STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Io, Lei e la ZiattaMi scopo rossana-2.S.ValentinoguardoneMia cugina KatrinCORNUTO E FELICEIl pennello del pittoreF. ed il PC guasto
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Quella troia di mia moglie
Mia moglie è una gran porca, questa è la nostra storia.
Ho un negozio, vendo articoli di classe da uomo, orologi, abiti, tutto molto costoso.
Mia moglie, delizia i clienti più generosi facendosi scopare, nel retro, davanti ai miei occhi.
Inizialmente tutto era partito da me, al cliente pià generoso, gli faccio toccare le tette di mia moglie...
L'idea non era male, a lei piaceva, soprattutto quando abbiamo iniziato a giocare a soldi, per 50 euro le tette, 70 il culo, 80 la fica e 1500...
e lei, da gran maiala, mi ha fatto quella domanda, Voleva che io le dicessi quella maialata, e io l'ho fatto..
a 1500 ti si scopano.
Non l'avessi mai fatto, lei dall'eccitazione non capiva più nulla, solo cazzo cazzo cazzo, aveva voglia di cazzo e aveva voglia di prenderlo proprio davati a me, per farmi ingelosire diceva lei.
La nostra prima cavia era un bell'uomo, più grande di noi, alto e ben fatto, aggiungerei anche ben dotato.
E' stato semplice, lei nuda a stuzzicargli il cazzo, in ginocchio, accogliendolo tra le sue tette, leccandolo, facendolo scivolare dalla bocca fino al capezzolo, passando per il collo. Gran troia, e mi guardava, chiedendomi che cosa avessi fatto se lei se lo fosse messo tutto in bocca.
Risposi che l'avrei ammazzato e lei, subito, lo prese tutto, in bocca, come una porca, guardandomi e sucandolo fino a farlo gemere. "tu non fai proprio niente...guardami mentre mi si scopa" e furono queste le sue ultime parole prima della monta.
Infatti, iniziarono a trombare davanti a me,lei voleva farsi scopare da dietro, mentre erano sdraiati, così fù, l'uomo se la pompava senza remore e io guardavo quel cazzo che entrava e usciva mentre mia moglie godeva. Poi, lei sdraiata supina e lui sopra a chiavarla. Vedevo la passera di mia moglie, fradicia, accogliere quel pisello duro e gigante, la sentivo godere e chiedere a quel tizio di scoparla con tutto il suo cazzo, di farla godere, di continuare e di affondare più forte quel bel cazzone che aveva. La sentivo urlare e gemere mentre l'uomo le martellava la figa. Lei venne subito, la prima volta, lui continuava e penso che quel primo orgasmo si fosse trasformato in un multiplo orgasmo e in uno dei tanti gemiti, la sua passera spruzzò la sua eccitazione in aria, addosso al cazzo dell'uomo, la vedevo scopare e le chiedevo se le piacesse farsi trombare da uno sconosciuto, lei disse di si, urlando e facendo ancora di più la porca, aggiungendo che io dovevo guardare tutto.
La invitai a farsi inculare, lei lo chiese all'uomo che se la scopava senza ritegno e trattandola come una troia. Lo pregava di metterglielo al culo, di sfondarla e di farla godere. Si era messa di sua spontanea volontà in ginocchio, a pecorina, davanti a lui. Io li guardavo da dietro, mentre il tizio gli infilava piano il cazzo in culo.Le fece male mentre la pompava, a lui non gliene fregava un cazzo, voleva solo fotterla per bene. Le chiesi se le faceva male e lei, con quel cazzone in culo mi rispose che non era importante il dolore, ma quanto stesse godendo. Anche stavolta, ad ogni martellata mia moglie gemeva come una cagna, il tizio anche, chiamandola "troia, gran troia...sei proprio una troia" e questa cosa la faceva impazzire, farsi dare della troia da uno sconosciuto che le stava fottendo il culo a pecorina mentre io guardavo. "amore..guardami..sono la sua troia...la sua troia.." e lui la martellava sempre di più finchè non glielo spinse tutto dentro, lo ferma lì ed esplode con una sborrata degna di lode. Lei sentiva tutto, gemeva ancora di più e si massaggiava la fichetta mentre l'uomo ritirava indietro il cazzo, facendo uscire tutta la sborra che le aveva spruzzato in culo. Lei indirizzò il culo verso di me per farmi guardare quella colata, pulì il cazzo dell'uomo e con un dito, si ripulì il culo, facendomi vedere tutta la scena.

Ci fu una pausa, un passaggio di testimone, quell'uomo andò via e lei, sdraiaita sul letto mi disse "guardami, guardami soddisfatta dopo aver scopato".
Fu una breve pausa, i clienti successivi erano due, la mia mogliettina doveva prendersene altri due di cazzi.
Eccitata e ancora più porca, praticò ai due aitanti giovani un doppio pompino, invitandomi a guardare le loro facce eccitate mentre lei li succhiava, fino alle palle. Mentre leccava, la mano segava il cazzo rimasto fuori dalla bocca, diceva tante porcate, era ancoa sporca della sborra del primo uomo, diceva che le piaceva sucare i cazzi grossi e l'avrebbe fatto solo con i cazzi grossi..perchè la eccitavano. Si sdraiò su letto e mi ordinò di guardare mentre i due le leccavano la fica, lei ad occhi chiusi, gemeva e mi chiedeva, ancora una volta, di dirle cosa avessi fatto in quel momento. Trucidato dalla gelosia, le risposi come prima, di volerli ammazzare. Lei, prese le teste di quei due e le spinse sulla sua passera, per farsi leccare meglio "tu guardi e basta..".
Dopo quella parentesi orale, salì sopra ad un cazzo, se lo scopò per un pò finchè il secondo non se la inculò. Le piaceva, le piaceva a quella gran troia, aveva due cazzi tutti per lei, uno nella fica e uno nel culo che se la pompavano all'eccellenza. Urlava, urlava e gemeva come mai aveva fatto, godeva, godeva a sentirli dentro tutti e due.
Le chiesi quante volte era venuta, lei, mentre si faceva trombare, mi urlò tra un gemito e l'altro che ormai aveva perso il conto. I due, dopo l'invito di mia moglie a venirle dentro, tirarono fuori i cazzi ancora duri e ancora pronti ad esplodere. Vidi tutta la sborra uscire dal culo e dalla fica di mia moglie, lei eccitata, spettinata, struccata e maiala più che mai si inginocchiò davanti a loro, chiese ai due di venirle ancora, addosso, il primo in bocca e il secondo sulle tette. Diceva che amava fare esplodere i cazzi, voleva farli venire ancora, li leccava per bene,ingoiando i loro cazzi che se l'erano appena scopata, loro due erano belli carichi e vennero uno dopo l'altro, il primo in faccia, sulla bocca, facendo colare tutto sul mento, il secondo le imbrattò le tette, schizzandole tutto addosso, sui capezzoli. La mia moglie troia era piena di sborra, leccava ancora li ripuliva e quando i due se ne andarono venne da me, spudorata mi chiese se la volevo ancora, mi fece toccare tutti i suoi buchetti sporchi, il culo, la fica, poi le tette. Le chiesi se le piaceva il sapore e lei mi disse di si, chiedendomi poi se volevo assaggiare "mai nella vita" lei rise "hai detto che mi vuoi ancora, dopo tutto quello che ho fatto..da adesso, io posso fare tutto.."

Voleva scopare, me l'aveva confessato, amava me, voleva vedermi geloso e nel frattempo, voleva quei cazzi tutti per lei, per farsi scopare come la troia che è.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 216): 7.13 Commenti (19)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
RSS feed Sei eccitato? Se vuoi divertirti da solo o vuoi provare qualcosa di diverso con la tua lei, visita questo Sexy Shop, troverai tanti toys interessanti e molto altro.