STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
la troia della sorella del mio amico...La prima masturbazionenon c'é cosa piu divina che....Il mio istruttore di fitnessalla frontieraPrestazioni straordinarieLa prima volta di Mariellala mia dolce troia
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

autostrada d'estate
Giugno, un caldo giugno. Percorriamo l'autostrada del sole, direzione vacanze al mare. Siamo fidanzati da 4 anni , lei 32 anni, un po' in carne, castana capelli lunghi mossi sotto le spalle, occhi marroni. Una ragazzona, alta un metro e settanta per una settantina di chili abbondanti, corpo morbido con una terza di seno coppa C.
Lei sul sedile del passeggero, un paio di zeppe di sughero ai piedi, misura 41, un vestitino leggerissimo azzurro di cotone e sotto slip, senza reggiseno perchè "siamo in macchina non mi vede nessuno e sto più comoda".
Abbiamo una piccola discussione in auto, lei se l'è presa perchè le metto sempre fretta prima di partire e non riesce mai a partire rilassata, a preparare le valigie come vorrebbe. Io le rispondo che non possiamo sempre perdere tempo con le sue storie e cala il silenzio in auto. Per una ventina di minuti abbondanti, poi lei mi chiede di fermarci au una stazione di servizio per andare in bagno. Percorro ancora qualche chilometro nel silenzio e arriviamo ad un autogrill, mi fermo alle pompe di benzina per fare il pieno e lei scende dall'auto avviandosi verso i bagni.
Non posso fare a meno di guardarla: le zeppe sono alte almeno 9 cm, un po' abbbondante com'è è un sogno vederla dondolare su quelle scarpe.
Si avvia verso i bagni e la vedo sparire dietro la porta.
Dopo 5 minuti non la vedo tornare, comincio ad insospettirmi e mi avvio verso i bagni per verificare .
Apro la porta e in un angolo vedo le sue zeppe, slacciate, gettate in un angolo del bagno, sopra ad una pozza di acqua, si sono anche bagnate un po....
Entro e giro il primo angolo del bagno... deserto.... silenzio assoluto....
Inizio ad aprire le porte dei cessi ma sono tutti vuoti... uno a uno e proseguo. Alla terza porta ne trovo una semiaperta, riconosco i suoi slip neri, sono per terra, inzuppati su una chiazza di urina accanto alla tazza del cesso....
Capisco che c'è qualcosa che non va, giro ancora l'angolo e vedo una porta di ferro, tipo magazzino, accostata. Lei non può che essere passata da li per uscire. (continua)

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 13): 5.15 Commenti (4)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10