STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
libreria 51il nuvo collega parte 2La masturbazione femminileuna collega incinatal'odiosa di mia suoceraSentirsi puttanaalice,il cugino e il suo amicoLa prima volta in tre
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

In gita con Francesca
Ultimo anno di scuola superiore e la mia classe ormai ridotta all'osso (9 studenti in tutto tra cui una sola ragazza, Francesca appunto) viene portata in viaggio d'istruzione a Barcellona. Ormai tutti maggiorenni i professori decidono di lasciarsi un pò di libertà e così noi 9 abbiamo l'occasione l'ultima sera di passare un'allegra serata in un pub. Dovendo però partire l'indomani mattina decidiamo di non rientrare troppo tardi e così verso l'una siamo tutti in camera. Io, Marco, Giacomo e Francesca dividiamo la stessa stanza in albergo. Una volta rientrati in camera non abbiamo voglia di andare dormire e decidiamo di passare qualche oretta in ricordo dei tempi andati essendo ormai vicino il giorno del diploma e della nostra separazione.
Francesca non è bellissima, ma dopo 5 anni nella stessa classe la voglia di farsi una scopata con lei è venuta a tutti a noi. In giro si dice che si una troia e che tra le sue gambe siano passati in molti, ma siccome nessuno della classe è mai riuscita a scoparla tutti pensiamo siamo una leggenda e che non ci sia niente di vero. E' sicuramente una ragazza molto provocante con le sue magliettine strette e scollate, le sue minigonne e i suoi perizomini colorati, ma sul fatto che sia una grande zoccola nutriamo tutti dei dubbi.
Durante la nottata in camera Francesca beve e continua a provocarci come è sua abitudine da ormai 5 anni, accavvalla le gambe e noi riusciamo a intravedere il suo perizomino verde. I nostri cazzi cominciano a tirare un pò, ma come fare? come possiamo chiedere alla nostra compagna di classe di offrirci la sua bella passera?
Ormai è chiaro anche a Fra che stiamo osservando tutta l'ora lo spettacolino sotto la sua minigonna. Si alza e va in bagno.
"Mamma mia ho il cazzo dritto come una verga!" esclama Marco "prima o poi devo fotterla!"
"Ah ah ah" rido io "tiene le gambe ben chiuse...le piace solo farlo venire duro ma poi non la fa nemmeno vedere!"
"Secondo me è una grossa puttana" sbotta Giacomo.
Fra torna dal bagno. Si china per prendere una birra e con nostra sorpresa notiamo che il perizomino verde è sparito, notiamo benissimo il solco delle sue natiche e la tanto desiderata fighetta...ovviamente rasata.
Ormai è abbastanza chiaro che la nostra putanella è ben disposta a fare qualcosa in più di farci dirzzare le verghe con allusioni e sbirciatine sotto la minigonna.
"Fra toglici una curiosità" chiede Giacomo.
"Ditemi ragazzi..." risponde lei.
"E'vero quello che si dice in giro?" le faccio io.
Io e Giacomo ci siamo subito intesi.
"Cosa si dice?" fa lei con la sua aria da santerellina.
"Dai lo sai...tutta la scuola pensa che tu sia...ecco come dire..." le dico io.
"Una puttanella?" conclude lei sedendosi sul divano letto assieme a noi.
"Esatto..." ribatte Marco.
"Perchè non giudicate voi?" ci chiede.
A quel punto si solleva la minigonna lasciandoci ammirare la sua topa liscia e profumata.
I nostri cazzi si sollevano all'istante e la loro durgità è ben visibile sotto i nostri jeans...speriamo solo che adesso sia lei a sgonfiarci le verghe come solo lei probabilmente sa fare.
"E'difficile giudicare solo guardando" dice Giacomo "dovremo dare una toccata molto profonda per sentire quanto sei troia!"
"Fermi..." fa lei poggiando una mano sulle nostre patte gonfie "...guardare ma non toccare!"
Si infila prima un dito nella figa, lo estrae poco dopo completamente intriso dei suoi umori. Marco le afferra la mano e le lecca il dito.
"Ha un bel sapore di puttana ragazzi" afferma ridendo "mi sa che oggi non ci farai solo drizzare il cazzo come tuo solito, vero?"
"Dipende da voi..." risponde cominciando a sbottonare i jeans miei e di Giacomo.
Marco si toglie i pantaloni e boxer e comincia a masturbarselo per averlo ancora più duro.
Le mani di Fra intanto sono dentro i miei boxer, mi accarezza le palle e mi strofina le dita sulla cappella. Giacomo intanto le solleva il top facendo saltare i suoi seni sodi di fuori e subito si avventa sui suoi capezzoli e fa frullare la lingua.
Fra è pervarsa dal piacere. Marco le si avvicina e le accarezza il volto con la sua nerchia.
Dopo aver fatto salire il mio cazzo per bene comincia a dedicarsi a quello di Giacomo. Marco afferra una ciocca dei capelli castani della nostra troietta e si asciuga la cappella bagnata. Io mi dedico al culo di Fra, le strofino un dito sul suo buco stretto e poi scivolo verso verso la fighetta ormai completamente zuppa e lascio scivolare un dito anche nella figa.
"Di più...mettimi più di un dito dentro" mi fa Fra voltandosi verso di me.
Infilo dentro un altro dito. Giacomo si è tolto jeans e boxer e Fra comincia a fargli una sega facendo colare la saliva sull'asta del mio amico. Mi accorgo che ci stanno più di 2 dita in quella passera e così ne ficco dentro anche un altro.
"Con 3 dita va bene?" le domando.
"Forse anche di più, prova..." la frase viene interrota dal cazzo di Marco che in un istante invade la bocca di Fra con violenza.
"Zitta troia...adesso ci divertiamo tutti assieme!" esclama Marco.
Fra non sembra per niente preoccupata per la situazione. Dentro la figa ha 4 dita, un uccello per le mani e uno in bocca e sembra più soddisfatta che mai.
Dopo qualche minuto riesce a liberarsi delle nostre attenzioni. Si mette comoda sul divano, apre le gambe e si infila dentro 4 dita cominciando a sfondarsi la patata con foga inaudita.
"Ma quanto sei troia?" le chide Giacomo.
"Nemmeno lo immaginate voi quanti bei piselloni sono passati qui dentro." risponde.
Noi siamo stupiti.
"Mi sono fatta più di mezza scuola! Compresi 2 professori! Praticamente qualunque ragazzo venga bocciato durante l'estate lo consolo...c'è chi si fa bocciare apposta per venirmi dentro!"
"E noi che credevamo non fossero vere le storie su di te!" dice Marco mentre si accinge ad aprirle le gambe "dopo stanotte avrai 3 cazzi in più da aggiungere alla lista...e questo è il primo!" e infila con foga la sua verga nella figa dilatata di Fra.
Marco comincia a pomparla alla grande, i seni di Francesca oscillano ritmicamente sotto i colpi possenti del cazzo di Marco. Io e Giacomo ci inginocchiamo di fianco a lei e cominciamo a farcelo succhiare.
"Adoro il cazzo! vorrei scoparmi il mondo..." dice lei passando dal mio cazzo a quello di Giacomo.
Giacomo la afferra per i capelli e ficca la sua asta dentro la gola di Fra.
"Fino alle palle puttana...è così che mi piace" le urla spingendo con voglia la sua lunga mazza dentro quella bocca ingorda.
Aspettando il mio turno per essere spompinato di nuovo le afferro un seno e comincio a schiffegiarle il capezzolo con la mia cappella.
"Che bella figa che hai Fra...non sai quante seghe mi sono fatto immaginando di sfondarla" le dice Marco.
"Marco fammela provare anche a me..." chiedo io.
Marco estrae la sua asta da quel pozzo senza fondo che è la topa di Francesca.
"Tieni è tutta tua la figa di questa zoccola adesso" mi dice invitandomi a penetrare la nostra compagna in calore.
Mi sputo sulla cappella e senza pensarci 2 volte spingo dentro i miei 22 cm, la passera di Fra è calda come poche...è talmente sfondata che probabilmente nemmeno mi sente dentro.
Marco le si mette affianco al viso.
"Dai puttana adesso succhialo a Marco" le fa Giacomo.
"Molto volentieri" esclama lei.
Marco le dà un paio di colpi di cazzo sulla fronte e sulla lingua, dopodichè fa sparire la sua verga tra le labbra vogliose di Fra.
"Oh si che bella bocca da pompinara esperta che hai!" dice Marco.
"E' vero" risponde Giacomo "è molto esperta nei fare pompini...chissa quanti ne avrà fatti!"
Fra si sfila il cazzo che le occupa la bocca e dice di aver fatto almeno un migliaio di pompe in vita sua.
"Questa puttana è praticamente sfondata!" esclamò io "sto mettendoci dentro anche le palle a momenti...eppure non sembra sentire molto!"
"Fai provare me" mi chiede Giacomo "io l'asta più grossa mi sa!"
Lascio la passera di Fra nelle mani di Giacomo sperando che almeno lui riesca a farle sentire qualcosa.
Mentre spompina Marco comincio a darle colpi di verga sui capelli e lei sembra apprezzare molto.
Dopo qualche minuto anche Giacomo si arrende e afferma di non riuscire a far sentire niente a Fra.
"Non fa niente ragazzi" dice lei masturbando il mio uccello e quello di Marco "l'importante è che godiate voi..."
"No no" le faccio io "non è giusto...anche tu devi godere con i nostri uccelli!"
La facciamo mettere a 4 zampe sul divano e a turno cominciamo a sfondarla nella figa da dietro. Mentre uno la scopa gli altri 2 seduti sulla poltrona guardano la scena e commentano. In quella posizione lei però sembra sentire qualcosa.
"Stringi le gambe Fra" gli dice Giacomo durante il suo turno.
Appena stringe le gambe il cazzo di Giacomo fa il suo effetto e Fra manda un urlo sommesso.
"Chiudi gli occhi Fra...adesso facciamo un gioco" le propongo io.
"Ah sì...mi piace" risponde mentre gode.
La facciamo mettere in ginocchio e dando una leggera succhiata a un uccello dovrà indovinare a chi appartenga.
"E se sbaglio?" chiede lei.
"vedremo di volta cosa fare" dico io.
"Riconoscerei ogni membro che mi è passato in bocca...è impossibile che sbagli" afferma lei.
Si mette in ginocchio davanti a noi 3 e si tira indietro i capelli, chiude gli occhi e spalanca la bocca. Giacomo è il primo a infilarglielo dentro. Succhia per qualche secondo con voglia da vera puttana, lo estrae dalle sue fauci ingorde.
"Gia sei tu sento il sapore della mia figa..." afferma Francesca mentre si passa 2 dita nel solco della sua passera.
"Brava puttanella!" esclama Giacomo percuottendola con la verga sulla fronte.
Francesca chiude di nuovo gli occhi e apre la bocca. Marco le si vi avvicina e le fa chinare la testa all'indietro. Gli si mette praticamente sopra la faccia e prova ad immergere il suo scroto nella bocca di Fra.
"Ma che cazzo fai!" esclama lei aprendo gli occhi. Vedendosi le palle di Marco sul viso.
"Non vale!" dico io "hai aperto gli occhi! Adesso dovrai pagare le penitenza!"
"Cosa devo fare?" chiede.
"Mettiti ancora a 4 zampe sul divano e fatti inculare a turno da noi 3!" le propone Giacomo.
Senza batter ciglio si toglie la minigonna e si mette in posizione sul divano offrendoci una meravigliosa visuale del suo ano.
"Vi avviso che sono stata scopata parecchio anche qui dietro" dice ficcandosi 2 dita insalivate su per il culo.
Mi metto subito dietro di lei e faccio colare un pò di saliva fra le sue natiche, glielo distribuisco bene con la mia cappella gonfia e volgiosa.
"Adesso ti facciamo sentire troia come non lo sei mai stata in vita tua" le sussurro a un orecchio.
"Si dai ragazzi...voglio sentire i vostri cazzi nel mio culo e essere la vostra puttana per tutta la notte!" urla lei ricevendo il mio uccello in tutta la sua lunghezza.
I miei testicoli sbattono contro la sua figa umida e i suoi mugoli da troia mi incitano a darci dentro con più forza.
Dopo qualche minuto di inculata fantastica lascio il posto a Marco.
"Vediamo se qui dietro senti qualcosa senza doverti stringere le cosce!" dice e subito fa scivolare la verga dentro quel sodo e voglioso di numerose aste.
Lei ormai fuori dal mondo e gode come sicuramente non ha mai fatto in vita sua. Incita Marco a darglielo più un fondo e dice di adorare la sensazione delle palle che le schiaffeggiano la fica da quella posizione. Io e Giacomo osserviamo la scena, Marco si gira e chiede il cambio a Giacomo. Subito si avvicina alla nostra compagna vogliosa di attenzioni maschili e senza dire penetra il lussurioso ano di Fra prima che il buco si richiuda.
Francesca sembra apprezzare molto l'asta più grossa rispetto alla mia e di Marco. Giacomo le fa stringere le cosce mentre con le mani le chiude per bene le natiche facendole sentire ancora di più il suo cazzo di notevole diametro.
"AHHHHHHHHHH!!!!" urla Fra "Non ho mai goduto così in vita mia!!! Eppure ho visto centinaia di cazzi di ogni misura e colore!!!"
"Te l'ho detto che volevamo che godessi anche tu!" le faccio io avvicinandole la mia cappella alle labbra.
Senza nemmeno chiedere fa sparire il mio membro nella sua bocca.
Giacomo le toglie il cazzo dal culo e lei con una mano cerca quella poderosa asta per riaverla dentro il suo retto. Giacomo le solleva il top sul dietro e strofinando il suo uccello tra le natiche della nostra stupenda zoccola le viene in fiotto caldo e bianco sulla schiena.
"No Giachi!" esclama lei mentre prende a masturbarmi "non sporcarmi prima di aver finito! mi piace lo sperma addosso...ma adesso era ancora presto per venire!"
"Tranquilla adesso ti pulisco" dice e va in bagno a prendere un asciugamano.
Marco riprende subito a fotterla nel culo facendo presa sulle mammelle sode di Francesca.
Giacomo torna dal bagno con un ascigumano e il perizomino verde di Fra.
Marco si sposta per fare in modo che Giacomo posso pulire la schiena alla troia.
"Lo riconoscete questo?" ci chiede mostrandoci il perizomino.
"E'proprio lui?" dico io mentre vengo spompinato.
"Questo è il perizoma che metti il venerdì quando abbiamo educazione fisica? vero?" chiede Marco.
Fra si toglie il mio uccello dalla gola e risponde di sì. Dice di metterlo apposta perchè noi lo vediamo e sa di farci il cazzo e poi si masturba a casa immaginando noi che ci tiriamo una sega pensando a lei.
Giacomo comincia a odorare quella mutandina succinta.
"Ha tutto il tuo profumo di troietta da 4 soldi!" afferma passandolo a me "senti il profumo di una troia eccitata!"
Dò una bella annusata a quel perizomino e lo passo a Marco...anche lui lo odora. Dopodichè si asciuga la cappella sul perizomino di Fra e lo butta su un tavolino.
Giacomo si siede sul divano e prende Francesca in braccio. Le accarezza la figa che ormai cola umori caldi e fa scivolare la sua mazza dentro l'ano di Fra. Io mi metto davanti e apro le cosce di Francesca cominciando a darle colpi di nerchia sul pube, la sollevo leggermente e faccio entrare il mio cazzo dentro la figa.
"Sì sì sì sì" urla lei godendo "desideravo da tempo farmi un sandiwch!!!"
Cominciamo a pomaparla in 2, io nella fica e Giacomo nel culo e tutto contemporaneamente. Dopo diverse spinte riusciamo a entrarle dentro entrambi fino alle palle. Il mio scroto strofina con quello di Giacomo in mezzo alle cosce di questa favolosa troia, non mi importa stiamo godendo e facendola godere.
Marco si mette in piedi sul divano di fianco a Fra.
"Che cazzo..." dice "sono l'unico con il cazzo fuori da questa puttana non è giusto!"
"Ho ancora un buco libero!" urla Fra.
Marco le infila il cazzo in bocca e tutte a 3 assieme dentro questa fantastica troia spingiamo a e gemiamo quasi all'unisono. Fra comincia ad avere orgasmi corposi e ricchi di umori...la sua fica è scivolosissima e con un piccolo colpo le entro dentro completamente.
"Cambiate di posto adesso" dice Francesca prendendo fiato "voglio provarvi in tutte le posizioni"
La giriamo in modo che Giacomo stando seduto possa metterla nella figa e Marco da dietro posso aprirle il culo con forza. Io invece mi farò spompinare alla grande.
Francesca afferma di apprezzare il cazzo di Giacomo in culo in quanto essendo più grosso la fa sentire più piena. Marco allora toglie la verga dal culo e dice a Giacomo di metterla lui. Abbracciandola e praticamente comprimendo il seno di Fra sul petto di Giacomo riesce a spingerle la mazza dentro il culo.
"Dovevamo girarla" dice Marco "adesso non posso entrarle nella figa!"
Così comincia a sculacciare le natiche di Fra. All'improvviso Giacomo si ferma e dice:
"Marco mettiglielo dentro anche tu!"
"Dove?" chiede il nostro compagno.
"Nel culo!" gli risponde Fra.
Dice di non aver mai provato la doppia penetrazione anale...nemmeno con i vibratori.
Marco si bagna la cappella di saliva e comincia a tentare di spingere l'uccello dentro il culo di Francesca. Dopo un paio di tentativi Francesca a finalmente 2 uccelli su per il culo che si muovono ritmicamente sfondandola in modo incredibile. Geme e urla senza sosta, dicendo che avrebbe dovuto provare prima l'esperienza di essere sfondata da più maschi allo stesso tempo.
Dopo qualche minuto viene voglia anche a me di spingere con un altro dentro lo stesso buco di Francesca.
Chiedo a qualcuno se mi dà il cambio e mi fa provare l'esperienza. Marco mi lascia il suo posto e anche io dopo alcuni tentativi mi ritrovo a sfondare il culo della nostra compagna in una stanza d'albergo a Barcellona a meno di 2 mesi dal diploma. Lei gode in modo selvaggio. Riesce a togliersi completamente il top.
Nel frattempo Marco si è fatto una sega ed ha versato il suo sperma tutto sopra il perizomino lasciato sul tavolo.
"Fermati un attimo" chiede Giacomo.
Sfilo il cazzo dal culo e lascio che Giacomo se la sfondi qualche minuto da solo nella fica. Nel frattempo anche io mi tiro una sega e vengo sopra le sue mutandine verdi.
Marco sta facendosi leccare l'uccello moscio e io mi unisco a lui.
La scena è fantastica. Giacomo seduto sul divano con Francesca su di lui che lo cavalca nella fica perchè ormai il suo culo è dolorante, io e Marco in piedi sul divano affianco alla nostra troia che ci facciamo leccare gli uccelli mosci.
Dopo un pò anche Giacomo si alza e va vicino al tavolo per imbrattare il perizoma con il suo secondo schizzo della nottata.
Nel frattempo io e Marco abbiamo recuperato un pò di turgidità dei nostri membri e iniziamo un sandiwch sdraiati sul divano. Io sotto e Marco sopra, Francesca ovviamente in mezzo a noi due messa a pancia sotto in modo che io possa avere un bella visione delle sue poppe strizzate sul mio corpo. Il sandiwch si trasforma bene presto in una doppia penetrazione vaginale che lei sembra gradire alla grande. Giacomo le strofina l'uccello moscio sui cappelli dicendole che vuole coprirla di sperma.
"Molto volentieri...mi piace molto anche ingoiare litri di sperma!" urla lei godendo i nostri cazzi dentro la figa.
"Tenetela ben ferma ragazzi" dice Giacomo "questa puttana è molto calda! Adesso le mettiamo tutto dentro lo stesso buco"
Fra si mostra un pò perplessa ma l'idea di avere 3 uccelli dentro la figa allo stesso tempo sicuramente la eccita e perciò non c'è nemmeno bisogna di tenerla ferma.
Giacomo va dietro mentre Marco ha cercato di fare un pò di spazio al nostro amico. Sento la cappella di Giacomo toccare il mio uccello e cercare inserirsi tra il mio cazzo e quello di Marco. Dopo qualche tentativo in cui Francesca ci incita nell'impresa finalmente anche Giacomo riesce a penetrare la fica di quella che si sta rivelando essere una zoccola immane.
Gemendo Fra esclama:"Si si si si si...ho 3 minchie nella patata alla stesso tempo!"
"Mio Dio quanto sei aperta in mezzo alle cosce!" gli urla Giacomo.
"Ve l'ho detto che mi sono fatta centinaia di ragazzi...e anche 2 professori!" risponde.
"E noi che credevamo che le storie che ti raccontavano come troia non fossero vere!" dice Marco.
Dopo qualche minuto di tripla penetrazione Marco esce dalla fica e lascia a me e a Giacomo il compito di completare il lavoro. Ma dopo poco non reggiamo il ritmo e ci fermiamo sfiniti. Fra si stende sul divano.
"Ho la fica e il culo a pezzi...non riuscirò ad alzarmi da questo divano fino alla partenza" dice lei.
Marco avvicina il tavolino al divano e mostrando le mutandine sporche del nostro sperma dice:
"Mangia un pò di questo così ti dà le forze!"
Fra non esita a sporcarsi le mani per prendere il suo perizomino inzaccherato dello sperma di 3 ragazzi. Se lo mette a qualche cm dal viso e lascia che un pò di sborra le coli sul viso. La restante la lecca con incredibile voracità sporcandosi il naso e il mento.
"Adesso però voglio sentire la vostra calda sborra su di me...direttamente dalla fonte però" ci chiede la nostra puttanella.
Io mi metto vicino al suo seno, Marco sul viso e Giacomo nei pressi della sua fica. Cominciamo a masturbarsi incitati da lei e dai suoi gemiti. Dice di volere la nostra sborra tutta sul suo corpo e di non preoccuparsi che alla fine ci pulirà le cappelle come solo lei sa fare. Marco è il primo a venire, il suo fiotto ancora abbastanza abbondante è sufficiente a sporcare i capelli da troia di Francesca. Dopo poco tocca a Giacomo che con il suo schizzo sporca di sperma la fica e il buco del culo entrambi abbastanza dilatati. Infine io con il mio abbondante coito vengo a pochi cm di distanza dal seno sodo di Francesca coprendole di bianco succo un cappezzolo e altro.
Noi maschi ormai sfiniti si accasciamo sul pavimento mentre Fra si pulisce con un mano. Una parte dello sperma lo lecca mandando giù con vera voglia e in parte lo raccimola un pò sulla mano e fa poi finire dentro la sua passera.
"Voglio portare un pò di voi dentro di me" dice riempendosi la fica con il nostro caldo sperma rastrellato dalla sua pelle e dai suoi capelli.
Ci invita a sederci sul divano dove ci pulirà le cappelle con tutta sua esperienza.
Uno per volta veniamo spompinanti con ingoio finale (questi ultimi 3 bocchini hanno richiesto più di un'ora perchè ormai avevamo le palle quasi vuote) e per asciugatura finale strofina il cazzo tra le natiche e infine impugna una ciocca di capelli e la strofina sulla cappella.
"E' stata proprio una bella esperienza" ci dice lei "sapevo di essere una gran troia, ma non sapevo fino a che punto potevo spingermi...mi servivo dei maschi vogliosi di una troia come me per scoprirlo."
"Pensa a quanto tempo hai sprecato" le dice Giacomo "5 anni nella stessa classe e decidi di scopare con i tuoi compagni solo a 2 mesi dal diploma."
"E non ho nemmeno scopato con tutti i miei 8 compagni ma solo con 3" risponde.
C'è un attimo di silenzio.
"Devo rimediare" riprende Francesca che sta strofinandosi una mano sulla fica visibilmente arrosata "andata chiamare gli altri 5 e facciamo una fantastica orgia in cui io sono l'unica puttana per 8 cazzi!"
"Credimi ci piacerebbe molto Fra" le dico io "è stato bellissimo sfondarti in 3...figurati quanto sarebbe piacevole aprirti in 8!"
"Dai allora chiamate gli altri compagni di classe e possedetemi finchè avete forza!"
"No dai Fra" dice Marco "è più eccitante se siamo stati solo noi a 3 a scoparti come mai prima d'ora...e poi adesso siamo distrutti"
"Ok" dice lei leccando un pò di sperma raccolto dalla sua fica (talmente sfondata che lo sperma ne cola fuori) "e poi comunque c'è sempre la festa di classe dei diplomati tra 2 mesi...solo io e voi 8 maschi da soli in una casa isolata in campagna per tutta la notte!Per quel giorno voglio essere talmente sfondata da poter accogliere tutte e 8 le vostre aste in un solo buco. Dovrò darmi da fare e scopare con quei 30 o 40 ragazzi che ancora non mi sono fatta a scuola...per non parlare di prof. bidelli e preside! Questi 2 mesi sarò la troia di tutti..."

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 185): 7.45 Commenti (8)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10