STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
La segretaria punitaviolentato dalla badanteIL MIO DOMINUS Avv.Melany che buonguaiaMia moglie in chatla figa dell'ilariaLa ragazza delle puliziescambio di corpo 1IL GIORNO DEL MATRIMONIO DI MIRELLA 3 (VERONICA E LE FOTO)
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

II mio vicino di casa
Salve,sono una ragazza di 28 anni e sono un paio di anni che ho perso la testa per il mio vicino di casa, anzi abita esattamenente al secondo piano al palazzo di fianco io abito al terzo.
Il fatto strano è che un uomo di 50 anni sposato ma con un attrazione non indifferente bello, brizzolato con baffi bianchi con una bella pancetta.Come ho già detto abita al piano di sotto al palazzo di fianco e in casa si vede la finestra del bagno e la cucina.Io sono stata sempre attratta da questo uomo e mi fa eccitare tantissimo quando cammina in casa in slip o spesse volte anche nudo.Una mattina di estate lo vide andare in bagno con il pisello flaccido incomincio ad urinare, lui si accorse che io lo stavo guardando e mi vergognai da morire.Un giorno venne ad aggiustare la caldaia a casa mia era con un pantaloncino,quando salì sulla scala notai che era senza slip e si notava tutto quel bene di dio.Io eccitata al massima mi misi vicino dicendo che gli mantenenevo la scala, fortuna che mia madre scese per fare la spesa quindi rimanemmo soli in casa. Non cè la facevo volevo che fosse lui a fare il primo passo,dopo un pò mi chiese di salire sulla scala per darli una mano.Mi misi davanti è incominciavo a sentire il suo pantaloncino strisciarmi sul mio culo.All'inizio sentivo il suo pene ancora flaccido dopo pochi minuti diventò bello,ad un tratto lui mi chiese" ti piace spiarmi dalla finestra quando vado in bagno èh" diventai rossa li dissi mi devi scusare ma tu mi fai tanto eccitare.E lui rispose"sai che per me puoi essere come una figlia ma se è una cosa che desideri tanto fai come ti pare io non ho colpa""lui rimase sulla scala a lavorare io scesi ero assatanata li tirai fuori l'uccello bello duro è incominciai a spompinarlo quando venne mi inghoiai tutto il suo sperma lasciandolo bene pulito.LUI rimase indiferrente sulla scala, dopo un pò arrivò mia madre menomale che li avevo finito il servizietto quando ando via mi fece un mezzo sorrisetto da quel giorno in poi continuo a spiarlo sperando in un altro guasto della caldaia.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 28): 5.21 Commenti (5)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
RSS feed Sei eccitato? Se vuoi divertirti da solo o vuoi provare qualcosa di diverso con la tua lei, visita questo Sexy Shop, troverai tanti toys interessanti e molto altro.