STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Mi scopo Simona l'amica di mia moglie-2Danielaviaggio in treno con sorpresa all'arrivoLe solite domande di LauraVisita medicala mia amichetta tailandeseAngela2TRADIMENTO CON UNA ROSSA
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

I 3 utenti piu' attivi
and55fi (31) simo72 (22) pipistrello (18)
La madre della mia ragazza ( 22-11-2014 )
Salve a tutti, mi chiamo Andrea e vi voglio raccontare cosa successe con la mamma della mia (ex) ragazza. Stavamo insieme da un po', e lei non era niente male. Era formosa e un po' in carne, ma non grassa, con una quarta scarsa e un culo abbastanza sodo. Ma la vera meraviglia era la madre. Veniva nella mia stessa palestra, e aveva un fisico da paura. Di seno era come la figlia, e anche di più, con una quarta bella abbondante. Il culo, grazie alle ore passate in palestra, era bello tondo, e sembrava molto sodo. Quando si allenava in palestra era difficile restare concentrati, soprattutto quando si piegava per raccogliere cose da terra. I leggings mettevano in mostra il culo, e le magliette aderenti e scollate davano risalto a quel meraviglioso seno. Tutti quasi sbavavano a vederla. Io non potevo farmi notare, dopotutto ero il fidanzato della figlia. Un giorno andai a studiare a casa della mia ragazza. In realtà studiammo gran poco, e anzi per buona parte del tempo restammo a letto a baciarci e toccarci, e finì che facemmo sesso. Finito il pomeriggio mi preparai per andarmene, e con l'occasione accompagnare la mia ragazza a casa di un'amica, dove sarebbe rimasta per la notte. Arrivato a metà strada, però, mi ricordai di essermi dimenticato un libro a casa sua. <<Passa pure a riprenderlo amore, mia mamma dev'essere ancora a casa. Ora la avverto e le chiedo di aspettarti>> mi disse. Fu così che, dopo averla lasciata dall'amica, tornai da dove ero venuto. Trovai Angela, la madre, vestita per andare in palestra, con i soliti leggings azzurri e una felpa della tuta sopra la canottiera. <<Mi scusi signora, mi sono dimenticato un libro in camera di sua figlia>> dissi entrando. <<Non ti preoccupare vai pure, sai la strada>> rispose. Andai verso la sua camera, e lei mi seguì. <<Sai>> mi disse <<oggi ho sentito degli strani mugolii venire da questa camera>>. Io imbarazzatissimo non sapevo che dire, così continuò lei <<Pensavo che aveste passato tutto il pomeriggio a fare sesso, ma ora vedo che avete anche studiato>>. Io ero quasi rosso <<Ma no signora, magari è stata una sua impressione, non abbiamo fatto niente>> dissi raccogliendo il libro e mettendolo nello zaino. <<Non dirmi bugie Andrea, ti ho sentito mentre venivi. Avete fatto sesso? Hai scopato mia figlia? Te l'ha succhiato? Le sei venuto in bocca?>> Io non sapevo che rispondere, ero paralizzato. Lei si tolse la felpa e rimase in canottiera e leggings. La vista di quelle tette enormi e strette ebbe un effetto pazzesco, e nonostante la situazione sentii partire un'erezione. <<N-n-no signora, che dice, non è s-s-successo n-nulla>>. Lei si accorse della mia erezione, complici i pantaloni della tuta che avevo addosso. <<Ma guardati, sei proprio un maiale. Ti sei fatto mia figlia in casa mia e ora ti ecciti a vedere me. Mia figlia sta con un porco, domattina glielo dico e vediamo che fa. Non accetto che vieni a casa mia a schizzare il tuo sperma in bocca a mia figlia>> Ero imbarazzato, ma mi stavo innervosendo <<Però le è piaciuto non poco. Le chieda anche come si leccava la faccia dopo che gliel'ho riempita di sperma. E anche quanto urla quando me la scopo mentre Lei non c'è!>>. Lei stranamente sorrise e venne verso di me sculettando. Mi mise una mano sul pacco e lo strinse <<Perché non me lo mostri tu?>> disse spingendomi sul letto della figlia e mettendosi a cavalcioni. Non ci potevo credere, ce l'avevo sopra di me! Il cazzo divenne di marmo e lei lo notò <<hai una bella mazza, capisco perché mia figlia sta con te>> Mi levò i pantaloni e la maglia, lasciandomi in boxer. <<Vai in salotto e aspettami, mi metto qualcosa di più comodo>>. Lo feci, e quando la vidi il mio cazzo quasi scoppiò. Tacchi alti, calze autoreggenti, perizoma invisibile e un reggiseno che le metteva in risalto quelle bombe. <<Sai, da quando mio marito mi ha lasciata ho fatto fatica a trovare chi mi soddisfacesse bene. vediamo se tu ce la fai>> disse finché veniva verso di me. Si inginocchiò tra le mie gambe e iniziò ad accarezzarmi il pacco <<ce l'hai bello grosso, devi proprio spaccare mia figlia quando la penetri>>. <<Ora Le faccio sentire>> dissi io sorridendo. Mi levò i boxer e iniziò a segarmi sorpresa, le piaceva veramente tanto il mio cazzo (non molto lungo, nella media, ma decisamente grosso). Lo prese in bocca, e fu bellissimo. Spompinava da dio, leccava succhiava e baciava cazzo e palle. Era come essere in paradiso <<Sono più brava io o mia figlia?>> <<LEI>> urlai. Continuò. Poi mi chiese di mettermi il preservativo. Io l'avevo già usato con la figlia, così decisi di scoparmela senza, con o senza il suo permesso <<l'ho usato con sua figlia, il preservativo. Lei dovrà prenderselo al naturale>> <<NO!>> fece lei. <<SI>> dissi io prendendole i capelli e portandola in camera della figlia. La buttai sul letto e mi fiondai su lei, levandole le mutande con furia quasi animale <<No ti prego non entrare senza, forse di là ho qualche preservativo>> protestò. Ma io ero troppo eccitato <<Scordatelo, ormai ho deciso>>. Le aprii a forza le gambe e a penetrai con decisione. Lei urlò di piacere e disperazione <<se fai la brava non vengo dentro, ma dovrai darmi anche il tuo culo>> <<No il culo no, ti prego>> protestò. <<Si invece, ogni volta che lo vedo in palestra mi eccito e mi ammazzo di seghe a casa pensandoci. Tua figlia non me lo vuole dare, ma tu me lo darai!!>> Iniziai a scoparla come un pazzo, ero eccitatissimo e lei urlava come non mai. Dopo un po' lo tirai fuori e la misi a pecorina, penetrandole la figa. <<Sto quasi per venire>> dissi. <<Ok entra nel culo, ma fai piano>> si arrese. Puntai il cazzo sul suo culo e, a secco, lo spinsi dentro. La stavo spaccando, iniziò ad urlare e dimenarsi. <<Piano piano mi spacchi!!>>. Ma io continuavo con forza e lei iniziò quasi a piangere. Poco dopo l'avevo penetrata tutta, e lei tremava. Iniziai a scoparla con foga, sbattendola senza ritegno e rispetto. <<Mi spacchi tutta, mi sento rotta a metà>> urlava. Io continuavo con forza e lei venne. Poco dopo sentii che ero al limite, lo tirai fuori e glielo ficcai in gola <<Senti il sapore del tuo culo, puttana!!>> Lei succhiò ubbidiente e poco dopo mi scaricai sulla sua faccia. La riempii di sperma. Lei, umiliata, mi pregò di andare via mentre lei si faceva una doccia. Io le scattai un paio di foto alla faccia piena di sperma noncurante dei suoi tentativi di protesta. Feci finta di andarmene, ma mi nascosi e aspettai che entrasse in doccia. Poi la guardai finché si lavava. Allora entrai in doccia anch'io, con il pisello nuovamente duro per la visione del suo corpo nudo. Lei cercò di mandarmi via, ma ormai l'avevo in pugno. La misi di spalle e iniziai a scoparmela ancora in figa. Alternavo scopata e pompini. Quando sentii l'orgasmo arrivare la penetrai nuovamente. Lei sia accorse di cosa volevo fare, e cercò di bloccarmi, ma io ero più forte. La scopai fino a venire, tra le sue urla, e rimasi dentro di lei fino a quando non sentii il pisello ammosciarsi. Lei si accasciò e io la guardai. <<Sei un maiale>> mi disse <<ma non avevo mai goduto così tanto. Per la cronaca, prendo la pillola>> disse con un sorrisetto malefico. Decisi di vendicarmi e spensi la doccia. Puntai il mio pisello su di lei e iniziai a pisciare <<Senti come ti lavo>>. non se lo aspettava. Pisciai su di lei fino a svuotarmi <<Ora si che mi hai svuotato>> le dissi. Presi il telefono e la fotografai ancora. Poi me ne andai.
Da quel giorno, comunque, spesso dimenticai libri a casa della mia ragazza. Ma quando ci lasciammo finirono anche le scopate con la madre. Peccato.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 8): 5.38 Commenti (7)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
RSS feed Sei eccitato? Se vuoi divertirti da solo o vuoi provare qualcosa di diverso con la tua lei, visita questo Sexy Shop, troverai tanti toys interessanti e molto altro.