STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Mia moglie scopa col vicinolivornoIn trenoinvito a cenaMichela e i suoi buchiesperienze di donna maturaUna sera indimenticabile...Storia vera nei minimi particolari
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Symon e Helena alle Terme
Scritta da: Symon (2)

Ciao a tutti, mi chiamo Symon e questa è la mia storia.

Era inverno, un freddo pazzesco e una gran voglia di andarsene da qualche parte a rilassarsi.

Proposi alla mia ragazza Helena, che ritengo splendida sia fisicamente (alta 1,70, quasi una 3a, magra e un sedere da urlo) che mentalmente (è timida all'esterno, ma pazza a letto), di passare un bel pomeriggio e sera alle Terme.

Una volta arrivati notammo subito (per fortuna) che erano delle Terme ben attrezzate e molto ben frequentate (non i soliti "maturi", ma bella gente).
Ci dirigemmo subito nella prima Sauna, piuttosto soft, dentro vi era già un uomo sulla quarantina, aimè fisicamente meglio di me, saluta.
La mia lei indossava un costume fantastico, solo che al centro vi era un piccolo pendente di metallo, che si riscaldò immediatamente...
Mi fece notare il problema e le consigliai di toglierlo, siamo sempre in sauna..
Helena tolse il costume attirando l'attenzione dell'ospite, lei sorrise imbarazzata provocandolo ancora più, e ben presto si notò.. la sotto...
Fu così che il nostro nuovo amico si trovò con una bella erezione e in un attimo se la uscì imbarazzato.
"Ecco, ci facciamo subito notare" Le dissi...
Una volta usciti ci accorgemmo che il nostro amico si era spostato nella zona relax e se la rideva con un amica, probabilmente confessava la figuraccia.
Passammo così un paio d'ore tra un bagno e l'altro, ormai era sera e rimanemmo in pochi in sede, Helena era stordita dal caldo, io invece la sfidai alla sauna hot, ossia quella più calda, entrai da solo e una volta dentro notai due donne completamente nude sdraiate di pancia, erano fantastiche, di sicuro avevano 30 anni, e una bella 4a, i loro corpi risaltavano l’abbronzatura e l’olio nel quale si erano immerse.
Compresi subito cosa aveva provato il ragazzo prima, la mia erezione era totale, per fortuna io avevo il mio asciugamano.. All’improvviso entrò Helena e mi guardò intimamente, si sedette affianco a me e mi disse “adesso tocca a te fare figuracce, e mi sfilò il lenzuolo, denudando la mia erezione”.
Una delle due donne se ne accorse e capì lo scherzetto, si voltò verso di noi facendosi guardare, sorrise a Helena e le disse, “qui tutti nudi, altrimenti che sauna è?”
Stetti al gioco e tolsi la mano che copriva (poco) la mia erezione, nel frattempo si alzò l’altra donna, notai i suoi capelli rossi e un tatuaggio sul ventre, sussurrò, “Visto che non è solo Renzo ad eccitarsi…”. Le due sorrisero.
Si aprì la porta, “Oh eccoti qua”, disse la rossa “guarda chi condivide con te un bel cazzo”, ora collegai, Renzo era il tipo di prima… Rimasi di stucco dalla frase e ancor più quando Renzo si denudò e sdraiò tra le due, trascinandole su di lui.
Il caldo e l’eccitazione mi avevano tramortito, mi voltai verso Helena, si era tolta tutto e mi guardava con una voglia sfrenata… “Usciamo?”.
Certo mi andava di uscire con lei, ma in quella Sauna si stava scatenando un desiderio pazzesco, decisi di uscire, se no esplodevo…
Ci dirigemmo nudi verso il bagno turco, entrammo di soppiatto e ci spostammo verso il fondo celato tra i fumi, “volevi rimanere li dentro eh? Porco!, ora di faccio vedere perché siamo usciti”, prese la mia mano e se la porto alla vagina, era fradicia, mi spinse la testa la sotto e io iniziai a leccarla, Helena si lasciò andare e iniziò a godere copiosamente, salì su di me e iniziò a cavalcare come una matta, la situazione la aveva eccitata parecchio e il fatto di farlo in un luogo così pubblico la scatenò appieno.
La facevo saltare e gemere, la girai più volte e la presi a pecorina, ma il nostro piacere non poteva durare allungo, entrò qualcuno e subito ci staccammo. Rimanemmo li nell’annebbiamento per 10 minuti in attesa che quel qualcuno se ne andasse, ma l’eccitazione era troppa, “andiamo nelle docce”.
La zona delle docce non era particolarmente ampia e poco riparata (una mini tendina), entrammo nell’ultima infondo.
“Un pompino e andiamo”, qui è troppo rischioso. Accettai “a malincuore”.
Iniziò a leccarmi come sa fare solo lei (è davvero una maestra), lo lecca tutto e se lo infila in gola, muove la testa così bene che potrebbe farmi venire anche senza mani.
Scende giù e mi lecca le palle, poi risale, mi guarda, le stringe, “Ora ti finisco…”
Il suo ritmo sale, sto per venire…. Apro gli occhi e vedo la tendina spostarsi!!
L’eccitazione ora è mischiata a una bella dose di tensione, inclino la testa e vedo chi è, è Renzo.
Helena capisce che qualcosa non va e si ferma, alza gli occhi, si volta e lo vede.
Io sono bloccato, e cosa fa lei, senza dire una parola lo tira dentro, gli leva il telo e inizia a toccarlo, la mia eccitazione è alle stelle. Ci spompina entrambi con una maestria unica, godiamo, godiamo da impazzire. Helena si alza si gira verso di me, “Ora guarda come mi scopa”, mette la schiena su di me, apre le gambe e si fa infilzare da Renzo.
Urla di piacere, urla tanto da farsi sentire da tutti, io la tengo su, lei mi stringe, mi strappa la pelle, Renzo sta per venire, Helena si abbassa e si fa venire addosso, poi tocca a me, mi dedica un fantastico ingoio….

Finito tutto mi accorgo che Renzo è uscito, ci facciamo una bella doccia e ce ne torniamo a casa.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 36): 6.47 Commenti (0)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10