STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
CAVALCANDO di silverdawnA casa di amiciun cazzone incredibileChe goduria di fidanzataCAPODANNO 2007SCOPATA POTENTEMENTEquell'estate senza mutandeUna cugina un po' maiala
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

La moglie pił bella del paese
Mia moglie Carla è una bellissima donna di 28 anni.
Carnagione scura, capelli castani, occhi grandi nocciola, e un corpo sinuoso con un bellissimo fondoschiena.
Un giorno le confesso che mi piacerebbe vederla vestita in modo più provocante, nonostante viviamo in un paese dove la gente mormora anche quando non ce n'è motivo.
Lei all'inizio mi disse che per l'amore che provava per me dopo 7 anni di matrimonio era disposta ma sconsigliava di farlo nel nostro paese.
Io insistetti dicendole che potevamo sfruttare una occasione, la festa del paese, per esporla con la scusa che lei si vestisse elegante per l'occasione.
Alla fine cedette e si avvicinò il giorno fatidico.
Per l'occasione indossò un tailleur panna che metteva in risalto le gambe avvolte da calze autoreggenti a rete, il seno perchè aveva sotto una canotta scollata bianca, girogola d'oro regalatole in passato, orecchini da signora vistosi... ma il punto di forza era un trucco vistoso e forte, fondotinta che le dava un colorito unico, molto rimmel e rossetto e vai, mia moglie sembrava una vera attrice.
Difficilmente sarebbe passata inosservata.
Per non farla sporca le concedetti di indossare una pelliccia.
Ci recammo in chiesa dove solitamente era preda degli sguardi di uomini di tutte le età che si distraevano con facilità durante la celebrazione.
Durante la funzione in onore della festa , a sfondo religioso, le chiesi a bassa voce durante un canto che se aveva caldo poteva togliersi la pelliccia, lei mi guardò ridendo sotto i baffi.
Io la sfidai ma lei mi disse che non poteva in un luogo sacro.
Io le chiesi di farlo se veramente mi amava e poi le dissi: quando ti togli la pelliccia e ti alzi in piedi durante la messa girati dietro e vedi in quanti sbavano per te.
La chiesa era riscaldata così mentre mia moglie era seduta si sfilò la pelliccia per la gioia dei maschietti: quando si alzò in piedi col suo culetto sporgente su quei tacchi a spillo e le calze a rete, gli occhi che tradivano il suo pudore... Era fatta. Si girò imbarazzata e tutti notarono il suo rossore in viso.
Sul finire della funzione si rimise la pelliccia e come se nulla fosse uscimmo.
Passeggiavamo per il viale pieno di gente per la festa.
Prima di tornare all'auto, avremmo dovuto costeggiare un bar poco raccomandabile, frequentato da giocatori di carte, slot machines e quant'altro dove fuori dall'ingresso gli uomini in gruppo erano soliti fumare.
Chiesi di nuovo a mia moglie di aprirsi la pelliccia e camminare come una prostituta.
Lei, che era ancora eccitata per essersi esposta in chiesa, non se lo fece ripetere due volte e dicendomi: Mi vuoi troia!
Sorridendo disse ancora: Stai a guardare.
Si aprì la pelliccia e comiciò a contorcersi con fare da troia mentre camminava. Passando davanti al bar lei guardando gli uomini fuori che fumavano disse camminando: Buonasera!
E tutti: Buonasera signora, sottomessi a tale visione...
Mentre ci allontanavamo da quel bar i commenti arrivarono fino alle nostre orecchie: La signora è accaldata!
E cose del genere... In auto le sgrillettai la figa bagnatissima. Mia moglie confessò che le piaceva esibirsi: la portai a casa e dopo averla fotografata per immortalare l'inizio del suo essere esibizionista, le leccai la figa, l'ano e la presi da dietro nella figa imbrattata di umori. Siamo venuti subito eccitatissimi. Da quel giorno mia moglie venne considerata da tutti la donna più bella del paese. Ed io ne sono fiero.

by
Teslo Latino

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 11): 3.45 Commenti (1)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10