STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
a casa di amiciIn macchina col guardoneAmici di sessoMia Moglie Carla ed il giovane Nico 4° CapitoloElisa e i 10 cazziMikela la santa troiettain pizzeriala donna di servizio 2
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Flora la collega troia
Scritta da: adonis (8)

...Sono tornato con i miei racconti, si sono priopio Carlo, quello che frequenta l'amica parrucchiera troia..ricordate Cristina? Prima di continuare con le avventure di Cristina vi racconto di circa una settimana fa quando trascorsi una splendida serata con la mia collega Flora. Io lavoro per una grande società e Flora lavora per un ufficio contiguo al mio. Ci conosciamo da anni e c'è sempre stata una reciproca attrazione. Lei non è bellissima ma è molto alta, circa 1,73 m , capelli corti tinti rosso ed un seno piccolo. Quello che di lei mi ha sempre attratto sono le sue lunghe gambe e il suo bellissimo culo tondo come un mappamondo. Ci piace scherzare via mail e ci prendiamo sempre in giro. La scorsa settimana su una questione di lavoro ci troviamo a discutere. Alla fine , prima di verificare chi dei due avesse ragione scommettiamo : lei vorrebbe che io la portassi fuori a cena e poi al cinema a spese miei . Io le ho chiedo invece "il culo". Lei inizialmente non capii e mi chiese spiegazioni e io proseguii con i dettagli scrivendole : "Hai capito bene, Voglio il tuo culo, la figa l' hai data a tutti perciò desidero il tuo culo, desidero venire a casa tua e tu devi farti trovare con la minigonna con cui vieni sempre in ufficio e senza mutandine". Lei a questo punto se la rise di gusto ma sicura che avrebbe vinto accettò le condizioni della scommessa. Indovinate come è andata a finire? Ho vinto proprio io. La sera stessa dopo cena corsi a casa sua. Lei era eccitatissima e capivo che trattarla come una troia la faceva eccitare moltissimo.
Mi divetivo molto a metterla in inbarazzo. Così senza molti preamboli le ordinai di sedersi con il culo all'aria sul divano. La minigonna faceva intravvedere tutto mentre le sue guance erano diventate rosse dalla vergogna. Io mi leccai l'indice e senza troppi complimenti glielo infilai dritto nel culo muovendolo a ritmi sostenuti avanti e indietro. Lei si sentiva proprio troia e la sua figa colava dal desiderio di essere sfondata .Io però ero li per il suo culo. Con le mani allargai le chiappe e con la lingua cominciai a leccarle avidamente l'ano. Flora stava godendo tantissimo mentre la mia mia lingua entrava nel buco del culo. Mi tirai giu i pantaloni e il mio cazzo da 25 cm era diventato duro come la pietra. Senza dirle nulla mi alzai sopra di lei e feci entrare tutto il mio pistone nel suo culo che lo accolse fino alle palle. Flora cominciò ad ansimare e la sua timidezza lasciò il posto al desiderio di essere sfondata nel culo. Il mio cazzo la stava devastando a colpi sempre più forti. Non mi interessava nulla della figa, volevo solo scoparmela nel culo come una troia. Flora cominciò ad urlare " dammelo tutto, sfondami il culo come una troia" . Presi il mio cazzo il mano ,era tutto bagnato dei suoi umori rettali e con una mano le voltai la testa . Flora aveva gli occhi chiusi , le guance rossissime e si vedeva chiaramente quanto le piacesse essere sbattuta in quel modo . La sua bocca era aperta e così le infilai il cazzo in gola. Le piaceva, eccome se le piaceva leccarlo tutto bagnato e saporato. Me lo ripulì per bene con la lingua. Flora continuava ad implorarmi : " Ho voglia di godere, fottimi ancora nel culo" . Rimasi sconcertato quando vicino al divano c'era poggiato uno di quei ombrellini rotondi ripiegabili con la cuffietta : Flora lo prese e aiutandosi con la mano destra se lo infilò tutto nella figa . Ero eccitatissimo a quella visione. Aprii con le mani le natiche e ripresi a sfondarle il culo. Il suo culo ancheggiava avanti e indietro risucchiando il mio cazzo fino alle palle mentre l'ombrello scompariva del tutto nella sua figa. Quando ombrello e cazzo erano dentro di lei all'unisono , lei gemeva come una puttana. Flora venne con forza, quasi svenendo dal piacere . Io a quel punto estrassi il mio cazzo da suo culo e le schizzai in viso tutto la mia sborra calda. La sua lingua sembrava un vipera , leccava tutta la sborra calda dal mio cazzo e attorno alla sua bocca.Flora fu molto soddisfatta della scopata e io le chiesi che mi sarebbe piaciuto sfondarle il culo con due cazzi...lei disse che ci avrebbe pensato.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 36): 7.08 Commenti (3)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10