STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Un'amica...il seguitopompini in pinetaGrande trombata a tre...e che se lo aspettava!!!La vicina di casaSusanna a Miriam rapimento lesbo e manetteun trio sincronizzatoAl parcheggio del supermercatoIo, Erika ed il nostro amico Nicola...
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

I collant velati di mia suocera parte2
Lei era seduta sul letto ed io di fronte a lei completamente nudo e con indosso i suoi collant.Lei solo con il reggiseno nero di raso lucido, collant e uno slip.Accarezzava dolcemente, ma con insistenza il mio cazzo durissimo sotto il nylon grigio e mentre faceva questo io le slacciai il reggiseno.Le sue grandi tette furono liberate da quella costrizione e apparvero in tutto il loro splendore. Il seno un pò cadente, ma ancora sodo e i capezzoli ben in tiro nonostante i suoi 55 anni cominciarono a scorrere sotto le mie mani e le mie dita.Lei ebbe un piccolo sussulto e si sentì che la mia palpata cominciò a fare effetto e qualche gemito iniziò ad uscire dalle sue labbra ogni qual volte le mie dita si concentravano sui capezzoli.Le dissi che aveva delle tette fantastiche e le chiesi se potevo succhiarle.Lei era rossa in viso e visibilmente eccitata e anche un pò confusa.Mi rispose con un si avvolto da un piacere quasi sconosciuto ed io prontamente artigliai il suo seno e cominciai e leccare e a succhiare avidamente. Dopo un pò scesi lentamente con la mia silgua fino ad arrivare sulle sue cosce avvolte dal collant.Lei le teneva un po strette,ma io le leccai ugualmente infilando la lingua in mezzo alle cosce all'altezza dell'inguine.Mentre leccavo sentivo il profumo della sua figa attraverso il nylon e lo slip.Non volli insistere ancora e scesi lungo le cosce arrivando ai polpacci .Le sfilai le ciabatte e presi i suoi piedi tra le mani.Li massaggiai per un po e poi li strinsi intorno al mio cazzo chiedendole di sgarmelo così.Mi appoggiai sul pavimento mentre lei dapprima guidata da me poi da sola mi scappellava il cazzo stringedolo tra le piante dei piedi dandomi una sensazione unica: avevo sempre sognato una cosa del genere e mentre lei insisteva sul mio cazzo le dissi ciò. La cosa la fece eccitare ancora di più." Davvero hai sempre sognato che tua suocera ti facesse certe cose?". Io le risposi di si e la invitai a continuare. Poi le presi i piedi e cominciai a baciarli delicatamente, poi a le ccarli e infine le succhiai le dita strette nel nylon. Quell'dore e quel sapore non facevano altro che aumentare la mia eccitazione e ancora una volta lei si trovò un pò spaesata dal mio gesto, ma la cosa le dava piacere poichè mi esortò a continuare.I giochi sarebbero andati avanti ancora per molto.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 26): 4.69 Commenti (1)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10