STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
amore disperatoVOGLIO CHE SCOPIATE LA MIA RAGAZZAa 40 anni si incominciala colfPrima voltala donna di servizio 2La bambolaLa prima volta a 3. Si gode come non mai.
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

POMERIGGIO A TUTTO SESSO
Sono un ragazzo trentacinquenne, vicino di casa di una signora di nome Graziella di cinquantanni, che vive da sola, senza compagni fissi ma solo con qualche storia occasionale alle spalle.
Premesso che la mia vicina Graziella è un tipo che fa arrapare molto qualunque uomo, ed ovviamente anche me, nonostante che è un pò avanti con gli anni, peraltro portati benissimo, non nascondo che diverse volte ho pensato di farmela ma mai con una certa convinzione anche per la notevole differenza di età.
Graziella, come sempre, indossa minigonne, magliette molto scollate, tempo permettendo non usa mai le calze, e soprattutto sempre sandali, zoccole, stivali con tacchi vertiginosi, insomma un abbigliamento da vera troia quello che normalmente fa impazzire noi uomini.
Ed è proprio in una di queste occasioni, in una domenica pomeriggio di inizio primavera che vedendo Graziella passeggiare davanti casa sua, mi fermo a scambiare quattro parole, dopo di che lei gentilmente mi invita a salire in casa sua, per bere qualcosa insieme.
Ovviamente, non avendo altro che fare, accettai l'invito, anche se al solo pensiero di vederla come era vestita mi frullava la testa.
Infatti dopo le solite due brevi parole, la Graziella già arrivando in salotto con due bibite, indossava una minigonna pitonata ovviamente accompagnata da un paio di zoccole in legno marroni con tacco almeno 12 cm.
E' ovvio che a questo punto pensavo a scoparmi la mia vicina, anche se ripeto pur essendo molto provocante la differenza di età finora mi ha tenuto distante dal pensiero.
Graziella legge nei miei occhi la voglia, vede il mio sguardo scendere lungo il suo abbondante seno, poi vede il mio sguardo scendere verso il basso per mettere a fuoco i vertiginosi tacchi e i suoi magnifici piedini smaltati in rosso così come le sue mani.
A questo punto capisce che i giochi sono fatti, mi ha conquistato, io sono agitato, lei abilmente mi mette a mio agio, mi bacia in bocca sapientemente, mi dice che lei è una donna che ha sempre "dominato" il maschio, pertanto se voglio continuare devo "subire" comunque precisa che non va mai oltre il limite, in pratica è lei che dirige il gioco, io devo fare tutto quello che lei vuole, ma di sicuro non me ne pentirò.
Ovviamente, inutile dire che prima non avevo mai avuto occasioni del genere, accettai anche per l'ansia di provare a fare sesso con una signora più grande di me e per di più una dominatrice.
Allora Graziella diede inizio ai giochi, continuando a baciarmi nella bocca, mi fece tenere le labbra aperte, lei lasciò cadere la sua saliva ormai mista alla mia nella mia bocca, obbligandomi prima all'ingoio e poi a fare a lei altrettanto. Poi mi fa spogliare senza però togliere le mutandine,mi fa indossare una cintura nera alta e borchiata in vita, mi fa mettere delle ciabatte infradito anch'esse nere, poi dice che deve mettermi le manette e legarmi al tavolo coricato sul tappeto con la shiena sul tappeto. Intanto lei inizia a togliersi la minigonna, sfila la maglietta, toglie le zoccole, infila un paio di calze a rete larghe ovviamente autoreggenti rimette le stesse zoccole, e prende un frustino nero in pelle.
E' ovvio che ora temo di subire, ma lei mi dice di non preoccuparmi. Mi ordina di leccarle la figa, che al momeno ancora non ho ancora visto in quanto coperta da una mutandina; lei si mette a cavallo del mio viso e così posso procedere, mi dioe che devo fare il maiale a più non posso, allora procedo ad infilarle tutta la lingua dentro, lecco, lecco, le lecco pure il culo, gli infilo un dito dentro, lei mi dice che sono abbastanza bravo..... sento i suoi umori, continuiamo così per un pò di tempo, mi slega, mi dice che ora io devo sculacciarla per bene, fino a farle venire le chiappe rosse togliendomi gli infradito neri che lei mi ha dato. Allora procedo, lei si mette alla pecorina ed io sculaccio ! Mai fatto nella mia vita cose del genere !
Quando è soddisfatta decide di cambiare le calze, ora indossa un paio di calze nere ricamate con sandali bianchi con zeppa e tacco altissimo, ed ora dice che è il mio turno.
Procede a leccarmi i miei capezzoli a lungo, con morsicatine, procede a massaggiarmeli con le mani, poi toglie le calze e i sandali, prende un pò di olio profumato lo versa sopra continua l'opera di massaggio dei capezzoli con i suoi piedini, e devo dire che effettivamente stavo provando un godimento così lungo mai provato prima. Davvero eccezionale !
Graziella ora prosegue infilandomi un dito nel mio culo, ovviamente accompagnato da un lento gioco di lingua e saliva, bellissimo, dice che questo è il massaggio prostatico che a noi uomini piace da Dio.
Ora passa a sputare sul mio uccello, lo prende in bocca, lo lascia, lo risucchia lo insaliva, devo dire che è una vera maestra del pompino, sa anche farlo durare a lungo, è molto brava, fantastica troia. Ora mi dice che bisognerebbe scopare, ma visto che sono così eccitato decide che è meglio che mi faccia sborrare altrimenti non sarei in grado di farla venire.
Ancora non ha indossato le calze, allora mi prende con i suoi super piedini il cazzo, lo massaggia, lo sega, lo strapazza solo come lei sa fare fino alla mia grande sborrata !
Ovviamente una troia così lecca il tutto ed ingois.
Ora procede con le tecniche di cui sopra accompagnate da massagio con le sue tette del mio cazzo fino a portarlo a una nuova erezione, per poter finalmente godere anche lei.
Si rimette le calze i sandali un reggiseno a balconcino per sorreggere le tette, mi ordina di leccarle per bene fica e culo e quando decide che è ormai pronta mi fa sdraiare e lei si cala sull'uccello ormai duro, continua così per un pò di tempo fino al suo orgasmo, poi dice che ora devo venire io dentro di lei, mi aiuta continuando a massaggiarmi con le abili mani i capezzoli, ed ovviamente a movimenti che mai nessuna donna a saputo regalarmi fino al mio orgasmo.
Dopo una breve pausa, decide che è arrivata l'ora del rusch finale, vuole fare quello che tutti gli uomini sognano, farselo mettere nel culo, ovviamente dopo una nuova sculacciata io a lei, ma se voglio incularla anche lei dice che mi deve sculacciare per bene; e così procede, devo dire che se pur un pò doloroso alla fine ha aumentato la mia libidine e mi sono trovato un cazzo davero duro per il gran finale.
Si toglie le calze, perchè dice che una vera inculata si fa a gambe nude, ma indossando solo stivali con tacco alto, si fa ungere per bene il buco del culo, mi insaliva bene il cazzo, prende il vibratore per massaggiarsi la fica e mi ordina di infilarla fino al suo completo orgasmo con divieto assoluto di venire prima io, diversamente sarei vittima di frustate !
Allora procedo montandola per bene alla pecorina ovviamente, rilasciando colpi lenti e veloci pensando alle frustate che mi prendo se non la porto all'orgasmo, ma comunque essendo la terza scopata resisto bene, e continuo per un pò di tempo così fino al suo grido finale, vengooooooo
vengooooo, sei uno stallone fantasticooooo mi dice, ed ora dice che posso tranquillamente venire anch'io. Le chiedo di cambiare posizione, così non resisto più, allora lei mi invita di scoparla con io sopra e lei sotto nella posizione del missionario. Graziella come una vera troia si mette le calze velate nere, un paio di sandali rossi procede a spompinarmmelo per bene per portarlo ad una buona erezione, si fa scopare per bene, per favorire il mio orgasmo finale mi tocca nuovamente i capezzoli avendo capito che la cosa mi fa impazzire, ovviamente fa dei movimenti fantastici, mi dice che per provare maggiore ecitazione devo guardare il movimento dei suoi piedi e i tachi dei sandali, ha ragione, cavolo se ha ragione, in pochi minuti provo un'orgasmo pazzesco, mai goduto così tanto con una donna. Devo dire che nessuna delle donne precedentemente avute ha saputo farmi provare delle sensazioni così intense soprattutto con la sega con i piedi e le leccate dei miei capezzoli. Veramente fantastico,
di donne così noi uomini ne vorremmo tante, sono autentiche bombe di sesso.
Graziella è rimasta talmente soddisfatta che ora, periodicamente ci incontriamo per giornate di sesso e di godimento reciproco.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 18): 6.22 Commenti (2)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10