STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
L'amica della mia exIn Villaggiola vietnamitacolleghiUltimo Trimestre IIIGaleotto il telefoninoIl treno dei desideri.In ufficio!!!
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

la moglie disponibile
sono paolo,52 anni ben portati,voyeur convinto,sposato da 10 anni con antonella,una bella bruna 38enne.
mia moglie gia' prima del matrimonio aveva avuto piu' uomini.
me lo confesso' quando le chiesi di sposarci.
anzi,aggiunse,non ho nessuna intenzione di esserti fedele,quindi prima di fare questo passo pensaci bene.
mi disse che mi amava,ma poiche' amava moltissimo anche cambiar cazzi,non avrebbe rifiutato le avances di chi l'avrebbe attratta particolarmente.
accettai,ma con l'intesa che non avrebbe dovuto mai farlo senza che io lo sapessi prima e che sarei stato presente quando lo avessi desiderato e le condizioni lo avessero consentito.
mi sarei sentito meno cornuto e nello stesso tempo sarebbe stata soddisfatta la mia passione di guardone.
non dovetti aspettare molto per avere conferma di quanto fosse decisa a non farsi mancare niente.
capito' gia'durante il viaggio di nozze in un hotel sul mar rosso.
una mattina ordinai la colazione in camera mentre lei tutta nuda per il caldo era in dormiveglia sul letto.
dopo poco busso' il cameriere,avanti disse antonella,senza minimamente coprirsi.
entro' un bellissimo ragazzo di colore,alto,ben piantato,che incurante della mia presenza spaziava con lo sguardo avido sul corpo di mia moglie indugiando sulle tette e sulla fica depilata.
la scena mi provoco' disagio ma anche una eccitazione animalesca.
lascia pure qui', gli dissi dandogli la mancia.
appena fu fuori la porca mi guardo' con un sorrisino e disse:ma guarda come sei arrapato,ti si e' gonfiata la mazza cosi' tanto che se non la succhio subito e me la svuoto in gola va a finire che ti scoppia.
ciucciava da gran pompinara esperta(chissa' quanti ne avra' presi in bocca pensavo) e interrompendosi ogni tanto sussurrava:ti e' piaciuto lo spettacolo eh?
si,le risposi,poco mancava che quel giovane ti saltasse addosso all'istante tanto eri esposta con la fica semiaperta gia' pronta.
ne son sicura anch'io ma non intendo deluderlo,mi faro' sbattere stasera,anche perche' mi piace molto,credo che abbia un bel cazzone e poi son certa che ti eccitera' molto assistere.
alle 22 ali' ci raggiunse in camera,antonella era nuda,gli si avvicino',gli accarezzo' la patta e lo esorto' a spogliarsi completamente.
lucido come l'ebano,muscoloso,un cazzo lungo e grosso gia' in semierezione.
e' uno spettacolo, esclamo'mia moglie mangiandoselo con gli occhi e rivolta a me,vieni a prepararmi per la monta caro.
mi fece avvicinare,si fece succhiare i capezzoli e leccare la fica.
quando si senti'pronta, mi scosto'e indicandomi una poltroncina di fronte mi ordino':guardami e segati se vuoi.
fece quindi segno al giovane di avvicinarsi e con tono deciso gli disse:dacci dentro,sbattimi,fammi godere,io non voglio essere amata,per quello c'e' gia' mio marito,voglio essere scopata forte,come una vacca.
ali si meno' un po' il cazzo ed appena divenne duro come il marmo affondo' il bestione tra le cosce di antonella.
la pompava in modo brutale incitato dalla troia sempre piu' infoiata:sfondami,di piu' di piu',sborrami dentro,allagami.
vedevo il poderoro cazzone di ali' uscire per poi affondarsi tutto fino alla base dell'asta nella fica completamente aperta che antonella gli offriva.
godi puttana, le diceva mentre la stantuffava,dimmi che non lo hai mai preso un cazzone cosi' bello e prepotente.
Si,Sii,urlava e gemeva mia moglie ormai senza piu' freni inibitori e rivolgendosi per un attimo verso di me che stavo segandomi,mi fece cenno con la mano di avvicinarmi.
in quel momento l'amante le riverso' nella fica un quantita' di sperma mostruosa,antonella urlo' per il piacere e girando la testa verso di me:dai menati forte e vienimi addosso.
scappellai il cazzo con dei colpi rapidi e profondi cosi' che dopo qualche secondo le spruzzai sul viso e sulle tette tutta la sborra che avevo in corpo.
ritornati a casa riprendemmo la consueta vita da sposini:sesso frequente ma senza grandi emozioni,cenette con amici e lavoro.
io sono medico ed antonella insegnante.
una domenica di fine settembre,mentre poltrivamo a letto mia moglie mi dice:sai a scuola e' venuto un nuovo collega,un bell'uomo sulla quarantina che mi piace molto ed anch'io devo piacergli perche',anche se con molta discrezione,mi guarda e mi fa dei complimenti.
che ne dici se gli do un po' di corda?
in pratica voleva dire:cosa dici,faccio la stronza con lui?
gia' il modo come lo disse mi fece indurire il cazzo ma non volevo dare a vedere la mia eccitazione,per cui quasi distrattamente le risposi:mah vedi tu,ma tieni pesente che lavorate insieme per almeno un anno,e' pertanto una situazione da saper gestire con intelligenza.
valuta tu e fammi sapere.
ci ho pensato,mi ha detto un paio di giorni dopo,
faro' in modo un po' per volta di creare maggiore intimita' e,quando possibile, non mi faro' sfuggire l'occasione di farlo eccitare.
poi ti dico la verita',mi fa indurire i capezzoli al solo guardarlo,spero non ti dispiaccia.
non mi dispiace se saro' informato di tutto,anzi sai bene che saperti un po' zoccola mi arrapa molto.
nei giorni seguenti comincio' a vestire sexy,finche' una domenica mattina mi disse che
lui sarebbe passato a prenderla con l'auto per farle conoscere un centro commerciale dai prezzi stracciati.
ovviamente e' una scusa,mi disse mentre si preparava,credo che ci voglia provare ed io intendo incoraggiarlo.
per cui auspice la bella giornata di sole indosso' una gonna corta aderente,di quelle che quando ti siedi risalgono fino all'inguine ed una camicetta chiusa con i bottoncini,senza reggiseno.
ne sbottonero' almeno tre quando saro' con lui,mi disse troiescamente,cosi'che potra' gustarne la rotondita' e la bellezza della mia larga areola.
buona mattinata,la salutai,mentre avevo il cazzo cosi' in tiro che mi faceva male.
rientro' alle 14 era raggiante.
dai tira fuori il cazzo e menatelo che ti racconto.
ormai mi conosceva cosi' bene dal sapere che ce lo avrei avuto duro e pronto ad una megasega.
al centro commerciale non siamo proprio andati,ci siamo fermati su una altura fuori' citta' protetti da una fitta vegetazione.
avevo la gonna tirata fin su e le tette che fuoriuscivano dalla camicetta,lui era imbarazzato ma dal gonfiore dei pantaloni era evidente che era anche arrapato da matti.
gli ho presa una mano e me la son portata su una coscia:accarezzami pure se ti fa piacere,gli ho detto, mentre io mi carezzavo le tette e stringevo i capezzoli.mi accarezzava smpre piu' su e guardava il seno poi mi ha scostato il piccolo perizoma e titillato il clitoride,poi si e' sporto su di me e ha preso a leccarmi e succhiare le tette alternativamente.
la troia di mia moglie era cosi' brava a raccontare che vedevo la scena davanti agli occhi nel mentre me lo scappellavo su e giu' .
voleva cacciare il cazzo fuori ma io l'ho bloccato,ha continuato antonella,aveva un pacco davanti quanto mai invitante ma avevo deciso di farlo morire,per cui gli ho concesso solo di infilarmi due dita nella fica e sditalinarmi finche' ho goduto.
in sintonia con queste parole mi son dato tre colpi furenti con la mano ed ho schizzato in terra tutto il prodotto dell'attizzo che la troia mi veva procurato.
cosi' e' incominciata una nuova storia per noi.
la cosa tra loro e' poi andata avanti,ma questo ve lo raccontero' nei prossimi giorni.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 207): 7.04 Commenti (9)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10