STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
La mia amicaIl Pompino che non ti aspetti !Mia moglie con il neroMia moglie lesbicaRAGAZZA DEL SCUOLAla mia avventuramoglie infedeleDolce Silvana
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

"
Scritta da: albarosaspina (2)

venerdi sera arriviamo (io e mauro,mio marito) a milano ...acquistiamo 2 biglietti per Parigi sul tgv..cabina letto così il viaggio sarà più comodo.

saliamo in carrozza,,ed arrivati al nostro scompartimento ,entriamo ..,, una coppia è già accomodata sui sedili.ci salutiamo e facciamo le presentazioni:mauro e rosalba..sandro e daniela...una coppia di parma che si reca a parigi per trascorrervi una breve vacanza.

alle 21 il treno parte....comincia una avventura,,come tutti i viaggi,,,,l'inizio è sempre il momento più elettrizzante,,,,ecco..il rumore cadenzato delle ruote sulle rotaie ..fà da cornice al nostro parlare,,,tra noi scatta subito quel feeling che nasce spontaneo tra persone che stanno bene insieme..dopo un'ora eravamo amici...come se ci conoscessimo da sempre.....il tempo passa velocemente quando si stà in compagnia piacevole,ma è tardi e dobbiamo sistemare le cuccette per la notte,,,breve consultazione per la disposizione dei posti letto...poi--considerando la fobia per le altezze mia e di sandro,ci sistemiamo sulle cuccette ... mauro sopra io sotto...daniela sopra sandro sotto.... ci prepariamo per la notte.....Mauro e Sandro escono in corridoio ,intanto io e daniela ci cambiamo per la notte...è scomodo dormire con i vestiti..che poi devi mettere il giorno dopo...daniela si mette una vestaglietta a fiorellini lunga sino ai piedi con colletto chiuso...io una sottoveste lunga di seta nera con spalline sottili e un micro perizoma nero.sistemate per la notte..chiamiamo i nostri uomini..che rientrano ridendo e chiaccherando..

loro si sfilano i vestiti.restando in boxer..ci mettiamo tutti nelle nostre rispettive cuccette...spegniamo la luce..e resta solo l'azzurro dell luce notturna....

il ritmico movimento del treno culla il nostro sonno...ci addormentiamo cullati dal ritmo dondolante dello scorrere sulle rotaie.

mi sveglio improvvisamente,,fà caldo,ho sete...mi alzo per bere ma mi ricordo che la bottiglietta dell'acqua è nella retina porta oggetti posta in alto..dormono tutti....allora appoggiando il mio piede sulla sponda della cuccetta cerco di prendere la bottiglietta..è troppo in alto,non riesco a prenderla........nel silenzio ritmato della notte

sento un fruscio dietro me..,,Sandro si alza e si avvicina per aiutarmi.per riuscire a prendere la bottiglietta,si appoggia a me,sento il calore del suo corpo che si schiaccia contro il mio...fà caldo..ma guizzi di freddo si scatenano in me..non mi muovo..sono immobile.....ma il movimento stesso del treno spinge ritmicamente contro di me il corpo di sandro.....nella luce soffusa ed azzurata ,sento crescere il suo desiderio,il suo membro eccitato spinge contro le mie natiche,

mi passa la bottiglia.,, io mi disseto... Sandro si è seduto sul bordo della sua cuccetta ,e guardandomi negli occhi,mi chiede se può bere un po di acqua...anche lui ha sete.

io mi giro verso di lui e mi avvicino ..lui allunga la mano,ma invece di prendere la bottiglia mi afferra il polso,il cuore mi balza in gola,in silenzio mi avvicino ancora di più...e chinandomi verso lui ,sfioro le sue labbra con le mie.....non oso andare oltre...ma la sua mano si appoggia sulla mia nuca trascinandomi giù verso di lui....una lunga discesa....ma lì mi aspetta il paradiso.....eccitata come sono farei qualsiasi cosa.

il silenzio ci avvolge....i nostri rispettivi coniugi sognano sulle ali di morfeo,il calore che stà nascendo dentro di noi non vuole limiti...la discesa è terminata....sono vicino al paradiso....con dolcezza ,senza fretta ,la mia mano si appoggia sul suo meraviglioso cazzo ..sento la sua voglia .....Sandro respira con affanno.... ,alzo la testa,lui mi guarda con una richiesta muta negli occhi..una richiesta a cui non posso dire no.le mie labbra umide e socchiuse incontrano la sua virilità.maestosa ed esigente.mai ho vistoun cazzo così bello ,duro e vigoroso..nella penonbra della notte...i nostri desideri si fondono..

la punta della mia lingua si appoggia con piccoli tocchi sulla sua punta rigida....sento una piccola goccia di rugiada sciogliersi in bocca..la gusto con con un piacere infinito.come un guanto la mia bocca si chiude su di lui..lo vuole come non mai,scivola il suo meraviglioso cazzo.....giù...giù sino in fondo.toccando quasi le mie tonsille,..raccogo dentro di me tutta quella meraviglia...ma subito risale ..su.. su uscendo con un leggero schiocco lasciando libero quel magnifico esemplare..ma non voglio lasciarlo ora..lui ancora mi vuole..ed io lo voglio..ci cerchiamo ...il suo respiro diventa sempre più affannato....nel silenzio della notte i nostri respiri si incrociano.....ma la sua natura di maschio non ama la solitudine.......con caloroso entusiasmo riaccolgo nella mia bocca quella magnifica creatura.sento la tensione che precede lo scoppio del piacere........il movimento pressante ma morbido esercitato dalla mia bocca su di lui stà per avere il giusto premio ........ecco.....lo sento salire..come la potenza di un fiume in piena,accolgo nella mia bocca il suo sperma dolcissimo....la mia bocca ne è piena...è morbido...come una coppa di panna montata....il suo sapore mi invade..mentre scende dentro di me...nemmeno una piccola goccia rifiuto, l'ingoio è totale .......ora... silenzio,i nostri respiri affannati si distendono in un sospiro di piacere....l'oblio ci avvolge..mentre nel caldo della notte...ci distendiamo sulle nostre cuccette..assaporando l'estasi appena vissuta...il sonno ci coglie dolcemente appagati ...ora il silenzio è assoluto...il rumore del treno ci accompagna .nel ricordo dell'estasi vissuta................

....arriva il mattino ,ci svegliamo tutti..pronti a vivere la nostra magica vacanza a Parigi,ci vestiamo e ci rechiamo alla carrozza ristorante per una colazione abbondante,in vista di una giornata caotica........io e mauro da una parte del tavolino ,sandro e daniela dall'altra...si chiacchiera del più e del meno... mentre raccolgo la zuccheriera anche sandro stà per prenderla...il suo indice sfiora con dolcezza la mia mano,,un attimo... che racchiude in sè tutta la passione e la follia della notte appena trascorsa.....

arriviamo alla " gare de Lion",,,scendiamo dal treno....ecco il metrò.....le nostre strade si dividono....sandro e daniela hanno programmi diversi dai nostri...abbracci e saluti..ma quando sandro mi abbraccia sento le sue braccia stringersi con potenza e la sua bocca scivolare come un piuma al vento sul mio viso vicino alla bocca....un ringraziamento..una promessa......non lo saprò mai......aurevoir Paris

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 22): 6.5 Commenti (5)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10