STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
La mia cuginettaquanto è porca la mia ragazzala prima volta al club privèMi scopo Simona l'amica di mia moglie-1Una zia puttanascambio in Un sardegnaUna gita in moto (I capitolo)ESTREMAMENTE ORALE
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

L'allenamento - 1
Ciao a tutti sono Valentina, una ragazza di 19 anni che gioca a pallavolo. Capita spesso che, dopo l'allenamento, resti in palestra per fare qualche altro palleggio. Il custode lo sa bene e, dato che sono la più "forte" della squadra, ho il permesso di starmene lì tranquilla. La palestra è inglobata in un centro sportivo che resta aperto fino a tardi, e il custode ha ben altro da fare piuttosto che pensare a me. Fatto sta che quella sera, come capita spesso, ero sola a fare qualche esercizio extra. Ad un certo punto sento la porta sbattere, mi giro e vedo entrare Antonio, Marco e Luca . Loro sono amici di quasi tutte le ragazze della squadra e spesso vengono a vedere gli allenamenti. "Ciao ragazzi, che ci fate qua?". "Siamo venuti a vedere il tuo allenamento" risponde luca. Per niente infastidita mi giro e continuo i miei esercizi, decidendo di provocarli un po'. Tutti sanno quanto sodo sia il culo di una pallavolista, e io inoltre ho delle gran belle tette, una quarta bella piena che salta ad ogni mio movimento in campo. Inizio quindi a sculettare e a saltare più del dovuto. Poco dopo sento uno schiaffo sul mio sedere. Mi giro e vedo antonio dietro di me che mi sorride. "ehi che fai?!" gli domando. "niente, avevo solo voglia di toccare il tuo bel culo sodo da pallavolista". "be vedi di non farlo più, altrimenti....". "altrimenti cosa?" sento delle mani che mi stringono il seno. "stai buona vale, non fare casino", era la voce di marco. "ehi ma cosa fate, lasciatemi!". "zitta zitta, lo sappiamo che ti sei messa a sculettare per provocarci. non penserai di lasciarci a bocca asciutta". La situazione mi intrigava. Marco è stato un mio ragazzo, conosco bene le sue doti e la sua bravura nel sesso. Per quanto riguarda luca e antonio, be, le voci girano, e si dice che siano molto dotati. Decido di fare la difficile per eccitarli e mi dimeno. Mi arriva uno schiaffo tremendo sul culo. "ce l'ha proprio sodo marco" dice luca. "che vi avevo detto? La cosa più bella della nostra relazione era quando si metteva a pecora e si faceva sfondare" dice lui. "Quindi stavi con me solo per il sesso maiale?!" gli chiedo. "be quasi, era la cosa più bella. D'altronde mi sono fatto anche le tue compagne, ma nessuna è come te". Quella confessione di tradimento che suonava come un complimento mi fa eccitare. "Ah è così? Ti faccio vedere io adesso". Così facendo mi inginocchio e bacio il pacco di antonio che era ancora davanti a me. "mark è proprio una cagna questa qui" dice lui premendomi la testa sul suo uccello. Gli slaccio i pantaloni e gli accarezzo il pisello. E' veramente bello grosso e il bozzo è enorme. Lo tocco un po' e poi mi giro verso luca, levando i pantaloni anche a lui. Il suo cazzo è meno grosso e a dire la verità resto un po' delusa. Me lo avevano descritto come un palo, ma è meno dotato di antonio o marco. Poco male, accarezzo anche lui. "A me niente?" dice il mio ex. "Certo ora arrivo" replico. Gli slaccio i pantaloni e mi bagno solo a rivedere il suo enorme uccello. Ne ho provati un po', ma il suo mi è sempre rimasto nel cuore. E' la definizione di enorme, è grosso e lungo da far sbiancare. "Mi è mancato marco" gli dico in preda all'euforia. "Sei proprio una troia, avanti, fai quel che sai fare meglio" mi dice. Gli abbasso i boxer e libero il mostro. Mi avvento su di lui e me lo infilo in bocca senza fiatare. Dopo qualche succhiata mi giro verso gli atri due e libero anche i loro amichetti. Sorpresa! luca ha delle palle enormi, sembrano due palloni da calcio. Resto ammaliata di fronte a quelle enormità. Lui si mette a ridere e mi spinge la faccia verso il pisello. Succhio come non mai, in preda ad una eccitazione profondissima. Con le mani sego marco e andrea che nel frattempo si spogliano. Continuo a spompinarli per un bel po' di tempo tra le loro offese. Mi chiamano troia, cagna, pompinara. Quei nomi mi fanno eccitare. Sentire quei bastoni fino infondo alla gola mi fa impazzire. Ho la maglietta sporca della saliva uscita dalla mia bocca mentre succhiavo quelle bestie. Finalmente decidono di pomparmi. Mi fanno alzare tirandomi i capelli e mi piegano sul cesto dei palloni. Iniziano a sculacciarmi fortissimo. Sono sempre più bagnata e mi sento pregarli di scoparmi. Marco mi sculaccia con una forza inaudita e poi mi tocca la figa. Lo sento ridere e offendermi, poi mi spinge sopra il cesto e mi apre le gambe. Lo vedo armeggiare con i miei pantaloncini e in un attimo li strappa. Mi sposta le mutande e mi tocca la figa. Poi punta il suo cazzo e con un colpo è dentro. io urlo dal male e lui se la ride. Antonio e luca mi si mettono davanti e mi obbligano a lavorare di ano e bocca, mentre marco mi fa vedere le stelle scopandomi con violenza. Mi sculaccia e mi scopa e io non resisto. Vengo urlando. "Vieni di già brutta cagna? Stai sicura che io non mi fermo" e inizia ad andare ancora più forte. Per fortuna sono sul cesto, le mie gambe non reggerebbero a quelle spinte. "Succhia maiala, succhia". Questo è luca che mi preme il pisello in gola. Lo spinge talmente in fondo che mi sento soffocare. Antonio se la gode e mi ordina di guardarlo. Sto quasi per piangere, il cazzo di luca non mi fa respirare. Finalmente lo toglie e io riprendo fiato. A questo punto marco esce e mi fa inginocchiare a terra. "Lo sai che sei veramente una cagna?" mi dice. "Si lo so, sono la cagna e voi i miei padroni" dico io. antonio mi schiaffeggia la faccia con il pisello. "Abbaia" mi dice. "Wof wof" faccio io. Mi sento umiliata, ma sono totalmente sottomessa a loro, i loro cazzi gonfi mi fanno voglia e farei di tutto per riaverli. Li imploro di scoparmi. "Ahah dai spogliati per noi" dice luca. Io mi alzo ma le gambe reggono a fatica. inizio a levarmi la maglietta, mettendo in mostra le mie tettone. Poi mi levo le scarpe e i pantaloncini, mettendo il più possibile in mostra il mio culo. Mi arriva uno schiaffo su una chiappa. marco mi ordina di inginocchiarmi e di fare una spagnola a tutti. Obbedisco. Mi slaccio il reggiseno e in un attimo ho il cazzo di luca tra le tette. Lo bacio quando spunta dalla fessura. Intanto andrea e marco mi frustano con i loro cazzi. Ripeto il trattamento a tutti. Mi postano sulle gradinate e mi piegano di nuovo. Mi levano le mutande e, a turno, mi scopano tutti e tre. Vengo di nuovo, sono sfinita. Li spompino tutti di nuovo e mi chiedo come possano resistere ancora. I loro cazzi sono gonfi all'inverosimile. Decidono di venire. Vedo marco sparire verso gli spogliatoi mentre lo succhio a luca. Poco dopo torna con i miei vestiti e la mia borsa in mano. "Ora veniamo sulla tua roba, così quando torni a casa i tuoi genitori sapranno quanto troia sei". "no, vi prego!!" supplico io. Il mio tono peggiora le cose. Luca, che era sul punto di venire, prende i miei jeans e la mia maglietta e ci sborra sopra. Quelle palle erano veramente capienti, perché esce una quantità incredibile di sperma. Vedo i miei vestiti macchiati e so che non potrò fare nulla. Antonio mi imbocca e io succhio. Dopo poco esce e viene sopra il mio cellulare e nel borsone. Tocca a marco. succhio anche il suo cazzo e lo faccio venire. Lui viene nella bottiglietta mezza vuota di acqua. Ne versa un po' sui miei capelli e mi fa bere il resto. Poi se la ridono e si rivestono. Prima di andarsene mi lasciano un ultimo ricordo. Marco piscia sulle mie scarpe, luca sul mio intimo e antonio nel bagnoschiuma e nello shampoo. Io resto lì per dieci minuti, nuda e sudata, con i vestiti e la borsa sporchi di sperma e piscio. Mi sento umiliata, ma mi è piaciuto veramente tanto. Nel cuore spero che ricapiti. Ora so che ricapiterà. Fine parte 1.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 22): 5.45 Commenti (0)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10