STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
vacanza ai caraibi con sorpresa!!!!io,lui e l'altro.Mattinata di sesso!!!Daniela - Bianco e neroamanti vogliosiLe avventure di mia suocera - cap. 2Un grigio pomeriggio d'autunnomiss Cristina prima parte
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

MIA COGNATA - LA PRIMA SCOPATA
Avevo nella mente ancora il ricordo del mio primo incontro con mia cognata Framcesca e al solo pensiero delle sue labbra posate sulla mia cappella ero assalito da un'eccitazione indescrivibile. Dovevo rivederla, volevo incontrarla ancora perché il mio cazzo aveva bisogno di lei. Mi organizzai quindi per restare a casa di mattina poiché mia moglie era fuori città per lavoro e sarebbe stata via per una settimana. Il giorno dopo, come sempre, si presentò a casa mia intorno alle 8 e apparentemente era felice di rivedermi. Le dissi che sarei rimasto a casa tutto il giorno e le offrii il mio aiuto per il disbrigo delle faccende di casa. Indossava una gonna cortissima e una camicetta trasparente che lasciava intravedere il suo seno prorompente. Mi chiese di aiutarla a sistemare delle scatole nel ripostiglio che io le dovevo porgere una alla volta. Volle salire lei sulla scala e io da sotto le passavo delle scatole di piccole dimensioni contenenti vestiti. Ad un certo punto salì in cima alla scala e per mantenere l'equilibrio divaricò le gambe mentre io da sotto ammiravo un panorama stupendo. Non aveva gli slip e la sua figa rasata apparve davanti al mio sguardo. L'eccitazione salì alle stelle e dopo averle consegnato l'ennesimo pacco con le mani iniziai ad accarezzarle le cosce. Forse Francesca aspettava che io aprissi le danze, si girò e scese due gradini della scale fino all'altezza della mia testa. Mi intrufolai subito sotto la sua gonna e iniziai a baciarle la figa e a farle sentire la mia lingua. Iniziò subito a gemere mentre la mia azione si faceva più intensa e la mia lingua entrava dentro la sua figa calda e già bagnata. "Voglio il tuo cazzo" mi disse in preda ad una forte eccitazione. La feci girare e dopo che si era appoggiata a uno scaffale iniziai a stantuffarla da dietro. La sua figa era un lago ed il mio cazzo imponente penetrò completamente dentro e poi usciva ed entrava con colpi a mò di martello pneumatico. Francesca venne più volte e io, con immani sforzi, riuscii a trattenermi fino a quando il mio cazzo non esplose con un fiume di sperma che le allagò completamente la figa mentre lei ancora gemeva e tremava per il piacere. Lo tirai finalmente fuori e lei si chinò per prenderlo in bocca e gustare la sborra.
Alla prossima per un altro piccante racconto.
Dark Angel

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 13): 4.31 Commenti (0)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10