STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
la mia exListruttore di nuotoVita trasgressivail mio cambiamentocirconcisoUn giorno, per caso.troiacamilla
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

letteratura dentro di me
Ciao a tutti, ho bisogno di raccontare la mia esperienza a qualcuno.. spero non vi dispiaccia.
Sono una ragazza di 21 anni, che attualmente studia all'università.
Precedentemente ho frequentato il liceo artistico dove ho conosciuto il protagonista di questa storia, il mio professore di italiano.
No, al contrario di come si legge sempre non era giovane e figo, sexy e arrapante.
Un uomo di 50 anni che assomiglia a Mr. Bean.
Dopo aver finito il liceo ho parlato spesso con lui per email...parlavamo della letteratura, Dante, poesie.. roba noiosa, immagino, per voi.
Fatto sta che provavo un grande affetto e grande ammirazione per lui e un giorno mi scrisse un sonetto.

FU LI CHE NACQUE TUTTO IL MIO INTERESSE.
Gli scrivevo sempre più spesso e un giorno, sotto natale, ho deciso di andarlo a trovare.. Come concordato con lui, ci siamo trovammo a scuola un sabato mattina.

Al mio arrivo mi abbracciò, toccandomi delicatamente il sedere.
Credo che fossi già bagnata prima di vederlo, ma in quel momento mi accorsi di avere il perizoma zuppo.

Gli diedi il mio regalo di natale, una cravatta, dato che lui amava vestire elegante e mi propose di andare a prendere una cioccolata calda nel bar vicino a scuola.

Parlando del più e del meno finimmo la nostra sosta al bar e, usciti, lui mi diede un pacchetto con un foglietto attaccato.
C'era una poesia di G. D'annunzio. Una poesia EROTICA chiamata Argentea...
Probabilmente colse tutto il mio imbarazzo mentre leggevo.
Poco dopo me ne andai.

All'inizio del 2 semestre scelsi il corso di latino, che non avevo mai fatto e che lui sapeva, quindi gli chiesi aiuto.
Mi invitò a casa sua e fui felice quando vidi che portava la cravatta che gli avevo regalato.
Ci rimasi quasi male quando vidi che a casa c'erano la moglie e la figlia.
Invece, poco dopo, usciro per andare a "trovare i nonni".

5 minuti dopo ero piegata sul tavolo con il professore che mi tirava giù calze e mutandine e mi infilava il suo cazzo durissimo dentro.
So di aver pensato che nemmeno il mio ragazzo di 26 anni l'aveva mai avuto così duro.

Mi strappò le calze e mi girò a pancia in sù. I suoi movimenti erano lenti e intensi, mi entrava tutto completamente dentro, sentivo addirittura le sue palle sul mio clitoride.
Con le sue dita in bocca ansimavo e lo prendevo nella figa, mentre mi impalava sudatissimo.
Mi portò nel suo (credo) letto e mi legò le mani con la cravatta.
Tenendo un ginocchio alto, con il piede vicino alla mia testa AUMENTO' IL RITMO.
Ho creduto di venire in quel momento, poi ha rallentato.
Ho immaginato che fosse stanco così mi sono fatta slegare, l'ho fatto sdraiare e mi sono seduta sopra di lui.. L'ho fottuto per quasi un'ora e mentre godeva - quasi quanto me - gli toccavo le palle con la mia mano sinistra dietro la schiena.
Andò tutto bene finchè non "squirtai" sulla sua pancia e quello fu un momento imbarazzante visto che mi tamponò e mi asciugò con la sua/mia cravatta.

Nel venire lui fu un po' più romantico, dopo avermi scopato ancora a pecorina mi venne sulla schiena.
Sebbene preferissi sulla mia 4 di seno o in bocca.

Da quel giorno mi sono lasciata col mio ragazzo che mi aveva già fatto le corna 4 volte e ho rivisto il mio professore solo altre 3 volte...Due delle quali sua moglie e sua figlia erano a casa.
La terza era ieri l'altro, quando con la cravatta mi ha legato ed immobilizzato la testa intorno ai suoi fianchi, mentre avevo il suo cazzo in bocca.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 3): 5.67 Commenti (0)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10