STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Il primo scambio non si scorda mai...quel bastardello di fabioADDIO AL NUBILATOvoglie all'universitàla sorella della mia ragazzaQuella volta dovetti subirmi il clistereMarco e Ketty: una sera al cinemaIn piscina con Sabrina-2
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

miss Cristina prima parte
Scritta da: ComeTiCerco (16)

sono in auto con Paolo.. colui che mi ha iniziaato al mio essere troia...
Chiedo solo chi siano i suoi amici e lui mi
corregge “è un’amica, una sola, si chiama Cristina” “Oh che sorpresa!!
” penso “una amica??? Ma io non voglio mica dividere Paolo con lei… “
istintivamente divento gelosa, anche se questo non è un sentimento che si conviene in una coppia particolare come la nostra.
Cristina ci viene incontro sorridente,e riconosco che è una bella donna, sensuale e di classe, i suoi capelli lunghi sono mori ma con riflessi mogano Il suo fisico è formoso senza essere troppo abbondante. Solo il seno è decisamente grande… e provo una
sottile invidia di fronte alla mia terza misura scarsa… il modo di fare di Cristina mi piace. Ci accomodiamo in salotto e mi dice "sai che
io sono affascinata dalle donne..." io guardo Paolo dubbiosa, forse qualcosa mi sfugge??? Cosa si aspettano da me??? “Cristina saprà essere una buona amante per te!” mi
sussurra Paolo, confermando tutti i miei dubbi. E mi solleva il top
offrendo i miei seni a Cristina affinchè mi tolga il reggiseno. Le sue
mani lo sfilano velocemente e iniziano a stringermi i capezzoli. Mi volto verso Paolo e lui si avvicina a baciarmi, ma che strana
sensazione darsi un bacio e sentire le mani di lei che mi frugano… che
cercano le mie intimità. In un attimo sono nuda tra loro, Cristina si
alza e si sveste a sua volta. Io rimango seduta e Cristina ancora in piedi
avvicina i suoi seni alle mie labbra strofinandoli leggermente,
facendo socchiudere le mie labbra. Inizio incerta a succhiare quegli
enormi capezzoli, e
ammetto che sono davvero affascinata da questa situazione, e mi eccita
soprattutto sapere che Paolo ci sta guardando. Mi lascio andare e
inizio a sfiorare i suoi seni con le mani, mentre la mia lingua
scivola su ogni cm della sua pelle e lei sembra apprezzare queste mie
attenzioni. Anche la sua lingua percorre ogni punto del mio corpo, e
mi sento languida sotto le sue gesta sapienti. Ho sempre pensato che
tra due donne ci vuole un bel cazzo, altrimenti non ci troverei gusto…

Ora Cristina vuole godere del mio corpo, farmi capire che il corpo ha mille risorse per
raggiungere il piacere. Bacio profondamente la fica di Cristina,
perfettamente depilata e trovo gradevole il suo sapore. Ma lei
improvvisamente si alza e si allontana da me uscendo dalla stanza. sono bagnatissima, non provo più paura di Cristina,anzi desidero farla godere… sto desiderando una donna e non penso
affatto che avrei bisogno di un cazzo!
Dopo qualche minuto Cristina ritorna. Indossa un paio di calze bianche autoreggenti e una particolare guèpiere sempre bianca che gli
lascia scoperto il seno, sostenuto dai ferretti. E tra le gambe ha una
speciale imbragatura che attira la mia attenzione. Vedo un enorme e
lungo fallo nero che spunta rigido e davvero mi sento un vortice allo
stomaco. Ho sempre sognato di farmi scopare con un fallo finto da una
donna e questa visione mi fa perdere il controllo. Inizio a respirare
affannosamente, guardo Cristina meravigliata, e penso che la adoro per
quello che mi sta facendo desiderare.

“ora vorrei che tu facessi solo quello che ti dico, altrimenti sarai
soggetta a punizioni… mi piace fare la tua iniziazione come voglio io.
Se sei d’accordo fai solo un cenno, non voglio sentire la tua voce fin
quando non ti autorizzo a parlare. Mi sono spiegata?” Ancora una volta mi trovo impreparata, non
mi sento all’altezza della situazione e vorrei ribellarmi, invece con
mia incredibile meraviglia mi sento eccitata in modo inverosimile.
Annuisco leggermente,e sento di nuovo la sua voce imperiosa “dimmi
SI!” trattengo il respiro mentre in un soffio ripeto “si”. “Brava, ora
mettiti in ginocchio davanti a me e succhia questo fallo come meglio
sai fare.” Ubbidisco mentre mi sento tramortita dalle mie stesse
emozioni. È incredibile quanto in realtà io abbia una
indole così troia, che sia così puttana da lasciarmi andare in balia
di persone quasi estranee, uomini o donne che siano. L’unico mio
desiderio è di sentirmi profondamente scopata e profanata. Il mio piacere sta proprio nella mia assurda disponibilità alle situazioni
più improbabili e mi chiedo se lo faccio per il mio piacere o per accontentare Paolo.


Chiudo gli occhi e inizio a leccare avidamente il fallo nero. Inizio
dalla punta e succhiando mi dirigo verso la radice “apri gli occhi e
guarda bene questo cazzo che tra poco affonderà in altri spazi!” ho un
sussulto, la sua autorevolezza mi spaventa. Tuttavia ubbidisco, non
trovo più la mia dignità, voglio solo godere il più possibile di
questa anomala situazione. Lecco lascivamente il fallo e timidamente
allungo le mani a sfiorarlo, lo guardo meravigliata, non ho mai visto
nulla di così grosso, penso con angoscia a quando lo sentirò entrare
nella fica, e una fitta di piacere misto a dolore mi attraversa la
pancia. Continuo a succhiare come mi ha ordinato Cristina, e lei
inizia a muovere i fianchi verso le mie labbra per scoparmi meglio la
bocca. Il suo ritmo è gradevole ma via via diventa più intenso e più
profondo. Mi sembra di impazzire ingoiando questo fallo, rigido e
molto lungo. “sai che sei una brava troietta? non ti sento ancora
molto sottomessa, ma apprezzo il tuo impegno” e intanto che dice così
affonda il fallo nella mia gola che mi sembra davvero di doverlo
ingoiare tutto, togliendomi il respiro! Oddio cosa sta facendo?? Mi
chiedo impaurita… ma è solo un attimo, e poi lo sfila soddisfatta.
Credo che volesse stimolare le mie grida per poi punirmi, e sono contenta di essere riuscita a trattenermi e soprattutto di non aver deluso la Miss come l’ho soprannominata dentro di me.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 42): 5.95 Commenti (1)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10