STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Al bar col camionistachat porno del mio amicoDopocenale mie cornaQuando un cazzo e pocoMarikaL'infermieraDea
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

sempre a gambe aperte...
ciao sono una ragazza di 19 anni. nonostante sia molto giovane posso ritenermi molto esperta nel campo sessuale.
il fatto è che ho avuto diverse avventure che vale la pena di raccontare.
io adoro il sesso. e lo pratico appena mi capita con l' uomo che scelgo. è anche per questo che non ho più una relazione stabile con un uomo.
divertirmi mi appaga di più per ora.
vi racconterò di una mia avventura di qualche mese fa. al solo pensiero sento un leggero calore invadermi nella fica.
avevamo organizzato una festa post diploma per passare l' ultimo giorno insieme come compagni di scuola.
nella mia classe siamo solo 4 donne.
la festa era stata organizzata nella casa delle vacanze di vincenzo, un dei miei compagni più carino. ammetto che io e lui eravamo molto intimi (mi ero ritrovata molto volte quasi senza accorgermene il suo uccello in bocca).
la festa era iniziata nel migliore dei modi. alcol, musica, fumo ed erba a volontà. tutti sembravano divertirsi.
io indossavo un top scollato e una mini inguinale, con sotto uno striminzito perizoma.
ad una ad una le altre ragazze furono accompagnate a casa, dato che erano ubriache fradicie.
ero rimasta sola con una decina di ragazzi.
la situazione si faceva strana.
persi il controllo della situazione quando vincenzo mi allungò una mano tra le gambe. le sue dita spostarono il perizoma e mi stuzzicarono dentro con violenza quasi. e io iniziavo ad eccitarmi.
dopo alcuni minuti fece uscire le sue dita dalle mie gambe bagnate.
mi guardò. con una spinta mi costrinse a stare in ginocchio ai suoi piedi. cacciò fuori l' uccello e mi riempì la bocca. iniziai a muovere la lingua lentamente. poi lui me lo fece entrare tutto il bocca.
era grosso. e sentivo dolore. ma tacqui. perchè due dita sconosciute erano tra mie cosce.
mentre quel pene si arrivava sulla lingua due mani mi calavano giu il perizoma. e un dito mi stuzzicava l' ano.
un altro pene s' insinuò sulle mie labbra -sukkia- mi ordinò. obbedii.
mentre qualcuno dietro di me si preparava a penetrarmi.
la mia fica era gonfia di desiderio e fradicia. il suo membro mi entrò quasi senza trovare difficoltà. si muoveva in me un pene enorme. andava lentamente, ma in profondità.
mentre mandavo giu una quantità enorme di sperma.
colui che mi stava riempiendo la fica si muoveva ormai velocissimo. e non ero più indifferente alle sue botte. sentivo la fica bruciarmi. volevo strillare ma un' altro cazzo mi occupava la bocca.
quando colui che era dietro di me si svuotò in me vincenzo mi fece segno di alzarmi.
- siediti sulle mie gambe - mi disse.
lo feci. e lui mi prese per i fianchi e mi porto sulla punta del suo uccello. gonfio e grosso. mi deterse l' ano con della saliva. poi ci spinse contro la punta del suo pene.
in poche botte mi era tutto dentro. e andava velocissimo.
vincenzo mi teneva per i fianchi e m' imponeva un ritmo serrato. sentivo il culo che mi si spaccava in due.
per più di mezz' ora dovetti sopportare quel dolore tremendo. era doloroso ma anche gratificante.
dopo essere stata violentemente sbattuta nel culo da lui anche gli altri vollero sfondarmi.
a turno mi entrarono il culo.
io a pecorina e loro in fila a riempirmi l' ano di sperma.
infine, dopo che tutti si furono divertiti uno di loro, antonio, mi girò e mi aprì le gambe. fui scopata in fica per molte volte.
dopo avermi sfondato culo e fica e avermi riempito di sborra si diedere una calmata.
io ero troppo stanca per tornare a casa. dormii lì e il mattino dopo mi svegliai sul pavimento. non avevo la più pallida idea di dove fosse il mio perizoma.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 467): 6.86 Commenti (98)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10