STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
non pensavo mi piacesseMia madre e l'idraulicoSega e ditalinola mamma del mio caro amicoil caffèA volte la fortuna ci vede benissimo.moglie sottomessa e innamorataAgosto ...caldo con l'amico di mio figlio
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

invito a cena
Ero completamente ubriaca...avevo conosciuto un uomo. Non avevo mai provato un'attrazione cosi forte per qualcuno con cui avevo scambiato solo poche battute. Ma stavolta era accaduto...sentivo crescere in me la voglia di essere esplorata ogni volta che incontravo I suoi occhi...ogni volta che sfioravo le sue guance nei saluti di rito...
Una sera,in occasione di una riunione di lavoro,mi invita a cena a casa sua...bisogna tirare giu' un progetto.
Arrivo all'appuntamento con l'idea di pensare esclusivamente al lavoro e con la consapevolezza che il mio abbigliamento e sotto di esso il mio corpo parlavano d'altro...
Ho 40 anni,due figli,ma nonostante le gravidanze il mio corpo e' ancora desiderabile...indosso una minigonna poco sotto l'inguine,calze autoreggenti,reggicalze,perizoma,tacchi alti,camicia sobria nel taglio ma trasparente...niente reggiseno...I miei seni sono ancora turgidi e sostenuti...capelli rigorosamente sciolti,lunghissimi sulle spalle...non ho ancora un capello bianco e posso permettermi ancora di tenerli lunghi.
Arrivo all'appuntamento...
Lui apre la porta...resta per un attimo in silenzio...poi mi invita ad entrare.
Credo di aver esagerato nell'abbigliamento...lui indossa un pantalone di lino bianco e una camicia morbida lasciata fuori dal pantalone,quasi gualcita. Iniziamo a parlare del progetto e mi dice che ha gia' buttato giu' delle cose che dopo cena mi mostrera'.
La tavola e' ben curata...con tanto di candele...allora forse il mio abbigliamento non e' proprio esagerato...
Mi avvicino al tavolo.lui versa un po' di vino...ma non faccio in tempo a prendere il bicchiere...alle mie spalle le sue mani sono gia' sulle mie cosce...sento il suo respiro,il suo calore...le sue mani continuano a frugare tra le mie cosce...ed io sono gia' calda e umida tra le gambe...le sue mani ora sono sul mio sedere...palpano I miei glutei...salgono fino ai fianchi e avvolgono il mio ventre...I miei seni,ancora inesplorati,sono gia' eccitati...I capezzoli sono come chiodi e la luce delle candele mette in evidenza le trasparenze della mia camicia...sento che preme su di me...sento il suo sesso farsi spazio tra I miei glutei...le sue mani ora torturano I miei capezzoli sotto la camicia...l'eccitazione e' diventata insopportabile...il suo sesso prepotente continua a premere tra I miei glutei...la gonna e' ormai salita fin sopra I fianchi e le mie natiche sono nude sotto le sue mani...mi prende per I fianchi e si muove sopra di me spingendo con forza...mi volto verso di lui...il suo sesso nudo fuori dalla cerniera dei pantaloni...lo prendo con le mani e inizio a toccarlo muovendo la mano su e giu'...lui geme di piacere...il suo sesso e' gonfio e turgido...lui prende il vino e lo versa sulla mia camicia...e' freddo e I miei capezzoli sono duri come pietre...la camicia ormai adesa ai miei seni...lui li lecca attraverso il tessuto poi strappa via la camicia,prende le mie cosce e mi sbatte sul tavolo...il suo sesso penetra fino in fondo nel mio sesso caldo e umido ed io sento la sua eccitazione fino al mio ventre che sussulta ad ogni spinta violenta...lui geme ed io gli chiedo di fottermi...e lui mi fotte tenendo con una mano una coscia e con l'altra strizza un seno...mi tortura I capezzoli con la lingua e ad ogni suzione il mio sesso ha una contrazione che lo avvolge completamente...ad un tratto si tira indietro. Io resto seduta sul tavolo stravolta. Non capisco cosa sta succedendo...in fondo al salone c'e' una persona...un uomo. Lui mi accompagna sul divano...ancora con le calze,ormai smagliate,con la gonna sui fianchi e a seni nudi e pieni di vino mi adagia sul divano...lega I miei polsi con le maniche della sua camicia...lega le mie caviglie con I suoi pantaloni...si avvicina alla mia bocca riempendola del suo sesso...l'uomo in ombra si fa avanti e si china su di me...inizia a leccare I miei seni mentre lui spinge col suo sesso contro la mia lingua...l'uomo continua a succhiarmi I capezzoli e scende fino al mio ventre...spinge cosi tanto con la sua lingua che sembra voglia forare il mio ombelico...il mio ansimare e gemere di piacere contrasta la sua lingua...lui scende ancora...inizia a leccare il pube e si fa largo nel mio sesso...la sua lingua calda e sapientemente usata sul mio clitoride mi fa impazzite...io continuo a succhiare il sesso che ho in bocca e l'uomo misterioso mi penetra con la lingua,fino in fondo...sto per godere pienamente di un orgasmo,lui torna a succhiare il mio clitoride e con le mani esplora il mio sesso...mentre raggiungo l'orgasmo,il sesso che ho ancora in bocca esplode a fiotti sulla mia lingua...l'uomo misterioso tira su le mie gambe legate,afferra I miei tacchi e penetra tra I miei glutei trovando il mio umido culo pronto ad accoglierlo...inizia a sbattermi...e velocemente il suo sesso esplode dentro di me lasciandomi in balia di un altro orgasmo...

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 76): 6.54 Commenti (5)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10