STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Vera sorpresaLa sera dopoCarina e di colore si sfondare figa e culo.Io E Le Mie Compagne Di Classe...la mia puppona parte terzaCamera 109O mia dolce cuginetta...(Parte 5)la prima volta
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

il cameriere
Scritta da: jad975 (2)

Salve,questa che sto per raccontarvi è una storia successa veramente e solo pochi giorni fà.Io mi chiamo franco(ovvio che non è il vero)sono alto 1 metro e 75,bel fisico sportivo.faccio il pavimentista,ma per arrotondare ho cercato lavoro in un ristorante dove ci lavoro solo il sabato sera,giusto per arrotondare un pò lo stipendio,che con questa crisi l'euro non basta mai.Sono sposato da circa 7 anni,ed è stata la prima volta che ho tradito mia moglie.Il lavoro di cameriere lo avevo già fatto in precedenza solo che era da tanto,e avevo un pò di malepratica.Il primo giorno andò tutto bene,imparai tutto in fretta dove c'erano le cose che servivano,e come muovermi in cucina,grazie anche e soprattutto all'aiuto di una collega,nonchè moglie del titolare(che poi l'ho saputo che era la moglie solo giorni dopo).Lei faceva la capo cuoco,e quando c'era bisogno aiutava a servire.Il primo giorno non feci tanto caso a lei,ma il sabato successivo,io ero arrivato con un pò di anticipo,e poi è arrivata lei.WOW!!! era uno schianto come era vestita,indossava un pantaloncino corto,un paio di tacchi alti almeno 10 cm(lei poteva essere alta 1 metro e 65)ed una magliettina scollata che mostrava le sue belle tette sode(una terza),e con dei bei capezzoli che si intravadevano.Io feci finta di niente,ma al solo vederla mi si stava indurendo il coso.Iniziammo a lavorare in tranquillità,io la guardavo cercando un suo sguardo,cosa che non succedeva.Ad un certo punto entrando in cucina la vidi abbassata a prendere qualcosa,essendoci poco spazio per passare strusciai,involontariamente o no,con il mio coso al suo bel culo sodo.Lei si sollevò e senza guardarmi mi disse:"guarda che non si può avere il telefonino in tasca mentre si lavora",ed io mi avvicinai e gli sussurrai nell'orecchio"guardi che non era il telefono...".Lei ad un tratto si girò,mi fissò negli occhi,e diventò rossa.Ma non disse niente anzi si allontanò velocemente.Ebbi un pò di paura,credevo che avessi sbagliato a dire quelle cose,e che se la fosse presa a male.La serata finì presto,anche perchè c'era poca gente.Ci salutammo come tutte le sere senza neppure guardarci negli occhi.La mattina seguente mi telefonò il titolare chiedendomi una cortesia, di passare dal ristorante al pomeriggio che doveva passare il commesso del vino per scaricare,e che lui era fuori per lavoro,e di dare una mano a sua moglie.Gliela avrei data una mano tranquillamente ma non solo una mano,ma anche il mio bel cazzo.Vabbè,il giorno dopo vado all'orario stabilito,e lei era lì che mi aspettava,ma non ci guardammo in faccia,ed era arrivato anche il commesso.scaricammo non sò quante bottiglie,tante troppe,tanto che alla fine ero sudato fradicio,colpa anche del caldo.il commesso se ne andò,ed io salutando,mi accingevo ad andar via,ma fù lei ad invitarmi ad entrare a darmi una rinferscata,ed a bere una cosa fresca.io accettai moooolto volentieri,e mentre entravo i nostri sguardi si incrociarono.era la prima volta che ci riguardavamo dopo quell'episodio.entrai,andai in un piccolo bagno che c'era sul retro del ristorante,mi tolsi la maglietta e comincia a sciacquarmi alla meglio.all'improvviso arrivò lei che mi diede un asciugamano.io lo presi e feci per asciugarmi.lei rimase lì a guardarmi,ed io con la sola sua presenza cominciavo ad eccitarmi.credo pèroprio che se ne accorse,e mi chiese se volevo una mano per asciugarmi la schiena.senza rispondergli gli posi l'asciugamano e lei cominciò ad asciugarmi.intanto il mio cazzo si faceva sempre più duro,ed il sangue cominciò ad andare in testa.Pensai di girarmi e di baciarla,ma poi pensavo alla sua reazione negativa.Basta,pensai,non mi importava niente male che andava mi beccavo un bel ceffone.e lo feci,mi girai e mi buttai.con mio stupore lei sembrava che non aspettava altro,tanto che mi buttò subito la lingua dentro.quel bacio fù bellissimo e durò per 5 minuti.poi si stacco e guardandomi negli occhi mi disse:"non credere che sia una di quelle donne facili,io non l'ho mai fatto con nessun altro da quando sono sposata con mio marito".gli risposi che anche per me era la prima volta."sai,hai nel tuo sguardo un non sò che che mi ha fatto perdere la testa"mi disse.poi mi prese la mano e mi condusse nel salottino d'attesa del ristorante .arrivati al divano,si voltò,e cominciò a spogliarsi.man mano che lo faceva mi eccitavo sempre più vedendo quel suo corpo stupendo,molto meglio di una ventenne(lei aveva una 40 anni circa).poi cominciò a baciarmi il petto dolcemente.si sedette e iniziò a spoglirmi.appena fuori mi prese in mano il cazzo(18 cm,non è enorme ma fà la sua bella figura)ed iniziò a massaggiarlo dolcemente.appena poggiò la sua bocca sul mio glande ebbi un bellissimo brivido che partiva dai piedi ad arrivare al cervello.percorreva con la lingua dai testicoli al glande,per poi ingoiarlo interamente.si vedeva che ci sapeva fare.lo faceva in modo lento ma da esperta.mi staccai perchè non volevo venire subito la feci sdraiare e inizia a baciarla ed accarezzarla dappertutto.quando arrivai alla sua fighetta,che era depilata al punto giusto,non mi sorpresi che era già un lago di umori,ed inizia a leccarla e succhiarmi tutto.dopo poco arrivò,lo capii perchè mi spinse il capo sulla figa.era al settimo cielo,come del resto anche io.poi si alzò,mi fece sdraiare e si mise sù di me,sopra il mio bel cazzo tiratissimo.inziò a cavalcarmi lentamente,ma con un ritmo estremamente sensuale.intanto io gli massaggiavo il culo,e gli infilavo un dito nel suo buchino stretto tanto che sembrava ancora vergine.man mano il suo ritmo aumentava,e ad un certo punto capii che stava arrivando di nuovo.mi alzai e comincia a baciargli i seni,mentre lei si dimenava ormai come una pazza.quando arrivò per la seconda volta mi abbracciò fortemente,mi sembrava di stare in una morsa.si alzò e si mise a pecora mostrandomi una scena a dir poco splendida.un culo mozzafiato,quella stupenda figa ormai aperta e fradica,e quel buchino tanto invitante.puntai il mio cazzo nella sua figa,e con un solo colpo entrò.ero di nuovo dentro di lei,che la stavo stantuffando e lei che ormai aveva sciolto il ghiaccio(e non solo)si dimenava ed urlava:"siii!!dai....!più forte amore,sbattimelo dentro..."e si muoveva perfettamente al mio ritmo.Non c'è la facevo più stavo per venire,infatti dopo pochi colpi altri,mi svuotai tutto dentro di lei,nell'istante in cui stava godendo anche lei per l'ennesima volta.lo tirai fuori mentre la mia sborra gli colava lungo le gambe.Andò in bagno e si diede una pulita.quando tornò il mio cazzoche era mezzo moscio,al solo vedere di nuovo quel corpo si mise nuovamente a gonfiarsi.ci guardammo e capii che non eravamo sazzi ne uno e nè l'altro,anzi il mio cazzo era più duro di prima.allora lei se lo ha preso in bocca ed ha cominciato di nuovo a spompinarlo.poi mi ha messo a sedere e lei si è seduta sopra,ma questa volta si dirigeva il mio cazzo(che aveva ben lubrificato)verso il buchino del culo.in un primo momento stentava ad entrare,anche perchè aveva un pò di dolore,infatti io gli stimolavo il clitoride con le dita affinchè gli aumentava il piacere,ma poi dopo qualche colpo,iniziò ad andare sù e giù una bellezza e a godere come una forsennata.era stupenda vederla e sentirla.gli strizzavo i seni e lei urlava ancora di più.gli infilai due dita in figa e capii che non desiderasse altro.continuammo così per una ventinaq di minuti,e quando si accorse che stavo per godere un altra volta,si alzò e ci misimo a 69.ingoiava il mio cazzo e ad ogni mio colpo di lingua la sentivo mugire e succhiare sempre più forte.arrivammo quasi insieme,la innondai di sperma dai capelli al viso,alle labbra,e lei fece lo stesso,e io gli succhia tutti gli umori suoi.siamo stati distesi così per una decina di minuti scambiandoci baci io alla sua figa e lei al mio cazzo come se ci stavamoi ringraziando a vicenda.ci alzammo ci rivestemmo,lei mi diede un bacio sulla guancia e se ne entrò in casa.così feci anche io me ne andai.non ci siamo più sentiti,anche perchè il sabato scorso non ci sono andato per problemi di salute,e oggi che è già mercoledì non vedo l'ora che arrivi sabato per vedere e capire se ci sarà un altra volta o se è stata un unica avventura.spero che succeda ancora,perchè è stata una scopata fantastica.vi giuro che se dovesse succedere dell'altro non esiterò a riscrivervi e raccontarvi tutto.spero che vi sia piaciuta questa mia avventura e che vi siate eccitati.potete mandarmi i vostri commenti(ben accettati)al mio indirizzo:acuto975@alice.it.Ciao e spero alla prossima.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 186): 6.62 Commenti (7)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10