato io al centro e 2 all’altro lato ed uno in bocca, tutti poggiati per terra solo con un fianco, che mi fece ritrovare con 2 cazzi nella figa, 2 nel culo ed uno in bocca. Stavano per venire tutti e allora mi misero al centro con il culo ormai talmente aperto da farci entrare qualsiasi cosa, e mi sborrarono tutti dentro, lì nel mio culo ormai colmo di litri di sperma. Mi chiesero se volevo tenere ancora un po’ il ricordo di quella serata particolare ed io risposi di si. Allora mi inserirono dentro il culo in flacone dell’olio mi fecero rivestire e mi mandarono via dicendomi che quando ero stufa toglievo il flacone e potevo bere tutta la lo sborra. Che dirvi, sono tornata a casa e sono andata a letto sempre con il flacone dentro. La mattina al risveglio l’ho inserito ancora di più e sono andata al lavoro, tenendo dentro tutta la sborra che sentivo muoversi nel mio intestino. L’ho tolto la sera successiva e mettendo un bicchiere vicino al buco ho poi brindato alla mia salute. Oggi sono talmente aperta che nessuno più è in grado di farmi godere al max. Dimenticavo, prima di andare via ho chiesto ai miei 5 prodi se si fossero mai misurati il cazzo e loro ridendo mi hanno risposto che si muovevano sempre insieme perché tutti e 5 avevano 38 cm di lunghezza e 9 di circonferenza. A saperlo prima avrei chiesto più olio. Ma è stato fantastico lo stesso. Ciao alla prox

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 30): 4.37 Commenti (9)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10