STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
non resisto.ho 45 anni e sono di Romaio,mio marito e il brasilianogita a maltaSESSO DI FUOCOla pistola nel reggicalzemister pMi metteresti incinta?Una via aperta...
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

UNA SETTIMANA CON MIA COGNATA
UNA SETTIMANA CON MIA COGNATA

MI ERO DIVORZIATO CON MIA MOGLIE DA POCO ED ERO UN PO’ DEPRESSO.
QUALCHE GIORNO DOPO MI CHIAMA MIA COGNATA AL TELEFONO DICENDO CHE AVEVA TROVATO UNA SETTIMANA LAST MINUT IN UN VILLAGGIO AL CALDO:
-IL PREZZO E’ VERAMENTE CONVENIENTE, VUOI VENIRE ANCHE TU CON ME E TUO FRATELLO?-
ACCETTAI DI BUON GRADO, ANCHE PERCHE' VEDERE LE COSCE DI MIA COGNATA AL MARE E QUEI PELI CHE USCIVANO DAL COSTUME IN PROSSIMITA’ DELLA FIGA MI AVEVANO FATTO SEMPRE PIACERE.
CON MIA COGNATA C’E’ STATO DA SEMPRE UN CERTO FILING. MI SAREBBE PIACIUTO SCOPARMELA E CREDO CHE ANCH’IO NON LE ERO INDIFFERENTE, MA PER RISPETTO DI MIO FRATELLO NON CI AVEVO MAI PROVATO.
PARTIMMO PER IL VILLAGGIO AD UN PREZZO VERAMENTE INCREDIBILE.
IL VILLAGGIO ERA PERFETTO: MARE, SOLE, ANIMAZIONE, BALLI E QUANT’ALTRO.
I PRIMI GIORNI GUARDAVO MIA COGNATA IN COSTUME, IL SUO CULO PERFETTO FINO A FARMI QUALCHE SEGA PENSANDO A LEI.
LEI CERCAVA DI CONSOLARMI DAI POSTUMI DEL DIVORZIO:
-UN BEL RAGAZZO COME TE VEDRAI CHE TROVERAI UN'ALTRA DONNA CHE TI MERITI…-

LA SETTIMANA PASSO’ IN FRETTA, MA LA SORPRESA ARRIVO’ IL GIORNO DELLA PARTENZA QUANDO LA RESPONSABILE DELL’AGENZIA CI AVVISO’ CHE PER VIA DELLO SCIOPERO DEGLI AEREI NON POTEVAMO PARTIRE TUTTI E TRE!
FURONO INUTILI LE PROTESTE E GLI AVVERTIMANTI DI RISARCIMENTO, FINCHE’ ALLA FINE CI PROPOSE UNA VIA DI MEZZO:
-C’E’ POSTO SU UN AEREO CON UN' ALTRA COMPAGNIA… MA DUE DI VOI DEVONO RIMANERE QUI PER UN' ALTRA SETTIMANA.
E’ CHIARO CHE A SPESE DELL’AGENZIA DUE DI VOI POSSONO FARE UN'ALTRA SETTIMANA NEL VILLAGGIO….. NON MI SEMBRA NEANCHE MALE!- DISSE LA RAGAZZA.
MIO FRATELLO CONTINUO’ AD URLARE DICENDO CHE LUI A TUTTI I COSTI DOVEVA TORNARE IN ITALIA PERCHE’ AVEVA DEGLI ESERCIZI DA GESTIRE E LA SUA PERDITA SAREBBE STATA ENORME.
INSOMMA, DI FRONTE ALL’EVIDENZA DEI FATTI SI DECISE CHE LUI ANDASSE A TAMPONARE LE SUE PERDITE ED IO E LA MOGLIE SAREMMO RIMASTI UN'ALTRA SETTIMANA NEL VILLAGGIO.

A ME, IL FATTO DI RIMANERE DA SOLO CON MIA COGNATA UNA SETTIMANA, NON POTEVA CHE FARMI PIACERE. PERO’ FINSI DI ESSERE DISPIACIUTO E PROPOSI CHE TORNASSE LA MOGLIE IN ITALIA….?!
-NON SE NE PARLA NEPPURE…. RESTATE PURE E CI VEDIAMO TRA UNA SETTIMANA!-
NON CI RIMASE CHE UBBIDIRE.

IL PRIMO GIORNO DA SOLO CON MIA COGNATA PASSO’ COME TUTTI GLI ALTRI: SOLE, MARE SDRAIO ECC.
PERO’ GIA AL RISTORANTE DA SOLO CON LEI… MI FACEVA UN PO’ EFFETTO.
AL MARE LE GUARDAVO IN MEZZO ALLE COSCE COME SE VOLESSI SPOGLIARLA E VEDERLE LA FIGA. LEI SE NE ACCORSE E FECE FINTA DI NIENTE.
IL SECONDO GIORNO, QUANDO L’ITALIA ED IL MARITO ERANO LONTANI, COMINCIO’ A CREARSI TRA NOI UN PO’ DI INTIMITA’.
AL MATTINO MI CHIESE DI SPALMARLE L’ABBRONSANTE SULE SPALLE ED IO COMINCIAI AD ACCAREZZARLE LA SCHIENA FINO A SPINGERMI FINO AL FONDO.
IL CAZZO MI DIVENNE DURO FINO AL PUNTO DA NON POTERLO PIU’ NASCONDERE SOTTO IL COSTUME.
MIA COGNATA SI ACCORSE DEL BOZZO E LE SCAPPO’ UN RISOLINO….
-PERCHE’ RIDI….?????- DISSI IO.
-INDOVINA UN PO’…….!- RISPOSE…
NON CI FURONO ALTRE PAROLE E LA GIORNATA PASSO’ TRANQUILLA, ANCHE SE IN ME SI FACEVA SEMPRE PIU’ VIVO IL DESIDERIO DI SCOPARMELA.

QUELLA SERA NEL VILLAGGIO ERA ORGANIZZATA UNA SERATA DI BALLI LISCI, COSI’ LE PROPOSI DI ANDARE A BALLARE.
-NON MI SEMBRA IL CASO….- DISSE LEI.
-ALMENO CHE NON LO SAPPIA TUO FRATELLO…..-
GIA’ QUELLA COMPLICITA’ FU COME UN AVVERTIMENTO DEL SUO BENESTARE.
ALL’INIZIO DI UN BALLO LENTO INVITAI MIA COGNATA A BALLARE E FU DURANTE QUESTO BALLO CHE INCOMINCIAMMO:
DURANTE IL BALLO SENTIVO LA SUA COSCIA CONTRO IL MIO PISTOLONE TANTO CHE LA COSA MI FECCE ECCITARE NON POCO. MIA COGNATA AVEVA CAPITO. CON L'UCCELLO DURO MI AVVICINAVO SEMPRE DI PIÙ ALLE SUE COSCE FINCHÈ NON LA VIDI DIVENTARE ROSSA IN VISO.

MAN MANO CHE BALLAVAMO MI FACEVO SEMPRE PIU’ AUDACE CERCANDO DI FARLE SENTIRE IL CAZZO SEMPRE PIU’ VICINO. LEI CONTINUAVA A FAR FINTA DI NON ACCORGERSENE, MA LE PIACEVA….. ECCOME SE LE PIACEVA……
CI FU UN MOMENTO CHE LA VIDI CHIUDERE GLI OCCHI COME SE STESSE GODENDO ED IO APPROFITTAI PER STRINGERLA FORTE A ME.
QUANDO STRINGEVO LA VERGA VERSO LE SUE COSCE STRINGEVA ANCHE LEI VERSO DI ME. IL MASSIMO FU QUANDO COL MIO MEMBRO CONTRO DI LEI… SI LASCIO’ ANDARE CON UN GRIDOLINO: “SCIIIII…….” COME SE STESSE GODENDO.

DOPO, ALL’IMPROVVISO SI STACCO’ DA ME E VOLLE TORNARE NELLA SUA CAMERA.
DAVANTI LA PORTA DELLA SUA CAMERA SENTIMMO SQUILLARE IL TELEFONO.
SI AFFRETTO’ AD APRIRE LA PORTA ED A RISPONDERE IO ENTRAI DIETRO DI LEI CHIUDENDO LA PORTA: AL TELEFONO ERA IL MARITO.
LA SENTII RISPONDERE:
-SONO QUI IN CAMERA CON UN FORTE MAL DI TESTA……!!!!!-
-TUO FRATELLO….. HA TROVATO COMPAGNIA CON UNA DEL VILLAGGIO…. E SE LA STA GODENDO….. MI SA CHE PASSERA’ UNA SETTIMANA IN ALLEGRIA…… BUON PER LUI CHE SI TROVA IN QUELLO STATO D’ANIMO……… E’ MEGLIO CHE SI DIVERTE MENTRE PUO’……!!!!!-
-STAI TRANQUILLO CHE FACCIO LA BRAVA!!!!!!!!??????.......-
DOPO ALTRE CONVENEVOLI SI SALUTARONO.

MIA COGNATA RIMASE VOLTATA DI SPALLE IN SILENZIO….. COME SE SI VERGOGNASSE. SEMPRE GIRATA DI SPALLE, DOPO UN PO’ FU LEI A PARLARE:
-HAI SENTITO…….!!!!?????..... MI COSTRINGI A DIRE BUGIE A MIO MARITO……..!!!!!-
-TI RINGRAZIO….. SEI MOLTO CARA CON ME…….!!!-
-BE…. TI DIRO’….. PRIMO: SONO SICURA CHE IN QUESTA SETTIMANA TUO FRATELLO SE LA SPASSERA’ CON LE PUTTANE. SECONDO: SEI MIO COGNATO E TI VOGLIO BENE….E TI VEDO COSI’ GIU’ DI MORALE DOPO IL TUO DIVORZIO CHE VORREI AIUTARTI…. IN QUALCHE MODO. TERZO: TUTTE QUESTE COINCIDENZE…… SEMBRA DESTINO??????!!!!!-
ERA ANCORA IN PIEDI ACCANTO AL COMODINO ….. MI DAVA LE SPALLE….. MI AVVICINAI A LEI DA DIETRO…. LE CINSI IL BRACCIO ALLA VITA E LA BACIAI SUL COLLO………
FU UN MOMENTO BELLISSIMO…. SENTIVO BRIVIDI LUNGO TUTTO IL CORPO….. MIA COGNATA SI GIRO’ E MI OFFRI’ LA BOCCA……
DAPPRIMA LA BACIAI CON LA BOCCA CHIUSA…. DOPO FU LEI AD APRIRMI LA BOCCA MENTRE IO LE FICCAI LA LINGUA DENTRO……
LEI INVECE MI PENETRO’ CON LA LINGUA FINO ALLA GOLA….. MENTRE CON LA MANO MI TOCCAVA IL CAZZO E SOPRA I PANTALONI E COMINCIO’ AD ACCAREZZARLO…..
DA QUELL’ATTEGGIAMENTO CAPII CHE LEI VOLEVA SOLO SESSO, TANTO CHE MENTRE IO COMINCIAVO A LECCARE IL SUO COLLO LEI SI STACCO’ DA ME COME SE VOLESSE CHIARIRE TUTTO:
-SENTI…… TU MI PIACI DA SEMPRE….. PERO’ CHE SIA SOLO SESSO TRA NOI……. E SOLO PER QUESTA SETTIMANA…. E POI CI DIMENTICHEREMO PER SEMPRE!!!!!-
-D’ACCORDO…. ANCHE PER ME VALE QUESTO…..-
-BENE…. ALLORA CERCA DI ESSERE DISINIBITO AL MASSIMO…. COSI’ COME DISINIBITA VOGLIO ESSERE IO….. FARO’ D’ISTINTO QUELLO CHE MI VIENE IN MENTE…..!!!-
-SPOGLIATI NUDO….. SDRAIATI SUL LETTO CHE VOGLIO FARTI LO SPOGLIARELLO…….!-
MI DENUDAI IN UN BALENO E CON IL CAZZO GROSSO E DURO MI SDRAIAI SUL LETTO.
MIA COGNATA GUARDAVA AMMIRATA IL MIO CAZZO CHE VIBRAVA IN ARIA.
IO CON LA MANO DIEDI DUE COLPI SU E GIU AL CAZZO E CAPII CHE LEI SI ECCITAVA A GUARDARE.
DA LONTANO TIRO’ FUORI LA LINGUA….PER FARMI CAPIRE CHE VOLEVA LECCARMELO…. DOPO SPENSE LA LUCE FORTE ED ACCESE L’ABAJOUR…….COMINCIO’ A SPOGLIARSI…..
HO CAPITO CHE VOLEVA TIRARARE FUORI TUTTA LA SUA SESSUALITA’ E FARE LA PUTTANA CON ME……..?!!!!!!!!!!!!
SI TOLSE IL RGGISENO E VIDI COMPARIRE DUE TETTE BELLISSIME…. PIENE E BEN FATTE.
POI GRADATAMENTE SI TOLSE LA GONNA E VIDI QUELLO CHE NEPPURE MI ASPETTAVO:
DUE COSCE SPLENDIDE…. AVVOLTE DA UN REGGICALZE NERO…. CHE DAVANO RISALTO AL SUO CORPO…….. E….. SENZA MUTANDINE SI VEDEVA LA SUA BELLA FIGA RICOPERTA DI ABBONDANTI PELI……….
MIA COGNATA AVEVA PREVISTO TUTTO SIN D’ALLINIZIO………. LE DONNE PERO’!..........
A VEDERLA SEMINUDA…. COSI’ SEXI…. NON POTEI FARE A MENO DI MENARMI IL CAZZO MENTRE LEI MI GUARDAVA…..
POI COMINCIO’ AD ANCHEGGIARE COME SE BALLASSE……
SI GIRO’ DI SPALLE…… MOSTRANDOMI IL SUO CULO MAESTOSO…… MENTRE SI CHINAVA PER MOSTRARMELO MEGLIO…….
A VEDERE IL CULO DI MIA COGNATA SOPRA LE GIARRETTIERE NERE…….NON CE LA FACEVO PIU’…….. MI ALZAI DAL LETTO…… LE ANDAI VICININO….. E MENTRE LEI ERA CHINATA IN GIU’ COL CULO IN VISTA…. MI IN GINOCCHIAI DIETRO A LEI E COMINCIAI A LECCARLE TUTTO QUEL PELO IN MEZZO ALLE COSCE….
MI POSIZIONAI SEDUTO SULLA MOQUETTE IN MEZZO ALLE SUE GAMBE ED AFFONDAI LA LINGUA IN MEZZO A QUEL PARADISO.
ERA BAGNATISSIMA…. SENTIVO TUTTA LA SUA SBORRA SULLA MIA LINGUA…… ERO ECCITATISSIMO….. VOLEVO FARLA GODERE PIU’ POSSIBILE….. COSI’INDIRIZZAI LA MIA LINGUA VERSO IL BUCO DEL CULO…… MENTRE LEI SI MASTURBAVA LA FIGA CON UNA MANO….
LE LECCAVO IL CULO MENTRE LEI GODEVA ED ANSIMAVA…. COMINCIO’ A PARLARE:
-COSIIIIIII….!!! LECCAMI IL CULO….. COME MI PIACE….. LECCAMI ANCHE LA FIGA….. METTICI DENTRO LA LINGUA CHE TE LA BAGNO CON LA MIA SBORRA……. COSIIII…. BRAVO IL MIO COGNATO……. COME SAI LECCARE!...... MIO MARITO QUESTE COSE NON ME LE HA MAI FATTE…….. CONTINUA FAMMI GODERE ANCORA…..!!!!-

ECCITATO DA QUELLE PAROLE, ANCH’IO MI INFERVORAI……:
-METTITI A QUATTRO ZAMPE QUI PER TERRA…… CHE VOGLIO FICCARTELO TUTTO DENTRO…… VOGLIO SBORRARTI DENTRO COME UN ANIMALE…….-
SI MISE A PECORINA SULLA MOQUETTE ED IO DA DIETRO….. LE APPOGGIAI IL CAZZO SUL CULO COME SE VOLESSI SODOMIZZARLA……-
-DOPO….. DOPO…. TI OFFRO IL MIO CULO VERGINE…… ADESSO FICCAMELO DENTRO LA FIGA……. NON RESISTO PIU’……!!!-
CON LA MANO INDIRIZZAI IL CAZZO VERSO IL SUO CLITORIDE….. STROFINANDOGLIELO SOPRA……..
SENTIVO MIA COGNATA DELIRARE DAL PIACERE.
-DENTRO….. METTILO DENTRO….. TI PREGO…… AFFONDA QUELL’ASTA FINO ALLE BUDELLA…… FAMMELO ENTRARE TUTTO….
NON ME LO FECI RIPETERE…. DA DIETRO AFFONDAI IL CAZZO DENTRO LA SUA FIGA MENTRE LA VEDEVO IN ESTASI…………………………………………………………………!
-OHHHHH…. COME E’ BELLO AVERLO DENTRO….. COSI’…. FICCAMELO ANCORA PIU’ A FONDO…. FINO A FARMI MALE……. SCOPATI LA FIGA DI TUA COGNATA… OHHHH COME GODO…….COSI’…. COSI’…. COSI’…..! SBORRAMI PURE DENTRO, CHE PRENDO LA PILLOLA-
SENTIVO MIA COGNATA CHE VENIVA RIPETUTAMENTE DI CONTINUO……
POI FU LA VOLTA MIA.
ALL’ENNESIMO ORGASMO DI MIA COGNATA VENNI ANCH’IO INIETTANDOLE DENTRO UN MARE DI SPERMA.
-SBORRO….. SBORRRRROOOOO…… TI SBORRRRO DENTRO!!!!!!!!!!-
-SI AMORE…….. ME LA SENTO TUTTA DENTRO LA TUA SBORRA…… AHHHH COME GODO COL TUO CAZZO DENTRO………………………………………………………………..!

LEI SI ACCASCIO’ SULLA MOQUETTE, DISTESA A PANCIA IN GIU’ MENTRE IO PRIMASI CONFICCATO DENTRO DI LEI NON SO PER QUANTO TEMPO………………………………….

ERO ANCORA SOPRA LA SUA SCHIENA E DOPO QUALCHE TEMPO COMINCIAI AD ACCAREZZARLE I CAPELLI:
-SAI… E’ STATO MOLTO BELLO…… POSSEDERTI….!
-LO SO….. FORSE E’ IL SENSO DEL PROIBITO CHE LO RENDE PIU’ APPETIBILE……. COMUNQUE IO SONO ANCORA ECCITATA…… ED HO ANCORA VOGLIA…… VOGLIO PRENDERTELO IN BOCCA…….. SAI E’ UNA COSA CHE NON HO MAI FATTO NEANCHE CON MIO MARITO……. MA CON TE E’ DIVERSO…… LUI DICE CHE QUESTE COSE LE FANNO SOLO LE PUTTANE…… DIFATTI SONO SICURA CHE SE LI FA FARE DALLE PUTTANE A PAGAMENTO…… MENTRE IO HO TANTA VOGLIA DI PRENDERE IN BOCCA QUESTO BEL CAZZO DI MIO COGNATO………. SAI CON TE POTREI FARE DI TUTTO SENZA SENTIRMI UNA TROIA………-

-TI DISPIACE CHE IO PARLO COSI’?... CON TE MI SENTO LIBERA….. SO CHE NON MI GIUDICHI!-
-DI’ TUTTO QUELLO CHE VUOI…. ANZI MI FAI ECCITARE A SENTIRTI DIRE QUESTE COSE……-
-ALLORA METTITI SUL LETTO……. CHE VOGLIO PROVARE COSE NUOVE……-
ESTRASSI IL CAZZO DALLA FIGA ANCORA BAGNATA DI MIA COGNATA….. E SEMPRE IN TIRO …… MI MISI SUL LETTO A PANCIA IN SU.
-C’E’ L’HAI PIENO DI SPERMA…… VOGLIO PULIRTELO CON LA LINGUA……. E POI TI FACCIO UN POMPINO COME HO SEMPRE SOGNATO…..!-
-COME SAREBBE!-
-BEHHH…. ADESSO POSSO DIRTELO…. TANTE VOLTE MI SONO MASTURBATA PENSANDO CHE TU MI MONTAVI COME HAI FATTO ADESSO…… PER ME ERA UNA VERA GODURIA…… IO SONO SEMPRE STATA UNA FOCOSA ED IL CAZZO MI E’ SEMPRE PIACIUTO…… SOGNAVO DI PRENDERTELO IN BOCCA E SUCCHIARTELO……… TALVOLTA TRA UN DITALINO E L’ALTRO PENSANDO AL TUO CAZZO CHE MI PENETRAVA……. ALTRE VOLTE QUANDO MI SCOPAVA MIO MARITO….. PENSAVO A TE…. ALLA TUA VERGA CHE AFFONDAVA DENTRO DI ME….. E GODEVO COME UNA MATTA………-
-SCUSAMI SE TI DICO QUESTE COSE…..!!!!!-
-NO!..... ANZI MI FAI ECCITARE….. GUARDA COME MI E’ DIVENTATO L’ARNESE A SENTIRTI PARLARE COSI’…..-
-ALLORA VUOI CHE CONTINUIAMO?-
-CERTO AMORE! VIENI QUI A LECCARE IL CAZZO A TUO COGNATO!
IO ERO ANCORA SUPINO SUL LETTO, LEI VENNE VICINO E SI INGINOCCHIO’ DI LATO AL LETTO.
CON LA MANO MI PRESE IL CAZZO E COMINCIO’ A MENARMELO.
-CHE BELLO CHE C’E’ L’HAI!!!!...... E’ TUTTO PIENO DI SPERMA….. ADESSO TE LO PULISCO….. ED INGOIO TUTTO….-
COMINCIO’ A LECCARMELO, DALLA BASE FINO IN CIMA FINO A FARLO FINIRE TUTTO DENTRO LA BOCCA E FARLO SCOMPARIRE.
-OH COME E’ BELLO SENTIRE LA TUA LINGUA SUL MIO CAZZO……. CONTINUA COSI’…..-
-SI AMORE…. TE LO SUCCHIO TUTTO….. CHE BELLO SENTIRSI LA BOCCA PIENA DEL TUO CAZZO E DEL TUO SPERMA….. LO INGOIO CON PIACERA…..-
CONTINUAVA A SPOPINARMI FAVOLOSAMENTE E CON TANTO GUSTO.
MA IO NON VOLEVO ESSERE DI MENO:
-VIENI SUL LETTO CHE VOGLIO LECCARTI LA FIGA ANCH’IO….!-
-OHHH… CHE PIACERE MI DARESTI…. MI METTO CAPOVOLTA E MENTRE IO TI LECCO IL CAZZO TU MI LECCHI LA FIGA……-
-SAI CHE QUESTA POSIZIONE SI CHIAMA SESSANTNOVE?-
-NON LO SO…. MA SE ME LO DICE UN PORCELLINO COME TE…. DEVO CREDERCI.-
SI DISPOSE COL CULO SOPRA LA MIA FACCIA IN MODO CHE POTESSI LECCARGLIELA PER BENE.
VEDEVO LA SUA FIGA PIENA DI PELI RICCIOLUTI CHE RICOPRIVANO LE LE GRANDI LABBRA APERTE PRENTE AD ACCOGLIERE LA MIA LINGUA.
UN CLITORIDE ENORME CHE SPUNTAVA DALL’INTERNO E LE COSCE DI MIA COGNATA APERTE SULLA MIA BOCCA.
SI MISE IN BOCCA DI NUOVO IL MIO CAZZO E COMINCIO’ AD SPOMPINARLO SU E GIU.
IO LE PRESI IL CLITORIDE TRA LE LABBRA E COMINCIAI A SUCCHIARLO…….
SI ALZAVA SU E GIU’ COL SUO CULO SULLA MIA FACCIA….. E LA COSA MI FACEVA ECCITARE COME UN MATTO……

-OHHHH…. AMORE CHE PIACERE CHE MI DAI….. CONTINUA….. SUCCHIAMELO…. MENTRE IO ASSAPORO IL TUO CAZZO……. NON AVEVO MAI PROVATO ORGASMI SIMILI……. METTIMI DENTRO LA LINGUA….-
SENTIVO I SUOI LIQUIDI CHE COLAVANO GIU’ SULLA MIA LINGUA MENTRE LA SENTIVO GODERE E VENIRE….. VENIRE E GODERE!
AL MASSIMO DELL’ECCITAZIONE ANCH’IO LE SBORRAI IN BOCCA UNA QUANTITA’ DI SPERMA DA RIEMPIRLE TUTTA LA BOCCA……
INFINE SI ADAGGIO CON LA FIGA SULLA MIA FACCIA E CON LA SUA GUANCIA POGGIATA SUL MIO CAZZO ORMAI DIVENTATO MOSCIO!
CI ADDORMENDAMMO IN QUELLA POSIZIONE RIPOSANDO FINO A NOTTE FONDA.

IN PIENA NOTTE, PRIMA DELL’ALBA, MI SVEGLIAI E SENTII CHE ANCHE MIA COGNATA ERA SVEGLIA.
-SEI SVEGLIO ANCHE TU?-
-SI SONO SVEGLIO CON LA TUA FIGA SULLA MIA BOCCA…….-
AVEVO ANCORA LA BOCCA IMPIASTRICCIATA DAI SUOI LIQUIDI E SENTIVO CHE DALLA FIGA USCIVANO ANCORA I RESIDUI DELLA SERA PRECEDENTE.
-SAI……. E’ STATO MOLTO BELLO IERI SERA!.....-
-IO MI SENTO ANCORA ECCITATA…… VORREI GODERE ANCORA……! E’ BELLO FARLO A QUESTìORA……. ANZI MI SENTO DI FARE OGNI PERVERSIONE!!!!!!!!!!!!!-
A SENTIRE QUELLE COSE IL CAZZO SI IMPENNO’ DI COLPO SULLA SUA FACCIA.
ME LO PRESE ANCORA IN BOCCA FINO A FARMI VENIRE ANCORA LA VOGLIA DI PENETRARLA.
VEDEVO ANCORA IL SUO CULO SULLA MIA FACCIA E COMINCIAI ANCH’IO A LECCARE……..!
-SAI…… VORREI PROVARE A SENTIRE IL TUO CAZZO PENETRARMI DIETRO….. E’ UNA COSA CHE HO SEMPRE DESIDERATO…… PERO’ HO PAURA DI FARMI MALE…….-ADESSO PROVIAMO PIANO PIANO…… METTITI IN POSIZIONE…..!-
SI MISE A PECORA SUL LETTO ED IO MI POSIZIONAI DIETRO A LEI, CON LA BOCCA IN PROSSIMITA’ DEL SUO CULO…….COMINCIAI A PRELEVARE LIQUIDI DALLA SUA FIGA BAGNATA ED A DEPOSITARLI SUL FORO POSTERIORE.
-VOGLIO ESSERE ECCITATA AL MASSIMO PER NON SENTIRE DOLORE……… DIMMI CHE IL TUO CAZZO E’ PRONTO PER AFFONDARE NEL CULO DI TUA COGNATA DAI……
FAMMELO VEDERE ANCORA COME E’ BELLO…….. !-
L’ABASCJOUR ERA ANCORA ACCESA, SI VOLTO E MENTRE GUARDAVA IL MIO CAZZO SI MISE SUPINA SUL LETTO A PANCIA IN SU E COMINCIO’ A MASTURBARSI.
-GUARDAMI MENTRE MI FACCIO UN DITALINO……. COSI’ TI ECCITI ANCORA DI PIU’……
GUARDA CHE BELLA FIGA CHE HA TUA COGNATA……. SONO CONTENTA DI FARMI SVERGINARE IL CULO DA TE….. E’ UNA DELLE PERVERSIONI CHE HO SEMPRE VOLUTO…… VIENI CHE MI METTO IN POSIZIONE…… METTIMELO DENTRO AL CULO…. DAI SODOMIZZATI TUA COGNATA…… LO SO CHE L’HAI SEMPRE DESIDERATO……-
SI MISE NUOVAMENTE A PECORINA MENTRE IO MI IMPREGNAVO IL CAZZO CON UN PO’ D’OLIO DAL VASSOIO CHE ERA RIMASTO SUL TAVOLO DAL GIORNO PRIMA.
MI MISI DIETRO A LEI E CON LA PROBOSCIDE DIETRO AL CULO DI MIA COGNATA CERCAI DI AFFONDARGLIELO DENTRO.
-SPINGI AMORE!...... SPINGIMELO DENTRO……..!-
LA SENTIVO CHE ANCHE LEI MI VENIVA INCONTRO COL CULO FINCHE’ CON UN COLPO SECCO GLI FECI ENTRARE LA CAPPELLA DENTRO……….!
-PIANO AMORE…… MI FA UN PO’ MALE…… NON TI MUOVERE CHE FACCIO TUTTO IO!-
RIMASI IMMOBILE COL CAZZO DENTRO.
PIANO PIANO LA SENTII ANCORA MUOVERE LE ANCHE.
-OH ADESSO NE SENTO DENTRO UN PO’…… MA ABBIAMO TUTTA LA SETTIMANA PER FARMELO ENTRARE TUTTO DENTRO…….. ADESSO NON SENTO PIU’ MALE….. MA SOLO PIACERE….STAI FERMO CHE IO MI SCOPO IL TUO CAZZO DENTRO….!
COMINCIO’ A DIMENARSI CON FOGA PARLANDO E SPARLANDO FINO A DIRE DI QUELLE OSCENITA’ CHE MI FECERO ECCITARE FINO A EIACULARE DENTRO AL CULO UN MARE DI SBORRA……………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………..!!!!!!

PASSAMMO LA SETTIMANA CHIUSI IN CAMERA FINO A SAZIARCI DI SESSO E PERVERSIONI!
VERAMENTE UNA BELLA VACANZA……!!!

POI DICONO CHE LO SCIOPERO CREA DISAGI…………….!??????????????????????????

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 4249): 7.34 Commenti (96)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
RSS feed Sei eccitato? Se vuoi divertirti da solo o vuoi provare qualcosa di diverso con la tua lei, visita questo Sexy Shop, troverai tanti toys interessanti e molto altro.