STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Buon compelanno mogliettinaQuella volta alle corseuna cena a trela camerieraSolito sabato pomeriggiol'ex non si dimentica.I segreti di mia moglie 4antonella la porcona 2 e roberto cornuto
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Nel bosco che sorpresa......
Ciao sono Franco e la storia che vado a raccontare è accaduta realmente ad inizio di agosto. Con Beppa mia moglie, che aveva accettato di far delle foto nel bosco dopo lunghi tentennamenti, 36enne ancora ben messa fisicamente, avevamo imboccato una stradina che si inoltra nel verde. Il posto da me scelto era anche conosciuto, lontano da sguardi indiscreti e per me valido per le foto che avevo intenzione di fare. Per arrivare sul posto si percorre una mulattiera che al suo termine ha un'abitazione. La casa era quasi sempre chiusa, non quel pomeriggio sulla soglia c'era un signore sulla cinquantina in pantaloncini corti e a petto nudo, con un fisico asciutto ed abbronzato che ci ha cordialmente salutato. Il tipo sorridendo aveva anche fatto dei complimenti (definendola una "bella cerbiatta") alla mia lei che ridendo e proseguendo si era girata più volte a guardarlo. La cosa l'aveva stuzzicata anche perché il signore non le toglieva gli occhi di dosso. Lei indossava un paio di pantaloncini corti in jeans che facevano intravvedere l'inizio del sedere ed una camicetta a quadri legata in vita e con ampia scollatura sul davanti. Premetto che Beppa non disdegna a fare l'esibizionista ma non ha mai accettato un rapporto a tre e per la prima volta mi concedeva di fotografarla al di fuori della ns. abitazione. Arrivati sul posto, dopo una decina di minuti di cammino dal saluto al ns. "amico", cominciammo. Il tipo l'aveva quanto meno incuriosita perché durante il tragitto aveva fatto alcuni apprezzamenti nei suoi riguardi (cosa che non era abituata a fare). Prese le cose dallo zaino, per rinfrescarsi e truccarsi un po', e indossati sandali con tacco alto e un completino in pizzo bianco (perizoma trasparente e reggiseno a balconcino)ed un completo bianco sopra iniziai. Beppa era ben disposta, si metteva in posa seguendo le mie indicazioni. Mentre stava abbracciata ad un albero con la gonna alzata e senza giacchino, notai dietro i cespugli a non più di 20 metri da noi la presenza di un uomo. Non dissi nulla e continuai esortandola a mettersi in posizioni sempre più hard. Lei era partecipe e più volte mi aveva detto che non pensava di divertirsi così tanto. A quel punto la stuzzicai dicendole che forse i complimenti precedentemente ricevuti l'avevano fatta disinibire oltre il solito..... E lei sedendosi a gambe aperte su un sasso disse: "Devo ammettere che quel signore mi incuriosiva....." Nel frattempo avevo visto che la persona che ci stava spiando era il ns. "amico" che piano piano si era avvicinato e stava nascosto dietro ad un folto cespuglio. Mia moglie intanto era rimasta con i soli sandali e come spesso succede quando la fotografo a casa, si era avvicinata e mi aveva abbassato i pantaloni esortandomi a spogliarmi. Si era posizionata davanti a me ed aveva iniziato a succhiarmelo e a farmi una spagnola con la sua splendida terza di seno. La staccai da me e la posizionai nei pressi del cespuglio dove si trovava l'uomo. La incitavo perché si posizionasse a 90° in modo da far vedere a lui i suoi forellini attraverso la vegetazione ed intanto continuavo a scattare. Lei voleva avvicinarsi per prenderlo in bocca, anche perché quella situazione mi eccitava moltissimo, ma io preferivo tenerla nei pressi del tipo. Alle sue insistenze ad un tratto risposi: "Ci vorrebbe qua il signore di prima, così mentre ci fotografa tu me lo succhi?" Lei mi rispose a voce alta: "Beh se prima mi aveva fatto i complimenti da vestita, credo che così come sono ora..... qualche foto me la farebbe...." Al che dissi: "Infilati un ditino davanti pensando a me e uno dietro dedicandolo a lui" E lei: "Certo che sei sempre il solito porco..... e se me li infilassi tutti e due davanti pensando a te?" Risposi: "Dietro te lo infila direttamente lui...." ed in quel momento lo invitai ad uscire dal nascondiglio. Mia moglie si ritrasse e cercò di coprirsi, andando a recuperare un asciugamano che avevamo con noi. Lui si avvicinò a me e si presentò con il nome di Marco. Aveva il cazzo che gli stava forzando i pantaloncini e dopo averci ringraziato dello spettacolo ed essersi complimentato ancora per la bellezza e la sensualità di Beppa, si offrì, se da tutti desiderato, a fare da fotografo.... Parlai con mia moglie e seppur molto tesa accettò. Cominciammo con pose in cui eravamo abbracciati, fino ad arrivare con il mio cazzo infilato in figa a mia moglie mentre lei era abbracciata ad un albero. In quel momento Marco (visto anche che Beppa si era di nuovo sciolta) ci chiese se poteva liberarsi anche lui dei vestiti. La prima a rispondere fu Beppa: "Era ora...." disse. Il ns. complice oltre ad avere un bel fisico ed un notevole savoir faire, possedeva anche un cazzo non lunghissimo ma molto grosso. Proseguimmo nel nostro intento con noi due che cambiavamo spesso posizione e con mia moglie che si era anche complimentata per il fisico (aggiungo io e per il cazzo) con Marco. Le foto ormai le stavamo eseguendo con Marco sempre più vicino a noi e per questo in alcune occasioni il cazzo del complice si avvicinava molto a noi. Avevo il cazzo che scoppiava per l'eccitazione, e dovevo continuamente fermarmi nelle varie penetrazioni per non sborrare... Beppa nel frattempo era partita ed aveva avuto già un paio di orgasmi rendendola particolarmente disinibita..... Così mentre stavamo facendo delle foto con lei a cavallo sopra una roccia esortai Marco ad avvicinarsi e presa una mano di mia moglie la portai al cazzo del ns. amico. Lei subito si ritrasse e continuò il suo sali scendi, ma quando stava per avere un altro orgasmo ripetei la cosa e questa volta iniziò a segare il fotografo. La tolsi da sopra di me per non venire. A quel punto la feci piegare e appoggiata con le mani alla roccia mi posizionai dietro e con le mani le allargavo il culo, in modo che Marco potesse fotografare il suo culo spalancato e la figa che colava. Sentendola lamentarsi perché ne voleva ancora la girai e dicendole: "Fai provare a Marco la tua bocca mentre ti scopo.... dai fai la troietta...." la indirizzai a reggersi sul corpo del ns. complice e cercai di spingere la bocca in direzione del suo cazzo. Lei lo rispingeva dicendo che era troppo grosso..... Allora non persi l'occasione e staccatomi presi un altro preservativo e passato a Marco dissi: Bene allora ti fai scopare tanto hai la figa talmente slabbrata che non ti farà male di sicuro!" Lei subito non voleva dicendo che sono cose che non si fanno, ma non si muoveva e quando Marco da dietro l'ha penetrata ed ha preso il ritmo non si è certo lamentata anzi.... ha iniziato a dire: "Mamma com'è bello grosso.... dai spingi..." e così via. Marco la stava fottendo alla grande con una tale veemenza aggrappandosi alle sue tette che la lasciava senza fiato. Intanto io fotografavo era stupendo. Dopo l'ennesimo orgasmo Marco disse: "Sto per venire......" Allora seppur sfinita la sedemmo sull'asciugamano in mezzo a noi e levati i preservativi la riempimmo di sborra......
Speriamo sia la prima di una lunga serie....

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 31): 7.13 Commenti (11)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10