STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
L'essere ubriaco rende la vista confusaL'amico del LiceoMattina pomeriggio e seraSchiava dell'ex 4Due come noiInatteso risvegliosesso puroIo e la collegadocente
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Il cameriere del ristorante
Mi chiamo Francesca e questa è un'altra delle mie fantasie.Io e Antonio ci frequentavamo da un pò fra noi c'era un'ottima intesa sessuale, un giorno mi telefona, era appena passato Natale, mi dice Francesca che ne dici di andare a cena stasera, mi hanno parlato bene di un nuovo agriturismo però vorrei da te una cosa particolare. Dimmi gli rispondo se è possibile ti accontento,sai mi dice Antonio quel completino che ti ho regalato a Natale? Si gli rispondo, una cosa molto sexi un bustino nero che mette in evidenza la mia quasi quarta di seno e sottolinea la mia vita sottile con, reggicalze e abbinato un tanga completamente trasparente che non lascia niente all'immaginazione, bene vorrei che l'indossasi stasera ma non mettere il tanga, voglio eccitarmi vedendoti davanti a me senza. Va bene gli rispondo proverò a farlo ci vediamo alle venti.Inutile dire che passai la giornata in preda all'eccitazione mi vestii accuratamente misi il corpetto e sotto niente, le calze nere allacciate al reggicalze le scarpe nere con il tacco, mi guardai allo specchio e vedere solo la sottile striscia di pelo della mia passerina eccitò anche me, completai il tutto con un vestito aderente nero a piccoli disegni geometrici bianchi.Quando suonò il campanello ero pronta scesi e salii in auto, Antonio mi chiese subito se l'avevo fatto ,calma gli risposi lo saprai al momento giusto.Arrivammo al ristorante entrando notai che non c'era quasi nessuno alre due coppie, il cameriere,un bel ragazzo sui trentacinque, ci fece accomodare ad un tavolo un pò appartato,ci servì gli antipasti Antonio non riusciva a trattenere la curiosità allora mi chiese, se togli la scarpa e metti il piede tra le mie gambe capirai gli sussurai fece come gli avevo detto gli aprii le gambe e con l'alluce mi entro appena nella mia passera bagnata .cazzo l'hai fatto sul serio , non ci credeva perchè di solito sono molto riservata , la cosa eccita anche me gli risposi ma non finisce qui vedrai, mentre gli dicevo questo scelsi delle verdure dal pinzimonio che avevano portato con gli antipasti scelsi del sedano una carota un bastoncino di finocchio li misi in un fazzoletto aspettami gli dissi e andai in bagno.Entrai nella toilette e misi le verdure una alla volta nella mia fica era talmente bagnata che come le tiravo fuori erano piene dei miei umori, tornai da Antonio e li posai nel suo piatto ,mangia gli dissi , lui lo fece e mi disse Francesca è stato come leccartela ho il cazzo qua sotto che mi scoppia,davvero gli risposi allora tiralo fuori dai pantaloni che voglio sentirlo anch'io,lui restò stupito dalla mia audacia però poi tu fai un'altra cosa per me. Ok tiralo fuori il cameriere era tornato di la dopo aver portato i primi ma qulcosa doveva aver capito perchè ci guardava in modo strano e allungava gli occhi nella mi abbondante scollatura Complice la tovaglia un pò lunga Antonio lo tirò fuori ,mi alzai e facendo finta di sussurare qualcosa nell'orecchio allungai la mano sotto il tavolo e cominciai a segarlo ,basta francesca o ti sborro in mano. Tornai a sedermi e dissi ad Antonio cosa vuoi che faccia ,quel gioco mi stava eccitando parecchio sopratutto farlo sotto gli occgi del cameriere.Antonio mi disse adesso quando torna il cameriere io fingo che mi cada la forchetta tu ti tiri su il vestiti allarghi le gambe e gli fai vedere la tua fica. Va bene accetto gli dissi e così fece lasciò cadere la forchetta io gli allargai le gambe ma osai anche di più misi le dita nella mia fica e feci un ditalino,quando si rialzò lo guardai mi misi il dito in bocca e lo succhiai, inutile dire come ci rimase il cameriere si avvicinò e casualmente mi sfiorò per farmi sentire il suo cazzo duro.Poi se ne andò ,solo allora Antonio disse cacoli fai sul sero adesso vado in bagno non resisto più tu mi raggiungi fra un attimo voglio toccarti, andò in bagno e dopo un pò lo raggiunsi era appoggiato al lavandino con la schiena e se lo stava segando vieni mi disse, mi imisi davanti a lui piegata e cominciai a pomparlo era talmente eccitato che le sue palle erano di marmo intanto lui mi aveva sollevato il vestito e mi accarezzava il culo , sentivo il suo cazzo che mi scopava la bocca e le sue mani nella fica ma poi sentii dell'altro una lingua si stava facendo largo nella mi fica mi fermai sorpresa continua mi disse Antonio va tutto bene , era il cameriere io non me ne ero accorta perchè davo le spalle alla porta ma Antonio si ,conyinua e vedrai come godrai . Intanto la lingua di Vincenzo così si chiamava dopo aver leccato la fica stava esplorando il buchetto del mio culo Antonio ere tremendamente eccitato dalla situazione , vincenzo tolse la lingua e la sostituì con il suo cazzo piegata a novanta gradi avevo un cazzo in bocca e uno nella fica ,mettiglielo nel culo gli disse Antonio , non preoccuparti non è più vergine apriglielo che poi ce lo metto io .Sentii la sua asta che usciva dalla fica e con due spinte enrava nel culo non sentii nemmeno male talmente presa da un orgasmo continuo. Girati Francesca voglio mettertelo nel culo io adesso , mi girai Antonio me lo mise nel culo e Vincenzo nella fica Antonio mentre mi pompava il culo aveva le mani sulle mie tette mi leccava e baciava il collo mentre Vincenzo mi scopava con la lingua la bocca e con il cazzo la fica, rimsi in piedi perchè erano loro a tenermi sù talmente le mie gambe erano molli ormai era un orgasmo continuo. Poi insieme lo tolsero si misero davanti a me e insieme mi sborrarono in faccia . Vincenzo fu il primo a ricomporsi e tornare di là Antonio mi aiutò a pulirmi e poi baciandomi sulle labbra disse grazie Francesca è stata un esperienza indimenticabile , anche per me gli dissi non avrei mai creduto di poterlo fare così ma tutto si è svolto così per caso e mi è piaciuto molto.Tornammo di là e finimmo di cenare, qundo ci accompagnò alla porta Vincenzo ci disse tornate presto.Questa è un'altra delle mie fantasie spero vi sia piaciuta Francesca

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 53): 7.11 Commenti (4)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10