STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
io,lui e l'altro.Danielala mamma del mio amicoil telefono squillacognata in astinenza di cazzoSesso in vacanzaO mia dolce cuginetta...(Parte 5)Mia suocera
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

con mio suocero
Sono lisa ed ho 23 anni, premetto che con mio suocero (roberto 45 anni) ho sempre avuto un rapporto bellissimo, molto familiare e questo grazie a Matteo ( mio fidanzato 23 anni)che dal primo momento mi ha accolto nella sua famiglia con molta spontanieta.se oggi penso alla storia che mi è accaduta e che stò per raccontarvi devo ammettere che un po di vergogna la provo, ma vi voglio dire che ciò che è accaduto mi ha cambiata radicalmente. Sono una ragaza normalissima di 23 anni che a volte insieme alle proprie amiche fantastica sull'argomento sesso. Avevo un fidanzato carinissimo e due suoceri perfetti come si usa dire, giovani e comprensivi.Con mio suocero ho fatto molte cose, come guidare la macchina per fare pratica ( mio padre aveva paura di farmi guidare) e se oggi penso a tutte le volte che mi ha fatto guidare non sono sicura che guardasse la strada oppure le mie gambe. Insomma come vi dicevo famiglia perfetta quella di matteo, mio suocero bel tipo ( forse anche troppo) mia suocera Paola ( 44 anni) bella donna . Vengo al dunque , da giorni mi ero accorta che mio suocero tutte le volte che ero invitata da loro a cena mi gurdava ed appena io giravo lo sguardo verso di lui si girava dall'altra parte, isomma non una volta sola ma ripetutissime volte. Ammetto che la cosa mi piaceva perche mi faceva sentire bella, ma non avevo idea di quello in cui mi stavo cacciando. Pensai di dargli considerazione indossando ogni volta che ero da loro gonne e vestitini carini. Alla sera dopo che mattia mi aveva accompagnato a casa pensavo come sarebbe stato farlo con un uomo maturo, la cosa non so perche ma mi eccitava e pensavo che sarebbe stato un gioco da ragazzi farlo svenire ai miei piedi senza pero affondare il colpo. cosi solo per gioco.Una sera approfittando di un impegno di matteo ( calcetto) telefonai a mio suocero pregandolo di venirmi a prendere alla stazione( ritorno dall'università) lui accetto subito. era una giornata fredda lo ricordo benissimo, mentre lo aspettavo il cuore mi andava a duemila, lo vedo arrivare con la macchina e salgo.Si parla del piu e del meno quando dopo un periodo di silenzio mi accorgo che lui sbircia le mie gambe, avevo un vestito nero e marrone, sapevo che mi stava guardando e aspettavo che dicesse qualcosa. Lui mi sorprende dicendomi; Lisa devo dirti una cosa, lo sò che dopo che ti avrò detto questa cosa tu scomparirai e che probabilmente mi farai dei casini in famiglia, ma non ce la faccio piu, sono due mesi mi sego pensando a te, il tuo corpo mi fa impazzire. questo è tutto. Io rimasi senza parole ma non sapevo che fare quindi gli dissi che intenzioni aveva e lui mi rispose che se per me andava bene potevamo fare cio che avremmo voluto senza dire niente. Ammetto che mi stavo un po eccitando non so perche lo vedevo sicuro e credevo che si potesse veramente fare , senza che gli altri lo venissero a sapere.Mio suocero vedendomi zitta allungo la mano sulla mia gamba, proprio all'altezza del ginocchio salendo piano piano..., l'unica mia difesa era quella di attaccarmi alla sua bocca, lo feci... le due teste si incontrarono a metà strada gli misi la lingua in bocca facendola frullare piu veloce possibile..non riusciva a tenere il tempo, si stacco dalla mia bocca e disse; cavolo siete cosi veloci a baciare voi ragazzine...mi stai facendo eccitare Lisa vuoi sentire?.. io risposi di si e lui mi prese la mano mettendola sopra il suo membro ancora dentro i jeans. Sentivo un bel coso la sotto... lui mi sfilo il vestito dall'alto ( nel frattempo eravamo gia con la macchina in un posto isolato) mi tolse il reggiseno , rimasi con solo le calze con sotto le mutandine. Lui mi disse; ti immaginavo esattamente cosi , tette piccole ma dure, cosce sode, sei uno schianto! si tirò fuori il pene era davvero ben messo non tanto per lunghezza ma per grossezza, lo avevo in mano mentre lui cercava di bucarmi le calze all'altezza della mia fica, disse che aveva sognato di scoparmi con le calze addosso, visto che le portavo spesso e di svariati tipi. Queste erano nere normali, quindi buco le calze e infilò il suo pene dentro la mia fica ormai completamente bagnata. Era veramente bello sentire spaccarsi dentro...con matteo non sentivo questo tipo di dilatazione ,diventai pazza quando mi infilo contemporaneamente il suo dito nel mio culo, allargando il buco gia fatto sulle mie calze...abbiamo scopato per 30 minuti prima che lui mi arrivasse sulle mie tette . dopo mi prego di regalargli le calze anche se mal messe, lo feci ma da li non lo rividi piu.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 220): 6.8 Commenti (12)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10