STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
il marito sottomesso 1Ragazzina segaiolaMichela(1)giochini con la nutellaTardi ma subito tantimamma e papàla zia acquisitaPomeriggio d'estate
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Patty e il medico speciale
Scritta da: bigandrew (2)

Io e mia moglie abbiamo una vita regolare, siamo sposati da diversi anni e siamo sempre stati legati da una forte passione, ma non avrei mai potuto immaginare che fosse riuscita a progettare una sorpresa simile.
In pratica una sera prima di andare a letto mi spiegò che l’indomani mi avrebbe fatto una bellissima sorpresa a patto che io sarei dovuto rimanere a casa. Così presi un giorno di ferie. Ci coricammo e facemmo l’amore in modo molto romantico e passionale come piaceva a noi, fu bellissimo come sempre e poi ci addormentammo.
L’indomani io mi svegliai prima del previsto per l’ansia e la curiosità che mi affliggeva la mente. Patty invece dormiva ancora, mi soffermai a guardarla scoprendola lentamente, era distesa su un fianco, il suo corpo era meraviglioso come la venere, seguì lentamente il profilo dei suoi fianchi fino ai seni, così ebbi un’altra erezione. Cominciai a baciarla dolcemente, poi, mettendomi in ginocchio dietro di lei la penetrai dolcemente nel sonno. Comincia a pompare da dietro, la sua fica era bagnata, aumentai il ritmo, lei si sveglio e mi guardò con un sorriso accattivante e sensuale, non seppi resistere più di tanto e le venni dentro. Poi, come lei ha sempre adorato, leccai la sua fica grondante di sperma che colava a fontana. Ripulì tutto con cura e maestria e la baciai sulle labbra.
Così mi alzai a preparare la colazione come faccio di solito, portandogliela a letto.
Quando entrai in camera lei aveva una faccia strana, rimasi perplesso, mi disse che non si sentiva bene e che dovevo chiamare un medico. Io pensai subito, da grande egoista, “Addio sorpresa!”. Andai a prendere il telefono ma Patty mi fermò dicendomi di prendere l’agendina dentro la borsa. Così le portai l’agenda, lei prese un numero a me sconosciuto e mi disse: “chiama questo numero e un dottore molto speciale, bravissimo dicono!”. Ok risposi io, perplesso ma tranquillo. Composi il numero e mi rispose una voce roca, spiegai la situazione al medico, il quale mi disse che doveva necessariamente visitarla e che sarebbe venuto tra circa mezzora.
Chiusi il telefono e riferì il tutto a Patty. Lei mi disse di mettermi la vestaglia e di aspettare il medico e che lei fosse rimasta a letto. Ancora una volta ubbidì, mi misi la vestaglia e andai a sistemare un po la casa pensando che sarebbe dovuto venire un estraneo. Sentivo dei rumori di cassetti e armadi dalla camera da letto ma non ci pensai più di tanto.
Puntuale dopo mezzora suonò il medico al citofono, io aprì e lo attesi alla porta. Si presentò un uomo distinto sulla cinquantina e con una borsa da medico. Lo feci entrare, lo invitai a levarsi il soprabito che riposai sul divano e lo accompagnai il camera. Patrizia era sdraiata sotto le lenzuola, il medico entrò salutando con la suo voce roca, dicendo: “Buongiorno signora piacere di conoscerla Dott. …….”, Patty rispose garbatamente e spiegando che si era permessa di chiamarlo perché il numero glielo aveva dato la sua amica Laura. Io pensai a Laura, gran troiana, quella si farebbe pure i morti.
Il medico usci dalla borsa l’ostetoscopio e chiese a mia moglie di scoprirsi. Lei si tolse le lenzuola di sopra e io rimasi stupito. Aveva indossato un completino nero veramente sexi, era nuovo non glielo avevo mai visto prima. Il medico non potè fare a meno di notare il corpo di mia moglie ma si trattenne e rimase impassibile. Comincio a visitare Patty con lo strumento sul petto, sopra l’intimo, ma mio moglie scosto la bretellina mostrando appena uno dei suoi seni. Il medico poggio l’arnese sul seno anche sopra il capezzolo le suo mani tentavano di strusciare sui seni di mia moglie. Io mi stavo incazzando, ma lei era molto tranquilla, anzi inarcava la schiena per mettere in mostra i suoi seni meravigliosi. Così il medico le disse di alzarsi con il busto e sedersi sul letto. Lei non esitò e alzandosi non si curò nemmeno di tenersi le bretelline della canotta nera che le scesero giù mettendo a nudo completamente i seni. Il medico sorrise, e disse: “signora lei ha delle gran belle poppe, complimenti!”. Lei rispose grazie e poi aggiunse “mi chiami pure Patty se preferisce”. Io non ci capivo più niente. Ero anche eccitato oltre che incazzato ma restai lì a sorvegliare la situazione. Così il medico continuò la sua visita passando ad sentire la schiena che mia moglie aveva prontamente inarcato. Anche lì il medico con la scusa di visitare accarezzava e toccava. Poi disse :”provi a mettersi in ginocchio”. Paty non solo si mise in ginocchi ma si tolse definitivamente la canotta rimanendo con degli slip a perizoma molto succinti che mettevano in mostra un culo da favola. Il medico non potè fare a meno di notare, ma stavolta lo stupore gli si lesse negli occhi. Continuò a poggiare lo strumento sul suo corpo ma ormai le sue mani toccavano mia moglie da per tutto. A quel punto io pensai bene di prendere una decisione anche se volevo vedere come andasse a finire. Così dissi “cara non ti sembra che stai esagerando?”, lei mi rispose e mi disse di avvicinarmi a lei, appena fui lì, con un gesto rapido mi scosto la vestaglia, il mio cazzo era in tiro già da un po’ e schizzo fuori dalla vestaglia in maniera esuberante. Lei esclamo “hai visto che va tutto bene!”, rilassati. Comincio a farmi un pompino davanti al medico che però non sembrava sorpreso più di tanto. Anche lui comincio a toccare mia moglie da per tutto, le spingeva perfino la testa sopra il mio cazzo. Poi venne accanto a me. La sua patta era rigonfia, Patrizia abbassò la cerniera dei pantaloni del medico e infilo la mano turando fuori i cazzo del medico cominciando a segarlo, poi levò la bocca dal mio cazzo e prese quello del medico in bocca, io ormai ero arrapato forte e non potevo più fare niente. Patrizia invece si dava un gran da fare pompando a turno i due cazzi, la scena era bellissima. Stavo quasi per arrivare, così cambiai posizione. Mi sdraiai sul letto e dissi a Patty di mettersi con la fica sopra la mia bocca mentre lei continuava a spompinare il dottorino. Continuammo così per un po’. Io conosco bene i tempi di mia moglie così leccai la sua fica e il clitoride fino a quando non la sentii i suoi umori colarmi nella mia bocca. Premetto che quando accade questo lei va letteralmente in tilt e non capisce più nulla, potresti scoparla per ore.
Cosi la feci sedere sul mio cazzo che entrò felicemente nella sua fica bollente mentre il medico continuava a scoparla in bocca. Poi la feci mettere a pecorina e la penetrai da dietro, nella posizione che lei preferisce di più, notai che il buco del culo era bagnato e anche un po dilatato, così non esitai a infilarci un dito, lei non protestò neanche, anzi si muoveva a ritmo. Decisi di riposarmi, non volevo venire. Usci il cazzo dalla fica di mia moglie, dissi al medico di venire dietro. Patty si girò e mi disse “Ale sei proprio sicuro?”, io le dissi di si e che l’avrei fatto con le mie mani. Così presi in mano il cazzo del medico e senza timore lo infilai nella fica di mia moglie. Lui comincio a sbatterla con foga, lei godeva e ansimava, io mi misi davanti a lei infilandogli il mio cazzo in bocca, mentre con le dita bagnate di saliva cominciai a esplorargli l’ano. Mi sarei aspettato qualche protesta, invece niente allora ne infilai un altro. Ma lei niente proteste, anzi sembrava piacergli. Capì in quel momento quale sarebbe stata la sorpresa, come se fino al quel momento non mi era bastata. Finalmente potevo realizzare il mio sogno che avevo sempre esternato a mia moglie, ma finora rimasto solo nelle nostre fantasie. Potevo finalmente farle provare una doppia sensazione.
A quel punto ero io che dovevo governare la situazione, perché Patty era letteralmente in tilt, i suoi spasmi erano violentissimi, tremava tutta, urlava e diceva anche parole oscene.
Dissi al medico di sdraiarsi a pancia in su e a Patty di sedersi di sopra. Poi feci inarcare la schiena in modo da vedere il suo buco, mi bagnai le mani con la saliva e lubrifica l’anello poi mi chinai sopra di lei e la penetrai pino piano. A quel punto lei mi chiese, con voce innocente, che volessi fare “io le risposi “ti voglio fare impazzire, ti voglio sfondare il culo” lei rispose “fai pure e tutto tuo, anzi sono tutta vostra, fottetemi tutta, apritemi in due, voglio sentirvi insieme”. Non la riconoscevo più ma la situazione era troppo eccitante. Il mio cazzo era entrato ormai tutto nel culo e il medico nella fica cominciammo a scoparla alternativamente, a ritmo sempre più forte, lei si contorceva tutta e diceva parole oscene. Era in delirio.
Mi ritrassi per l’ennesima volta per non venire. Anche il medico era sul punto di venire. Cosi feci girare Patty e la feci impalare sul cazzo del medico che le entrò facilmente nel culo, ormai allargato, io invece lo infilata nella fica fradicia. L’abbiamo scopata ancora e lei ha goduto di nuovo. Poi ho fatto segnale al medico, lui ha capito subito, è uscito dal culo di mia moglie e io dalla fica e gli siamo venuti a dosso. L’abbiamo riempita di fiotti di sperma da per tutto, sul seno, in bocca. Poi lei ha leccato tutto.
Io ho chiesto al medico di rivestirsi immediatamente, l’ho salutato e accompagnato alla porta ringraziandolo. Poi sono tornato in camera sono saltato a dosso a mia moglie e lo baciata avidamente abbracciandola con forza. Ero contentissimo della sorpresa fatta e anche se un altro uomo l’ha scopata io sono stato contento. Poi le ho chiesto che cosa le era piaciuto di più dei momenti passati, come se non bastasse lei mi ha risposto che aveva ancora un desiderio. Io ho subito chiesto quale fosse. Lei mi ha risposto che voleva che le ripulissi la fica e il culo dagli umori dell’altro uomo. Così sono sceso sulla sua fica cominciando a leccare da per tutto. Ci siamo messi a 69 e io lo leccata nel clitoride mente le infilavo le dita nel culo e nella fica. Lei ha cominciato a leccarmi la cappella poi con la lingua e scesa alle palle succhiandole bene. Ad un certo punto ho sentito la sua lingua che leccava il mio ano, la lubrificato bene e poi ha infilato un dito. Io le ho chiesto cosa volesse farmi, lei mi ha risposto “stai zitto adesso ti inculo io, tanto lo so che ti piace”. In effetti il piacere era intenso e ho cominciato a godere anch’io, poi mi ha detto “lecca, lecca bene tutto senti il sapore dell’altro cazzo. Dimmi lo senti?” Io le ho risposto di si, poi ho sentito un altro orgasmo, questa volta violentissimo e uno spruzzo mi ha raggiunto la faccia. Anch’io sono venuto e Patty ha bevuto tutto non lasciando cadere neanche una goccia. Così, esausti, ci siamo riaddormentati abbracciati ma soddisfatti.

Ora a mente fredda sto pensando alla fantastica mattinata che abbiamo trascorso, non posso fare a meno di pensare a mia moglie che fino ad allora non si era mai spinta a tanto. Abbiamo sempre fantasticato, ma mai passato ai fatti perché lei ha voluto sempre avere il controllo della situazione. Invece quel giorno si completamente abbandonata nelle mani mie e di quell’uomo.
Non contenta ha voluto continuare con delle richieste strane, mai sospettate.
Forse nella sua testa c’è un disegno perverso? Chi lo sa, solo il tempo potrà dare una risposta. Ed io vi racconterò.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 47): 6.89 Commenti (5)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10