STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Laura83: figa e culo sfondati dai tre mobilieri.4dita nella figaamanti vogliosi@ by DafneDiario di un marito guardone 2book fotograficonotte insonneUna ragazza e il suo ano
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Ancora Sara (parte prima)
Scritta da: scopodonnexsetteore (17)

Seguirono altri incontri, dove insieme scoprimmo le delizie che i nostri corpi potevano darci. Ogni occasione era buona per prendere il treno e correre da lei. Mediamente ci vedevamo ogni 15 giorni, partivo di notte e al mattino ero da lei, ci chiudevamo nella stanza d'albergo e passavamo la giornata a scopare come ricci, mai soddisfatti di quello che facevamo. Oramai ero deciso a sperimentare tutto del sesso, tutto ciò che si poteva fare con un corpo di una donna, tutto ciò che per troppi anni mi ero negato. Volevo dare e ricevere piacere e da questo punto di vista Sara era molto ricettiva. Uno dei nostri incontri avvenne in primavera a Salerno dove lei si era recata insieme ai genitori a trovare alcuni amici di famiglia. Il posto lo conoscevo bene, come conoscevo bene un alberghetto compiacente. L'appuntamento era fissato in una nota piazza, conosciuta da entrambi...arrivò, bella come il sole, ma la cosa che fece colpo era che finalmente era vestita da donna, camicetta bianca che metteva in risalto il suo prorompente seno, minigonna di velluto blu e un paio di calze bianche ricamate che successivamente scoprii erano autoreggenti. Un bacio appassionato e partimmo alla volta dell'albergo, durante il tragitto lei mi chiese, non senza ironia "Ti piaccio vestita da donna????", io non risposi, ma le presi la mano e la portai sul mio pacco, lei sbottonò la patta e me lo prese in bocca, ma dovetti fermarla, primo perchè sentivo l'eccitazione crescere, poi perchè eravamo in pieno centro. Arrivati in albergo mi accorsi degli sguardi degli avventori sulla mia Sara e una sensazione di orgoglio e gelosia mi montò alla testa. Ero deciso quel giorno a prendermi tutto di lei...La stesi sul letto e, dopo il primo momento di stupore dovuto alle calze autoreggenti mi fiondai sulla fica iniziando a leccarla, saggiandone gli umori dolci e copiosi. Mi stesi su di lei nella posizione del 69 e mentre la leccavo lei me lo succhiava..Le chiesi se voleva provare a farlo completo, lei rispose che quel giorno potevo farle tutto ciò che volevo. Prima però la rigirai e con un colpo solo la penetrai...Il solito suo urlo risuonò tra le stanze dell'albergo, le tappai la bocca con un bacio, continuando a pomparla per circa 15 minuti, poi sentendo l'eccitazione salire prepotendemente mi stesi e ripresi a leccargliela mentre lei me lo prendeva in bocca...L'avvertii che stavo per venire e lei accelerò il ritmo aspirando continuamente. Che sensazione stupenda!!!! Mi stava succhiando l'anima...venni nella sua bocca inondandola con un mare di sperma che lei ingoiò tutto e nel frattempo sentivo gli spasimi della sua vagina che nel frattempo spruzzava copiosi umori...continuò a succhiare dopo aver deglutito..mi sentivo bene...mai avevo provato una simile sensazione. Ci stendemmo e guardandoci negli occhi ci raccontammo le reciproche sensazioni. Lei mi disse che di pompini ne aveva fatti, ma mai in modo completo e mi disse che la mia sborra le era piaciuta...che era dolce e che voleva rifarlo sempre. Ripresi subito le energie e stendendola sulla pancia le leccai la schiena fino a scendere all'attaccatura della natiche. La sentivo fremere sotto di me...mi bloccò e mi disse che aveva una sorpresa, prese dalla borsa un flacone d'olio per massaggi e mi disse che voleva massaggiarmi...che lo aveva desiderato dal primo momento che mi aveva visto. Acconsentii e pur se a cazzo duro mi stesi a pancia sotto, lei si mise a cavalcioni su di me, con la fica bagnata a contatto delle mie natiche e iniziò a massaggiarmi con delicatezza ma anche con energia, come una vera professionista e, in parte era vero, in quanto successivamente mi confidò che aveva seguito un corso di massaggio rilassante...non finiva mai i stupirmi questa ragazza. Stavo bene, rilassato ma arrapato come un bufalo e si fece strada in me una certa ideuzza. Le dissi "sai cosa ci faccio con quell'olio dopo?", lei rispose "lo immagino e anche per questo l'ho portato...Porco!!!". Mi girai di colpo e iniziammo una furiosa battaglia di cuscini come due bambini poi non facendocela più la stesi e la penetrai iniziando una furiosa cavalcata...lei con le gambe strette alla mia schiena e con le mani che mi attirava a se incitandomi a spingere sempre di più. volevo farla godere sempre di più e il suo godimento non tardò ad arrivare. Strillava...urlava, sono la tua porca, la tua troia, voglio essere scopata...voglio il tuo cazzo. spingi....dammelo tutto, sfondami l'uteroooooooo!!!!. Continuavo a pompare e la mia eccitazione mentale saliva sempre di più..pensavo a ciò che avrei fatto dopo, al suo stupendo culo. Me la scopai in tutte le posizioni, ma quando me la misi sopra solleticandole l'utero col mi cazzo, contermporaneamente le misi un dito nel culo e contrariamente alle altre volte la trovai più ricettiva e per niete infastidita. Con la voce rotta dall'emozione mi disse "vienimi dentro che dopo voglio donarti l'altra mia verginità..ormai sei il mio uomo e te la meriti per il piacere che mi hai fatto provare in questi ultimi tempi"...Le risposi, anche se non troppo convinto, che anche lei avrebbe goduto, un piacere diverso e molto più intenso. Iniziò a muoversi in modo scomposto su di me, urlando e godendo...godendo e urlando, tanto che una telefonata dalla direzione dell'albergo ci pregò di esser epiù discreti in quanto in quel periodo dell'anno l'albergo era pieno di famiglie con relativi bambini....Allora le tappai la bocca con la mano e continuando a scoparmela la vidi rossa in viso, le chiesi se tutto andava bene e lei mi rispose che non riusciva a godere se non urlava. Ura nella mia bocca le dissi. La stesi e con un lungo bacio continuai a penetarla..ora le sue grida le sentivo nel cervello..pompavo come un ossesso fino a che con un urlo liberatorio venimmo insieme....(continua....)

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 107): 6.44 Commenti (1043)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10