STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
primi piaceri del cuckoldla troiona nell'albergoil mio desiderioschiava e puttanafare animazione e stupendoin gita a l'elba con Laura e CristianoUNA DOMENICA SERAio,il mio ragazzo e i suoi amici
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Mia moglie si fa in quattro per gli altri. Secondo episodio.
Per chi non ha letto l'episodio precedente, un breve aggiornamento.
Siamo una coppia di quarantotto anni lei, disinibita, molto carina e sexi, e dieci anni in più io, cuckold da svariati anni.
Mirko e Gian, sono i due nuovi giovanissimi amanti di mia moglie, poco più che ventenni, e con tanta voglia di scopare.
Ci eravamo lasciati un sabato all'alba, dopo una notte di passione per mia moglie e loro due, con il progetto di organizzare il compleanno del loro amico Davide che avrebbe compiuto diciott'anni la settimana seguente, e che era ancora vergine.
A completamento della compagnia, sarebbe stato invitato anche Marco, perchè a detta di Mirko, era di sicuro il ragazzo che mia moglie avrebbe apprezzato di più.
Il sabato sera seguente, mia moglie aveva organizzato un piccolo rinfresco con qualche vassoio di pasticcini e salatini, accompagnato da alcune bottiglie di prosecco.
Era una bomba sexi, un cortissimo vestitino rosso, aderentissimo e con una vertiginosa scollatura, calze a rete e scarpe con tacchi a spillo rosse, la rendevano molto troia. Io le avevo confessato le mie perplessità sulla riuscita della serata, mi parevano veramente troppi quattro ragazzi per una donna sola, forse avremmo fatto bene ad invitare una coppia di amici.
Lei ne aveva riso, e se ne era uscita con un discorso:
"Non ci penso nemmeno a dividere un gruppo di ragazzini con un'altra donna, li voglio tutti per me!!! Eppoi, quando mi potrà capitare ancora di trovarmi tra le cosce un diciottenne vergine?? Se casomai, non te la senti di assistere alla serata, scendi in tavernetta a guardarti la tv."
Volevo replicare, ma il campanello ci riportò alla realtà.
L'ingresso dei quattro, avvenne con le presentazioni, e mia moglie, anzichè stringere la mano, si mise a limonare sfacciatamente a turno tutti quattro.
Davide il diciottenne, rimase di sasso, non si aspettava tanta sfrontatezza, fu l'ultimo, e mia moglie, appoggiandogli una mano sulla patta gli disse:
"Ma che bel ragazzo, e come baci bene.... uhmm, ma cosa sento quì.... sei già pronto.... per la festa..... prima qualche dolcino... e poi voglio farti gli auguri per prima."
Ci mettemmo intorno al tavolo ad assaporare i pasticcini ed a brindare al nuovo maggiorenne, ognuno faceva battute sulle capacità amatorie, mia moglie era gasatissima ed impaziente, i ragazzi, erano allegri e particolarmente loquaci, la serata si presentava divertente; mia moglie all'improvviso chiese silenzio:
"Dunque ragazzi, questa serata deve essere gestita da una donna, e siccome sono l'unica presente..... dovrò gestirla io...
Faremo un gioco iniziale; uno di voi cinque, che eleggeremo a maggioranza, rimarrà vestito e farà la parte del cornuto-guardone-segaiolo, mentre gli altri quattro, si spoglieranno completamente nudi... chi eleggiamo?"
Tutti guardarono ovviamente verso di me, e cominciarono a spogliarsi. Lei riprese:
"I quattro che rimangono nudi, mi seguono in bagno uno alla volta, cominciando dal più giovane, per un lavaggio rapido ed una verifica della consistenza da parte del giudice.... che poi sarei io.
Poi, uno alla volta, sempre cominciando dal festeggiato, voglio provarvi tutti. Quindi mentre ognuno di voi a turno sarà nel mio letto, gli altri staranno seduti a mangiare o bere, oppure potranno guardare.
Per il secondo round, vi voglio tutti insieme, e sarà una gara di resistenza tra voi e me.
Ora, il festeggiato....con me."
Lo prese per mano, e lo portò sotto la doccia, si svestì a sua volta e entrarono sotto l'acqua.
Il trattamento eccitava tutti noi, mia moglie si insaponò le mani, poi prese il cazzo e lo scappellò, e lo insaponò, con una mano lavava il cazzo mantre con l'altra, insaponava in mezzo alle chiappe, indugiando nel buco del culo e limonandolo, provocandogli una involontaria erezione.
Riservò poi lo stesso trattamento agli altri tre ragazzi, che però mentre venivano limonati, la toccavano e la sditalinavano. Uscirono dalla doccia a turno con i cazzi duri.
Poi riprese per mano il festeggiato, lo portò in camera da letto, iniziò un breve pompino, quindi si coricò a cosce larghe, e se lo fece scivolare dentro.
Fu una cosa rapida, ma la sentii godere di un orgasmo intenso.
Poi fu la volta degli altri tre, e per come conoscevo mia moglie, provò uno svariato numero di orgasmi, con ognuno di loro.
Il caldo li aveva fatti sudare parecchio, ed ognuno di loro, usufruì nuovamente della doccia.
Mia moglie, si sedette sul divano nuda, e pretese che i quattro ragazzi rimanessero nudi a loro volta. Quella sera, la vedevo padrona della situazione.
Lei pareva invasata, non sapeva fermarsi, stuzzicava a turno i quattro giovani limonandoli e massaggiandoli nei cazzi.
Mirko, la prese per mano, e disse:
"Facciamo la prova di resistenza??? Ragazzi, prendiamola tutti insieme??"
La portarono nel nostro letto matrimoniale, e da quel momento, mia moglie rimase sommersa dai corpi di quei quattro giovani cazzi.
Quando uno eiaculava, andava a lavarsi e con il cazzo già in tiro, tornava sul letto e si rimetteva in gioco.
La situazione, era molto eccitante, io ero seduto su una poltrona della camera con il cazzo duro dall'inizio, e continuavo a menarmelo.
Lei che fino ad allora pareva non essersi accorta di me, mi guardò e disse loro:
"Ragazzi, guardate il cornuto come si sega... siiihh...... mi piace renderlo cornuto..... siiiihh..... vengo ancoraaaa..... dai sborrati in mano cornutooooo....."
Lei ebbe un altro orgasmo, ed io mi sborrai in mano.
Quei ragazzi, erano alla loro quarta o quinta sborrata, mia moglie aveva avuto un numero imprecisato di orgasmi, mentre io con una sega ero oramai fuori gioco.
Privo ormai di interesse per l'intenso orgasmo che avevo avuto, scesi in tavernetta a guardare la tv, erano le due, e poco dopo mi addormentai.
Quando mi risvegliai, erano le cinque di mattina, ed i ragazzi erano spompati e stanchi. Mia moglie cascava dal sonno. Mi ero perso tre ore di orge.
I quattro amici, raccolsero i loro vestiti, e si congedarono da noi con un arrivederci.
Quando se ne furono andati, ci coricammo sul nostro letto sfatto, chiesi a mia moglie quando si sarebbero rivisti, lei stancamente rispose:
"Ho detto loro che sabato prossimo, organizzerò altri giochi..... se poi in settimana a turno mi vogliono venire a trovare.... mando il cornuto in tavernetta e ci divertiremo senza di te, ti spiace? Ahahahah"
Per dimostrarle la mia accondiscendenza, le presi la mano e le feci sentire il mio cazzo duro, lei mi guardò incredula ed esclamò:
"Noooo.... mi spiace, ma non ho neanche più la forza di farti una sega.... li ho fatti venire cinque o sei volte ciascuno.... io sarò venuta quindici sedici volte.... fatti una sega da solo, dai cornuto...."
Io cominciai a masturbarmi mentre lei mi dava del cornuto segaiolo e guardone, infine pensando a lei a cosce aperte mentre limonava con il ragazzino, venni con un intenso orgasmo.
Da allora, due sere la settimana, mia moglie riceve a turno un ragazzo alla volta, poi il venerdì sera o il sabato sera, organizza la sua gang bang.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 9): 6.67 Commenti (15)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10