STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
La segretaria ...Vicina in reggicalzeLa migliore amica di mia moglie nonché la moglie del mio migliore amicola scommessaPRAGA la donna grandi tette 2Verginità anale perdutaNichol e il mio anonimoL'amica del Tennis
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

colleghi
Scritta da: gabrielcuore99 (1)

la sera dopo il lavoro era noto che andavamo a prendere un caffè dopo il lavoro,si parlava di tutto essendo single entrambi si parlava di sesso e cose cosi una sera al posto di andare a prendere il caffè andiamo a bere una cosa avendo raccontato cosa volevo essere fatta per una mia fantasia,beviamo io premetto che non lo reggo l alcool ero un po brilla lui di meno decidiamo di andare via guida lui lasciando la sua auto li al parcheggio ci avviamo verso casa mia lui era un bel uomo alto moro occhi scuri vestito sempre con camicia bianca il classico vestito elegante io da donna indossavo un abito corto aderente nero e scollato tacco 12...dopo poco arrivati sotto casa mia scendiamo non riuscivo ad aprire il portone cosi lui parcheggia e viene ad aiutarmi entrando lui mi teneva tra le braccia si vedevano il mio seno generoso lui chiuse il portone ed essendo notte fonda si ricorda della mia fantasia cosi comincia a baciarmi mentre mi abbraccia io ricambio dopo poco lui comincia a baciarmi il collo poi il seno me la godo ad un certo punto lo sento scende per i fianchi le sue mani calde mi alzano il vestito lo sento baciare le cosce spostare il perizoma e infilare la sua lingua nella passera cosi prende una gamba la mette sulla sua spalla facendomi aprire bene la passera cosi lui poteva leccarla tutta le sue mani mi stringevano i glutei poi il seno i miei umori che mi colavano tra le cosce si alza per baciarmi e io gli tocco il suo pene lui con le mani dietro al collo mi tiene a se mentre mi abbasso per fargli un pompino si accende una luce il mio vicino di casa rimetto dentro il pene e andiamo su nel mio appartamento lui con un pene gonfio mi prende in braccio mi poggia sul tavolo si toglie la giacca la sua lingua sul mio collo era cosi dura la sua lingua ma nello stesso tempo dolce le sue mani erano tra le mie cosce mi sento penetrare erano le sue mani calde che si facevano spazio nella mia passera bagnata continuando a baciarmi toglie le sua mani mentre io gli tolgo la camicia lui mi sfila il vestito mi toglie anche il reggiseno e il perizoma mi lascia solo le calze e le scarpe mi scende dal tavolo mi fa inginocchiare mi prende i capelli tra le mani tira fuori il suo pene lo infila nella mia bocca io comincio a succhiarlo e a segarlo dopo circa 10 minuti lui estrae una sedia da vicino al tavolo mi dice di sedermi mi apre le gambe e comincia a succhiare la mia passera dicendo ora godrai con un vero uomo le sue leccate erano intese e calde le sue mani andavano su e giù dal seno alla bocca mi accarezzava le gambe gli piaceva sentire il tessuto delle calze sotto le mani la sua lingua non si ferma mai io godevo ad un certo punto gridai dio sono venuta e lui apri la bocca ancora di più e succhiando con le mani spostai la sua testa i miei muscoli tremavano non potevano sopportare oltre la sua lingua cosi lui si alzo con un pene duro lo mise davanti a me dicendo succhia comincia prima a segarlo poi a succhiare il suo pene si gonfiava sempre di con la mano toccavo i testicoli lui tiro il capo indietro dicendo sei una puttana da scopare sempre mi stai dando piacere assoluto come non mai voglio un letto lo presi per mano e lui lungo il corridoio mi guardo il sedere si mise un dito in bocca e lo infilo nel sedere lo guardai con un sorriso era molto eccitante arrivati nella camera mi fermo tolse il dito e nel orecchio disse girati e fatti inculare troia mi piego sul letto con le sue mani prese i miei umori e li portò sul suo pene poi sul mio sedere comincio a spingere godevo nel sentirlo entrare dentro di me dopo 4o5 colpi entro con tutto il pene dicendo il mio cazzo e tutto nel tuo culo fatti fottere voglio sentirti gridare dal piacere da troia godi con un uomo vero cosi gli dissi stronzo se devi incularmi fallo bene no cosi mi prese per i fianchi andando avanti e indietro velocemente gridavo si cosi dai maiale mi senti uno schiaffo da gridare ancora di più dopo mi butto sul letto apri le mie gambe prima sputo sulla mia passera e infilo il pene cosi forte da farmi male lo sentivo nella gola come se volesse uscire dalla bocca le sue mani sul mio seno lo stringevano godevo in quel suo gesto cosi rude si inchino a baciare la mia bocca dicendo sei sazia di cazzo troia mi piace toccarti le gambe quando hai le calze mi eccita sei una troia mentre io sentivo le sue parole spingeva il suo pene ad ogni sua spinta andavo in estasi gli dissi sto per venire diede altre 5 o forse 6 botte e me lo infilo nel sedere cambiando di posizione mi mise sulle sue gambe aprendo le mie con una mano mi toccava il seno e con l altra mi masturbava il clitoride il pene pene nel mio sedere non sapevo dove dovevo godere prima dopo un po mi diede uno schiaffo sulla passera poi mise la mano sentiti i miei umori scendere sulla sua mano la tiro via andando su e giù e poi le infilo dentro la passere prese una delle mie mani e mi fece masturbare accompagnala con la sua mano sentivo il pene scoppiare nel mio sedere le sue dita muovermi dentro e masturbarmi con due mani una goduria magnifica gli disse eccomi sto arrivando quando senti lui schizzare il suo sperma dentro il mio sedere e lui che diceva godiamo insieme dai troia godi con me la sua lingua la sentivo sul mio collo un calore unico e denso le sue dita uscivano piano piano dalla mia passera tiro fuori dolcemente il suo pene mi giro verso di lui mi bacio la pancia e disse e stato bello mi tiro sul letto mi bacio e mi abbraccio io ero stanca cosi soddisfatta del rapporto avuto mi addormento sul suo petto la mattina mi sveglio lui era li senza svegliarlo mi faccio una doccia mi vesto faccio il caffè e lo sveglio dicendo vero uomo sveglia il caffè dobbiamo andare a lavoro mi guarda e mi fa sei stata una troia che scoperei volentieri stasera ancora gli disse solo ok alle 9 devi essere qui un altra mega scopata che poi vi racconterò...........

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 7): 5.29 Commenti (0)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10