STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Una nuova MikeyAmici....?scopata di culostoria veraL'ANNUNCIO DICEVA....la senzazione cuckold mi arriva sempre a Natale...La bambolaimprinting
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

con mia suocera in albergo
Durante il periodo dei morti mia suocera volle essere accompagnata al suo paese natio, e siccome io ero l'unico disponibile, in quanto munito di auto, con mia moglie che lavorava, si decise di andare insieme solo io e lei.
Tutto si svolse come da copione: Andammo nel Veneto da Torino, visita al cimitero, visita ai parenti e quant'altro.
Abbiamo anticipato la partenza di ritorno senza avvisare mia moglie e mio suocero.Ma, a causa di una forte nebbia che si era levata verso Mestre, mia suocera propose di fermarci in albergo a Venezia:
"E' inutile rischiare di fare qualche incidente, è meglio fermarsi e proseguire domani... tanto, ne tua moglie ne mio marito sanno che dovevamo tornare oggi.....!" disse.
Volendo si poteva tornare benissimo, ma quelle parole che mia moglie e suo marito non sapevano del nostro ritorno, mi fecero un pò pensare.
Del resto mia suocera mi è sempre piaciuta e sono sicuro che anch'io le piaccio, ma per salvaguardare la famiglia non abbiamo mai cercato neanche l'occasione.
Poi c'e' da dire che mia suocera è sempre stata una donna tutto d'un pezzo, riservata, autoritaria e molto bella per la sua età.

Mentre guidavo mia suocera si mise a scherzare:
"Sai... in viaggio di nozze con tuo suocero siamo venuti a Venezia.... la prima notte ero così imbranata che sono rimasta a bocca asciutta e quel poveraccio di mio marito non riuscì a sverginarmi ed astento eiaculò sulle mie cosce..... "
Poi ancora scherzando:
"Sembra che il destino mi porti a Venezia per ricordarmi quel mio fallimento....?!"
Non avevo mai sentito parlare mia suocera in quei termini e la cosa mi eccitava non poco a pensare che dovevo trascorrere la notte insieme a lei.
Per telefono, prenotai un buon albergo a Venezia e misi la macchina al parcheggio.
Il vaporetto che ci portava all'albergo era affollato e con mia suocera in piedi eravamo stretti uno all'altra. Lei era d'avanti ed io dietro col cazzo duro appoggiato da dietro.
Sotto voce si mise a ridere ed a scherzare:
"Cos'è.... vuoi passare la seconda notte di nozze con tua suocera?????!!!! ricordati che sono la mamma di tua moglie...!"
Io arrossii e lei se n'è accorta.
"Dai... stavo solo scherzando sai?"

Alla recepcion il cameriere, ci guardò per capire se eravamo marito e moglie e con aria interrogativa disse:
"Volete due letti separati o un letto matrimoniale?
Mia suocera subito di rimando:
"Matrimoniale prego....! Non vorrà farmi dormire separata da mio marito!!!!"
"Scusi signora... non volevo.."
Nell'ascensore scoppiò in una solenne risata:
"Quell'imbecille cosa credeva che io non potevo essere tua moglie!!!?? Le sta bene che l'ho preso per il culo... così impara.... "
Io cercavo di rincuorarla se magari lei fosse rimasta ferita nell'orgoglio:
"No mamma... tu sei bellissima... anzi sembri più giovane di me.... è che veramente ci ha scambiato per marito e moglie."
Eravamo arrivati sulla soglia della porta della stanza ed io mi misi a scherzare:
"Vuoi che ti porti dentro in braccio come due sposini?????!!!!"
"ohhh come mi piacerebbe tornare indietro di vent'anni.."
Ormai dai doppi sensi sembrava una cosa accertata.
Chiusi la porta a chiave... non feci in tempo a girarmi che mia suocera si incollò alle mie labbra.E subito dopo:
"So che tu mi desideri... e tu mi sei sempre piaciuto... me ne sono accorta quando nel mio bagno ti sei fatto una sega sulle mie mutande e me le hai macchiate di sperma....!!!!"
"Ma io......!"
"Zitto... voglio essere perversamente tua.... ma nessuno dovrà mai saperlo..... mi raccomando!"

Cominciammo a limonare in piedi mentre ci spogliavamo con desiderio.
Mia suocera aveva un paio di cosce bellissime, tornite, bianche.... un paio di tette di quinta ed una figona ricoperta di abbondanti e lunghi peli castani. Una meraviglia.
"Sei bellissima mamma.... che belle tette che hai...!"
Io Ero eccitatissimo.
Nudo d'avanti a lei con l'arnese in bellavista.
"Che bel cazzo che hai.... come c'è l'hai grosso... sai ho sempre sognato di averlo dentro di me...... vieni mettiamoci sul letto che te lo voglio succhiare!"
Ci disponemmo a sessantanove sul letto e cominciai a baciare la figa di mia suocera mentre lei ingoiava il mio cazzo.
"Mamma che figona pelosa che hai.... com'è tutta bagnata.... allargami le cosce che ti succhio il clitoride.........."
"Si cosiiiiiiii genero mio... succhiamelo.... succhiami il clitoride.....
ohhh come è bello...... nessuno me l'aveva mai succhiato.....
Quel buono a nulla di mio marito non sa cosa sia il sesso e non ha questo cazzone che hai tu......
te lo lecco tutto......!!!"
Continuò a spompinarmi passando dalla cima alle palle.... leccava con avidità e se lo faceva scomparire fino alla gola....
Stavo per venire mentre lei mi umidificava la lingua con la sua figa.
"Mamma..... sta per venire.......!"
"Siiiii... anch'io...... sborrami in bocca.....!"
Strinsi il suo culo verso la mia bocca e mentre lei veniva urlando di piacere le sborrai in bocca una quantità di sperma che riuscì appena a trattenerla tutta.
Siamo rimasti qualche minuto in quella posizione mentre lei andava ancora su e giù con la figa sulla mia bocca ed io le accarezzavo le tette.....
Si alzò dal letto e si diresse verso il bagno per pulirsi la bocca.

Non so quanti minuti passarono, non tanti da consentirmi di riprendere fiato.
Quando mia suocera tornò dal bagno ero ancora steso sul letto e la vidi in piedi vicino a me con quel culo maestoso e quella bella figa che avevo sempre sognato.
"C'è l'hai moscio adesso... hai visto la mamma come ti ha distrutto.... Però non vorrai mica lasciarmi a bocca asciutta come tuo suocero... ne?!..... Guardami la figa che ti ecciti ancora... guarda che bel figone che ha tua suocera tra le cosce..... guarda quanti bei peli che la rivestono.... è tutta tua... questa è la figona per il cazzone di mio genero....!!!!"
Il cazzo mi divenne subbito di marmo.
Mia suocera si avvicinò al letto, si mise in ginocchio sulla sponda del letto, mi prese in mano l'arnese duro e cominciò a menarlo mentre me lo baciava alla base sui peli.
"Sei proprio ben dotato figlio mio..... lo sai?!!"
"Fai piano mamma... se no vengo di nuovo....!"
"No aspetta.... già mi è bastato lo sperma che mi sono bevuto... Adesso questo bel cazzo lo voglio tutto dentro...... è tanto tempo che lo desidero!"
Non credevo alle mie orecchie.... Sentire mia suocera che parlava di cazzi..... di sperma e di sesso era la cosa più eccitante che mi poteva capitare.
"Mamma come vuoi che te lo metto?"
Mi sono sempre masturbata pensando a te che mi possedevi alla pecorina..... è così che vorrei provare... così me lo sento tutto dentro..!"
Si mise sul letto a pecora e con le mani di dietro me l'apriva per farselo entrare tutto dentro.
Glielo ficcai subito tutto dentro... fino ai coglioni....

"OHHHHHHHHHH come me lo sento tutto dentro.... mi arriva fino allo stomaco.... ome è bello averlo tutto dentro.... senti le tue palle che picchiano contro la mia figa.....
ohhhh meriterei di essere picchiata tutta io per quello che sto facendo.... ma noi non diremo niente a nessuno..... sarà il nostro segreto vero?.... ohhh come godo..... Ancora... Ancora....
Ancora..... fottimi.... Fottiti quella troia di tua suocera.... ohhhh quante volte sto venendo...."
"Godi mamma..... Anche a me piace ficcartelo dentro... mentre ti guardo questo culo meraviglioso..... mamma se vuoi te lo lecco....!"
"No voglio che mi sborri dentro..... e dopo che ti sei riposato... voglio farmi fottere a cosce larghe mentre tu sopra di me mi baci ficcandomi la lingua in gola...... oh che troiona che sono..... ma non importa.... continua a fotterti la mamma..."
La scopai sempre più accanito finchè non venimmo insieme gridando di piacere e godendo perversamente.
Restammo tutta la notte abbracciati.... ogni tanto sveglio io o sveglia mia suocera ci fottevamo in tutte le posizioni, amorevolmente, animalescamente, con passione. L'importante era che nessuno doveva sapere che scopavamo suocera e genero.
Il giorno dopo abbiamo telefonato a casa, dicendo che ci saremo fermati due giorni a Padova perchè la mamma non aveva mai visto la basilica di quella città e.... altri monumenti.

FRODO TORINO

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 2169): 7.31 Commenti (28)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
RSS feed Sei eccitato? Se vuoi divertirti da solo o vuoi provare qualcosa di diverso con la tua lei, visita questo Sexy Shop, troverai tanti toys interessanti e molto altro.