STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Tiziana e Sergio 3Tutto comincia in cucinaIL RIPARATORE TV 2al marestudentessa universitarialo zietto he mi scopa violentemente ;)La direttrice di banca fa i pompini continuoalice,il cugino e il suo amico
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Nel negozio di scarpe
Scritta da: and55fi (32)

Sono sempre io 50enne, vogliosa di cazzi e vi voglio raccontare questa mia avventura di un paio di settimane fa, la cosa ha fatto molto eccitare mio marito e d'accordo con lui la scrivo.
Quel pomeriggio sono andata in un paese vicino al mio per acquistare delle scarpe, sono uscita di casa con una camicetta molto attillata ed un golfino aperto che faceva vedere il mio prorompente petto, poi una gonna sopra il ginocchio e chiaramente senza mutandine. Nel negozio c'era una ragazza molto giovane sui 20-22 anni ed il proprietario di circa 60. Sono rimasta un po' delusa perché altre volte c'era un ragazzo bel fico sui 25-30 anni ma si vede che era in festa. Comunque entro e visto che non c'era nessuno chiedo che tipo di scarpe voglio e la ragazzina mi fa sedere su una sedia poi va a prendere le scarpe, intanto il proprietario mi guarda e si appoggia al bancone della cassa. E' un tipo piccoletto, pelato, con pancia quasi da donna incinta, insomma che sfiga io cercavo uno stallone giovane invece .....che sculo....ma comunque torna la ragazzina si mette davanti a me inginocchiata e mentre io alzo la gamba per provare la scarpa nota che sotto la gonna non porto le mutandine e si vede la mia bella fica depilata, lei arrossisce, ma non fa una piega continua a fare il suo lavoro e così provo tutte e due le scarpe. Ad un certo punto suona il telefono e risponde l'uomo, poi dopo riattacca e dice alla ragazza che deve portare delle scarpe ad una signora che purtroppo per problemi di salute non può uscire di casa e che aveva ordinato ieri. La ragazza così prende il tutto ed esce mentre il proprietario le dice di non preoccuparsi perché a me ci pensa lui. Così visto che le prime scarpe non mi soddisfacevano l'uomo mi porta delle altre scarpe e mettendosi davanti a me in ginocchio me le prova, io un po' imbarazzata, ma eccitata ci sto, lui vede sotto la gonna la mia passera depilata e mi guarda negli occhi con un sorrisino malizioso, io mi sto bagnando, mi fa un pò schifo il porco ma ormai non torno indietro, così allargo la gamba con la scusa di aiutarlo nel mettermi anche l'altra scarpa ed a questo punto lui capisce tutto, si alza va verso la porta la chiude a chiave e mette un cartello con scritto chiuso torno subito. Io immobile non faccio nulla, poi si avvicina e mi prende per mano mi alza e mi porta nel retro bottega dove c'è un divano, mi spinge sullo stesso e in un minuto si spoglia completamente nudo, io mi lascio andare un po' nauseata dal suo fisico, pancione cazzo grosso ma piccolo completamente scappellato, grandi palle pelose, poi dandomi della puttana mi dice che sono una troia e mi spoglia infoiato e voglioso sbavandomi addosso, lo lascio fare e mi ritrovo nuda con le tettone alla sua mercè, me le lecca e mi masturba la fica che cola, mi infila dentro 1, 2 ,3 dita io godo mi bagno, poi mi sbatte il cazzo in bocca , grande cappella e mentre lo spompino mi schiaccia con la sua pancia la testa, ad un certo punto sta per venire tanta è la voglia, ma si ferma, mi fa alzare mi rigira e mi obbliga ad appoggiare le mani sulla spalliera del divano ed alla pecorina mi penetra la fica, io sono in estasi di piacere e di disgusto, dopo 2 o tre colpi però viene dicendomi nell'orecchio troia ora ti riempio e così fa, sento la sua cappellona ingrossarzi e schizzare, poi lui mi crolla addosso e caschiamo tutte e due sul divano. Dopo un attimo non contento si butta sulla mia fica e incomincia a leccarla bevendo la mia crema e la sua sbroda che esce ed io vengo schiacciandogli il suo faccione sulla passera......ho goduto alla grande anche se preferivo qualche stallone giovane. Poi dopo poco lui si è rivestito è uscito dalla stanza, mentre io cercando di asciugarmi la fica tutta sbavata mi sono rivestita e sono tornata nel negozio. Dopodichè come se nulla fosse successo è tornato da me con le scarpe che avevo scelto dicendomi che erano offerte da lui, con la promessa che se ritornavo avrei avuto altri regali, chiaramente contraccambiando...e strizzandomi l'occhio mi ha dato un'ultima strizzata di culo mentre uscivo soddisfatta.
Avete capito che troia che sono, penso che ci ritornerò in quel negozio, fra qualche tempo, però sinceramente prima voglio assicurarmi che ci sia il ragazzo o al massimo tutti e due e chissà che d'accordo non mi sbattino insieme....... cazzo ora che ci penso si sta bagnando....alla prossima......ciao

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 15): 7 Commenti (0)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10