STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Un San Valentino molto speciale...Sapore di Vanessala notte magicaStefy e Soniaprimo triangolo giorgiocornutoLe studentesse universitarie sono tutte vogliosela coppia domata 1Il giovane capitano della squadra
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Grazie zia
Sono passati circa trent'anni, eravamo appena sposati e abbiamo deciso essendo Luglio di passare il fine settimana al mare, una località della Toscana dove io avevo degli zii. A quel tempo avevamo 23 anni entrambi, mia moglie una morettina dai capelli lunghi, longilinea, tette piccole a coppa di champagne ed un bel culetto, insomma una bella fica. Appena arrivati in tarda mattinata del Sabato ci siamo sistemati nell'appartamento che i miei genitori avevano e che usufruivano nel mese di Agosto. Dopo essersi rinfrescati, siamo usciti e siamo andati da degli zii che ci vevano invitato a cena. Il giorno dopo invece siamo andati in spiaggia ed a mezzogiorno siamo andati pranzo da un'altra zia la più giovane della parentela, aveva circa 40 anni, vedova e con un figlio, mio cugino di circa 14 anni. Pranzammo in sala poi dopo due chiacchere, il figlio è uscito per andare dagli amici e noi ci siamo ritirati in camera per la pennichella del pomeriggio. Ma forse a causa del caldo e del fatto che sulla spiaggia avevamo visto tette al vento e bei ragazzi, abbiamo cominciato ad amoreggiare. Mia moglie completamente nuda, ed io lo stesso stavamo facendo un bel 69, quando all'improvviso si apre la porta ed entra mia zia con il caffè. Diventa tutta rossa per la scena che vede e scusandosi esce. Mia moglie smette di spompinarmi e da gran maialina mi fa notare l'abbigliamento molto leggero della zia dal quale si poteva notare le grosse tette e le mutandine bianche. Io che confesso fin da più giovane avevo sempre avuto il desiderio di farci qualcosa, mi sono eccitato ancora di più e d'accordo con mia moglie sono uscito nudo con il cazzo duro. Forse anche per il vino che avevo bevuto, non ho ragionato più di tanto e sono entrato in camera dove lei seminuda riposava. Mi sono scagliato sul letto, lei sorpresa a cercato di fermarmi, ma io fermandola lo spogliata e sopra di lei nuda o cominciato a ciucciargli le tettone e con la mano le masturbavo la fica bella pelosa. All'inizio reagiva poi a ceduto e così senza preavviso lo penetrata, lei gemeva ed io la stantuffavo nel bel ficone che sbrodava di piacere, dopo qualche minuto stavo per venire, lei ha capito e mi ha pregato di farlo fuori, io me ne sono fregato e lo riempita di sbroda con il cazzo dentro fino alle palle. Lei a solo detto no....., ma ormai mi ero svuotato le palle dentro di lei. Poi esco e con il cazzo gocciolante le prendo la testa e glielo ficco in bocca, lei non vuole ma io la obbligo con forza, poi cede e comincia a ciucciarlo, passano pochi minuti e diventa duro di nuovo, così mentre lei me lo spompina, si apre la porta ed entra mia moglie, nuda si sdraia accanto a noi ed il pompino diventa doppio una volta mia moglie ed una volta mia zia, sono eccitatissimo, poi mia moglie le allarga le cosce ed incomincia a leccarle la fica bagnatissima, lei continua a spompinarmi gemendo dal piacere, poi gode e geme come una cagna in calore, si scioglie dal piacere e mi ordina di scoparla ancora davanti a mia moglie, io esco dalla sua bocca, la metto a pecorina e da dietro la infilo, mentre mia moglie si masturba e guarda con due dita dentro la sua fica. La cosa va avanti per qualche minuto poi le allago ancora la fica mentre con le mani le mungo le tettone ciondolanti. Anche mia moglie gode e appena esco dalla fica della zia con il cazzo gocciolante vado sopra mia moglie e infilandoglielo in bocca me lo faccio pulire, così assaggia la mia sbroda e quella di mia zia. Poi crolliamo esausti sul letto. Tutti e tre sbracati, mia zia con le cosce larghe, la fica grondante di sbroda e le tettone spiattellate addosso e mia anch'essa con le cosce aperte e la fica bagnatissima. Ci riposiamo per un'oretta nel letto, poi facciamo una doccia e ci vestiamo. Non facciamo alcun accenno a quello che è successo, anche se prima di salutarla ed uscire la bacio sulla bocca con la lingua, lei si ritrae ma io insisto e lei cede slinguandomi, il tutto davanti a mia moglie, e con la mano le tocco la fica dicendole in un orecchio che è una gran bella maiala. La sera dovevamo uscire con degli amici del luogo, ma siamo rimasti in casa scopando come ricci ripensando a quello che era successo e la mattina salutando tutti parenti siamo ripartiti. Negli anni successivi abbiamo rivisto la zia, ma la cosa non si è più ripetuta, anzi parlando con lei non nè abbiamo fatto nessun accenno. Comunque anche se ormai è in là con gli anni rimane sempre una bella maialona.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 27): 5.96 Commenti (9)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10