STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
storia in famigliaMia zia scopata dal bagnino (3)la mia prima penetrazione doppiasesso purola mia exQuella sera a casa di Luciano...il bello del cuckoldListruttore di nuoto
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

benedetta infermiera!
Sono tutte balle. A leggere questi racconti sembra che i cazzi lunghi 22/25 centimetri siano la normalità, e io con i miei 16 centimetri credevo d’averlo piccolo.
Poi la settimana scorsa sono andato all’ambulatorio per un’iniezione e l’infermiera ha cominciato a fare battute “chissà quante ragazze si fa questo bel fusto”, ecc.: io non sono un bel fusto, ma forse quest’infermiera aveva già delle intenzioni. Tra parentesi quest’infermiera è una bionda sulla quarantina, non bellissima di faccia ma con due tette enormi che tirano il camice, e due belle gambe lunghe che spuntano dalla gonna sopra il ginocchio. E insomma faceva queste battute e io arrossivo e poi le ho confidato che non ero mai stato con una donna perché non avevo il coraggio, perché ce l’avevo troppo piccolo.
Allora lei ha fatto la faccia sorpresa, e ha detto “non ci credo: vediamolo!” e rapidamente mi ha voltato (avevo già i pantaloni calati per l’iniezione) e ha abbassato gli slip. Non vi dico il mio imbarazzo… “Eh, ma la misura va presa quand’è dritto.” E ha cominciato a toccarlo, poi si è abbassata e se l’è messo tutto in bocca: in pochi secondi mi è diventato duro come un bastone. Lei ha scostato la testa e mi ha detto “E questo ti pare piccolo?” Io non riuscivo a parlare, avevo la testa vuota. “Vedi, la misura del pene non va presa col centimetro, ma con un’altra unità di misura.” Io non capivo di cosa stesse parlando. “La misura del pene è la passera!” E in un attimo si tolse le mutande da sotto la gonna, poi mi stese sul lettino e mi salì sopra a cavalcioni, e piano piano se lo infilò tutto dentro, e cominciò ad andare su e giù che mi pareva il paradiso. Non lo sapevo che era una cosa così bella!
Purtroppo sono venuto troppo velocemente: l’emozione, la paura di essere scoperti, l’agitazione…
“Non ti preoccupare, è normale.” Mi ha detto, ed è scesa dal lettino. Mi ha dato un ultimo bacetto sul cazzo e mi ha detto “E tu credi che sia troppo piccolo? Torna la prossima settimana per una misurazione più precisa…” Si è rimessa gli slip, ed è uscita con un gran sorriso e facendomi l’occhietto.
E allora domani ci torno, e al pensiero oggi mi sono fatto già due seghe…
(lc)

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 34): 6.82 Commenti (9)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10